CALCIOMERCATO/ Milan, ag. Acerbi: strano se non finisse in rossonero

Il procuratore di Francesco Acerbi è intervenuto per fare chiarezza sul futuro del suo assistito, che conferma essere sempre più vicino al Milan. Ecco le sue parole sui possibili tempi.

14.05.2012 - La Redazione
acerbi_chievoR400
Acerbi (Foto: Infophoto)

E stato una delle più grandi rivelazioni del nostro campionato. Francesco Acerbi, 23 anni, ha stupito tutti per il suo impatto nella massima serie. Agli ordini di Mimmo Di Carlo, il difensore centrale ex Reggina, in coppia con Andreolli, ha disputato una seconda parte di stagione fantastica, meritandosi le attenzioni delle principali squadre italiane. Attualmente Acerbi è in comproprietà tra Chievo e Genoa, ma si sa ormai da tempo che è promesso sposo al Milan. Potrebbe quindi essere il terzo calciatore negli ultimi anni a passare dal Grifone al Diavolo senza mai avere vestito il rossoblu: prima di lui, lo stesso percorso lo hanno effettuato Boateng e El Shaarawy. La conferma che la trattativa sia quasi chiusa, o comunque sia ottimamente avviata e non ci siano problemi, arriva dal procuratore del difensore, Andrea Cattoli. In esclusiva per Spaziomilan.it, l’agente ha dichiarato: “Sarebbe ormai strano se Francesco non dovesse finire al Milan”. E anche: “I tempi per la trattativa saranno determinati dalle società coinvolte nell’affare, ovvero Milan, Chievo e Genoa: ma non vedo dove potrebbero esserci problemi”. Insomma, una cosa fatta ormai, e quindi il terzo rinforzo per Massimiliano Allegri, dopo Montolivo e Bakaye Traoré. Il ragazzo naturalmente non vede l’ora, come ci dice sempre Cattoli: “Per uno che in carriera ha vestito le maglie di Pavia, Reggina e Chievo è facile immaginare quanta sia la felicità”. L’acquisto di Acerbi è importante anche perchè proprio ieri il Milan ha ufficialmente dato l’addio ad Alessandro Nesta, probabilmente il miglior difensore italiano degli ultimi anni, che ha detto stop con il nostro calcio essendosi reso conto di non avere più il fisico per reggere certi ritmi. I senatori lasciano il Milan, quindi Galliani non può far altro, una volta versata qualche lacrimuccia, che rimboccarsi le maniche e ringiovanire la rosa. Acerbi è pronto a raccogliere l’eredità di Nesta: è chiaro che il paragone verrà spontaneo, fin dalle prime uscite del Milan 2012/2013. Ne è convinto anche il suo procuratore, che in merito dice che “sarà importante dimostrare di essere all’altezza di un grande club come il Milan. Nesta? Il mio augurio è che anche Francesco possa durare 10 anni in rossonero”. Se lo augurano anche i tifosi: 

Dopo la delusione per una stagione vinta senza trofei, è naturale che il nome di Acerbi non accenda più di tanto l’entusiasmo del popolo rossonero. Chi segue il calcio, però, sa che il ragazzo è un ottimo difensore centrale e che, in coppia con Thiago Silva, può davvero rappresentare il futuro di questo club. Magari fino a diventarne una bandiera, per poi salutare, da molti anni a partire da oggi, con uno stadio pieno che inneggia il suo nome.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori