CALCIOMERCATO/ Juventus, lo scopritore di Suarez: ha la mentalità di un bimbo

Ha parlato oggi al The Sun il primo scopritore di Luis Suarez, che ha detto di come l’attaccante uruguayano abbia ancora la mentalità di un bambino, cosa che lo porta a sbagliare

01.05.2013 - La Redazione
suarez_disperazione
Luis Suarez, 26 anni (INFOPHOTO)

Luis Suarez è attualmente fermo per squalifica: 10 giornate per aver morso Branislav Ivanovic durante Liverpool-Chelsea. Tuttavia, si continua a parlare di lui. Intanto, un altro elemento a favore delle squadre che lo vogliono acquistare (tra cui la Juventus) c’è il fatto che alla prima senza di lui i Reds hanno vinto 6-0 a Newcastle. Certo: i Magpies non attraversano un grande momento e avevano pure qualche assenza, ma vincere al St. James’ Park non è mai un affare di tutti i giorni. Dunque, crescono le possibilità che Brendan Rodgers e la società inglese decidano che tutto sommato si può fare a meno di Suarez, anche se ulteriori banchi di prova saranno le restanti 3 giornate di Premier League. Nel frattempo, c’è chi ha pensato bene di difenderlo: dire che un giocatore ha “la mentalità di un bambino” può non sembrare un complimento a una prima occhiata, ma nei fatti lo è. Lo ha dichiarato, sulle colonne del The Sun, il primo scopritore di Luis Suarez: si tratta di Henk Veldmate, che nel 2006 andò a prendere un ragazzo 19enne che aveva segnato 12 gol in 34 partite nel Nacional Montevideo (è la squadra dove oggi gioca Alvaro Recoba) e lo portò al Groningen, per iniziare la sua avventura europea. Oggi dice di lui: “E’ cresciuto, ma la mentalità è rimasta quella di un bambino ed è per questo che gioca così bene. Si diverte: a volte si tuffa e sbaglia, ma ha una mentalità vincente”. Insomma: come un ragazzino, che gioca sul campetto sotto casa, vuole vincere sempre e comunque, resterebbe fuori anche ben oltre il tramonto e ogni tanto si lascia andare a comportamenti sopra le righe. Certo, un morso non è propriamente qualcosa di cui andare fieri, ma il senso è proprio questo: si può sbagliare, e del resto lo stesso Suarez ha già chiesto scusa. Basterà per la conferma a Liverpool, o la Juventus può continuare a sperare?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori