REAL MADRID MILAN/ Robinho: niente rivincite in testa ho solo la maglia rossonera

- La Redazione

Il brasiliano ha rilasciato oggi alcune dichiarazioni alla vigilia della super sfida di domani

Robinho_R375_30ago10
Robinho, attaccante Milan (Foto Ansa)

Il Milan è partito in tarda mattinata alla volta di Madrid dove nel pomeriggio sosterranno un allenamento prima della gara di domani contro il Real. E oggi uno degli ex di turno Robinho ha rilasciato un’intervista al quotidiano Il Giornale in cui analizza il suo passato e soprattutto il suo presente in Italia. «Ho grande voglia di giocare partite importanti e voglio scendere in campo per dare il mio meglio:questo è il mio unico scopo». Il Real Madrid è ormai un capitolo chiuso per l’ex Manchester City. «Non giocherò con in testa il mio passato: adesso conta solo il Milan.Andrò a salutare il presidente Perez e lo ringrazierò perché è un grande presidente e mi ha sempre trattato bene: gli auguro una grande fortuna al Real».

Infine una battuta su Cristiano Ronaldo. Nel 2008 Robinho accusò il presidente Calderon di volerlo utilizzare come pedina di scambio per arrivare a Cristiano Ronaldo. I destini dei due non si incrociarono e domani potrebbe esserci una sorta di resa dei conti. «Cristiano Ronaldo è un grande giocatore ma Real Milan non sarà un duello tra me e lui: non devo dimostrare nulla con lui ma solo aiutare il Milan a vincere».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori