Calciomercato Juventus/ News, José Alberti: Pogba, duello spagnolo. Il nuovo Aguero per Marotta (esclusiva)

- int. Josè Alberti

In esclusiva per IlSussidiario.net, José Alberti, noto intermediario di calciomercato, ha parlato del futuro di Paul Pogba che piace molto al PSG: nella trattativa potrebbe rientrare Cavani

candreva_pogba
Paul Pogba (infophoto)

La Juventus per ora non vuole pensare al possibile addio di Pogba, centrocampista francese classe ’93 che piace a mezza Europa. Troppo importante per i bianconeri avere un talento come quello francese, ma stando alle ultime news il PSG è pronto ad offrire Edinson Cavani, bomber uruguagio ex Napoli che non sembra trovarsi benissimo all’ombra della Tour Eiffel. Per parlare del futuro di Pogba abbiamo intervistato in esclusiva per IlSussidiario.net José Alberti, noto intermediario di calciomercato.
La Juventus dovrà capire quale sarà il futuro di Pogba. Come andrà a finire? Credo che i bianconeri lasceranno andare il ragazzo in estate. Potrebbero arrivare offerte importanti e inoltre Pogba inizia ad essere una stella ingombrante.
Dove andrà secondo lei? Escludo la possibilità di un ritorno in Premier League, io vedo molto vicine Barcellona e Real Madrid, più loro del Paris Saint-Germain.
I catalani però hanno avuto la punizione della FIFA… So già come andrà a finire: aumenteranno la multa e toglieranno il divieto di fare calciomercato per un anno.
Il Barcellona potrebbe quindi puntare su Pogba? I catalani cercano un giocatore con quelle caratteristiche, per recuperare in qualche modo quello che hanno perso con Yaya Toure qualche anno fa. Per questo credo che punteranno su Pogba, ma anche il Real Madrid ci sta pensando.
Eppure il PSG potrebbe offrire Cavani… Il Matador non andrà via da Parigi, resterà in Francia nella prossima stagione e non tornerà più in Italia.
I soldi di Pogba come dovrebbe spenderli la Juventus? Anzitutto per acquistare un giocatore come Angel Correa del San Lorenzo. Tutti mi dicono sia fortissimo, l’ho visto giocare dal vivo e ho rivisto in lui il primo Aguero. E’ nato nel 1995 quindi è giovanissimo, ma è già stabilmente in prima squadra e trova già la via del gol. 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori