PAPA FRANCESCO/ Voci su Bergoglio juventino: e se c’entrasse Sivori?

Che Papa Francesco sia un amante dello sport non è più una novità: ma stanno uscendo indiscrezioni secondo cui il nuovo Pontefice sarebbe juventino. Per “colpa” di Omar Sivori?

20.03.2013 - La Redazione
Papaprimamessa
infophoto

“Qualche anno fa si è ritirato un calciatore importante del San Lorenzo de Almagro, Alberto Acosta: Bergoglio parlava spesso con lui, consigliandogli la posizione da tenere in campo”. Sono le parole di José Capria a Radio Vaticana: Capria è stato segretario generale della società azulgrana e anche responsabile per conto del club delle relazioni con il cardinal Bergoglio. Papa Francesco tifoso: da giorni non è una novità. Da quando cioè il cardinale di Buenos Aires, Jorge Mario Bergoglio, è diventato il 266esimo Pontefice nella storia della Chiesa Cattolica: subito si è parlato della sua grande passione per il San Lorenzo de Almagro, il club più importante della capitale argentina dopo Boca Juniors e River Plate. Anche per questo gli sportivi argentini di tutte le discipline hanno esultato: le fotografie che ritraggono Bergoglio con il gagliardetto del club o le riproposizioni della sua tessera di socio hanno fatto il giro del mondo. Ora però Papa Francesco è a Roma: tecnicamente nella Città del Vaticano, ma sostanzialmente nella capitale d’Italia. “Non so se abbia una squadra italiana di cui è tifoso”, dice sempre Capria. Si mormora però che Bergoglio abbia una forte simpatia per la Juventus; fosse così, non faticheremmo a capire il perchè. Tra il 1957 e il 1965 (gli anni della giovinezza di Papa Francesco) un certo Omar Enrique Sivori, un argentino (che poi ha giocato anche nell’Italia) è stato il numero 10 dei bianconeri, vincendo tre scudetti e tre Coppe Italia. Omar non ha bisogno di presentazioni, ma forse vale la pena dire che il cognome da nubile della madre è proprio Sivori. Un semplice caso di omonimia, che però in questo caso può fare tutta la differenza del mondo; e conoscendo la grande passione di Bergoglio per il calcio e per la tecnica dei giocatori, non appare del tutto campata per aria un’ipotesi simile. La notizia è in cerca di conferme, ma non andate a dirlo ai tifosi di due squadre: naturalmente quelli del San Lorenzo, e poi i romanisti: con quel nome, Francesco, per loro il Papa non può che avere almeno un pezzo di cuore giallorosso. Si scherza, ma la curiosità resta: che squadra italiana preferisce il nuovo Pontefice?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori