CALCOMERCATO/ Milan, Guardiola contro Piquè: al Milan per Thiago Silva?

- La Redazione

Dalla Spagna rimbalzano notizie di una frizione già insanabile tra Guardiola e Gerard Pique: il difensore potrebbe essere l’arma giusta per indurre il Milan a privarsi di Thiago Silva

piqueR400
Gerard Piquè, 25 anni, sbuffa: lascerà il Barça a Giugno? (INFOPHOTO)

Dalla Spagna filtrano voci clamorose. Nel calderone del mercato stavolta rientrerebbe mister Shakira, al secolo Gerard Piquè. Secondo quanto rivelato da Telemadrid, Pep Guardiola avrebbe infatti chiesto alla dirigenza catalana l’allontanamento del difensore centrale dalla propria squadra, nella prossima sessione di mercato. Sentendosi peraltro ribattere picche: la stessa emittente televisiva madrilena sostiene che la società non sarebbe disposta a privarsi di Piquè, considerato un elemento chiave di squadra e spogliatoio. Effettivamente, in questa stagione il difensore ha sin qui offerto un rendimento un pò al di sotto degli standard cui ci aveva abituato. Pur se condizionato da qualche infortunio, il suo impiego è stato    più singhiozzante: non di rado Guardiola ha preferito puntare su Mascherano, sempre più aderente al nuovo ruolo di centrale difensivo, a fianco di capitan Puyol. Queste considerazioni devono aver arato il campo alla voce di oggi, che vuole l’allenatore in rotta di collisione col suo numero 3. I possibili screzi con Guardiola aprirebbero scenari di mercato molto interessanti in chiave italiana. In un volo nemmeno troppo pindarico, il nome di Piquè si ricongiunge a quello del milanista Thiago Silva. Il fenomeno brasiliano sembra attualmente blindato in casa rossonera, ma il Barcellona ha ribadito a più riprese l’interesse per lui. Come potrebbe essere altrimenti? La squadra più forte del mondo abbisogna dei giocatori migliori, e visto che in attacco si può far poco (cosa si può aggiungere a Messi?), il faro del mercato punta sulla difesa, reparto teoricamente più “debole”. E’ plausibile che i catalani provino a farsi sotto per Thiago Silva in tempi non lontani (quest’estate?): in un’ipotetica offerta Piquè potrebbe rientrare a pennello, come lussuosa contropartita tecnica da allegare ad un conguaglio adeguato. A pensarci bene, l’affare potrebbe davvero soddisfare i rossoneri, ammesso e non concesso che decidano davvero di privarsi del loro lucchetto difensivo. A Milano infatti arriverebbero liquidi freschi e soprattutto un difensore da top ten mondiale, di tre anni più giovane (classe ’87) e con un bel bagaglio d’esperienza internazionale. Uno che, detto in soldoni, sa come si vince una Champions (o un Mondiale per capirci). Requisiti che tra l’altro farebbero comodo alla Roma. I giallorossi, e Sabatini l’ha già lasciato intendere, dovranno necessariamente aggiustare la rosa, e la difesa è il primo reparto da ritoccare. Con l’assenso di Di Benedetto, Luis Enrique potrebbe così puntare ad allenare un giocatore che già conosce, per i comuni trascorsi blaugrana.

E’ chiaro che per ora siamo solo alle voci. Ma la situazione di Piquè sembra ad oggi l’unica risorsa in grado sbloccare l’intoccabilità di Thiago Silva in chiave Barça. E per ammirare Shakira dal vivo senza bisogno d’ammazzarsi per un concerto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori