CALCIOMERCATO/ Juventus, Miele (ag.Fifa): Bonatini un gran colpo. Dedé? Difficile

Juventus regina del calciomercato. Dopo aver ufficializzato Lucio, Marotta continua a lavorare sul mercato brasiliano. Il punto di Mario Miele sulle operazioni Bonatini e Dedè (esclusiva).

05.07.2012 - La Redazione
Marotta
Beppe Marotta, amministratore delegato della Juventus: per otto stagioni ha lavorato alla Sampdoria (Infophoto)

Juventus regina del calciomercato. La vecchia Signora tira un calcio alla crisi e continua ad esser iperattiva sul fronte delle trattative. Ufficializzato Lucio, divenuto a tutti gli effetti un giocatore della Juventus nella giornata odierna, i bianconeri non paiono intenzionati a fermarsi qui. Trentacinque milioni già spesi, altri trenta ipoteticamente stanziati per l’acquisto dell’ormai celeberrimo Top Player, più il consueto occhio vigile al futuro, con Marotta che da un lato rinforza nell’immediato, dall’altro getta nel calderone di Pinzolo i nomi del futuro: Leali è uno di questi, Verratti l’altro sogno, reso difficile dall’inserimento del PSG; El Kaddouri un affare da sbloccare nel breve volgere di qualche giornata. Insomma quello di Marotta (e della Juventus) è un calciomercato a 360°. L’amministratore delegato della Vecchia Signora non pare intenzionato ad adagiarsi sugli allori e, rinforzata in maniera importante la squadra di Conte, continua a guardare sul fronte Sud Americano, alla ricerca dei top player del futuro. Il calciomercato più suggestivo porta senza dubbio al Brasile, bottega tanto costosa quanto di pregiata qualità. Difficile di questi tempi strappare qualche giocatore alle società verdeoro, soprattutto considerando la necessità di fronteggiare cartellini costosi e divisi tra club, aziende e procuratori. Impresa estenuante, ma che non sembra voler fermare Marotta, deciso ad anticipare i tempi e mettere a segno un colpo che se, nel breve periodo potrebbe sembrare di seconda fascia, nell’ottica futura rischia seriamente di fare la fortuna della società bianconera. Si tratta di Leo Bonatini, giovane talento di proprietà del Cruzeiro e stella indiscussa delle selezioni giovanili. L’interesse è concreto e lo conferma anche Mario Miele, agente Fifa, che in esclusiva per IlSussidiario.net, ha parlato della situazione. “Una trattativa esiste, ma al momento stanno parlando i due club. Sono ancora in fase di contrattazione ed il Cruzeiro sta valutando la situazione”. Il giocatore dovrebbe andare in scadenza nel prossimo marzo e quindi l’ipotesi di una sua cessione è tutt’altro che improbabile. “La Juventus farebbe un gran colpo. È il centravanti della nazionale brasiliana Under-17, campione del mondo ed è un classe ’94. In prospettiva potrebbe crescere molto e quindi è ovvio che si tratti di una trattativa importante”. Per un brasiliano che probabilmente arriverà però, ce n’è un altro che difficilmente si muoverà dalla madre patria. Si tratta di Dedè, forte centrale difensivo di proprietà del Vasco da Gama, a più riprese accostato alla Juventus nelle ultime sessioni di calciomercato. “Dedè-Juventus? La vedo molto difficile…

Attualmente ci vorrebbero almeno 15 milioni per aprire una trattativa, quindi esiste un problema di natura economica, senza tralasciare la volontà del giocatore che ha espresso la volontà di restare in Brasile sino ai mondiali del 2014″.

 

(Massimiliano de Cesare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori