Calciomercato Milan, le notizie al 23 luglio 2013

- La Redazione

Le notizie di calciomercato del Milan aggiornate a oggi 23 luglio 2013: Honda si avvicina anche se Galliani predica comunque cautela, Allegri parla di Boateng e la società cova una sorpresa

honda_urlo_telecamera (INFOPHOTO)

Di calciomercato del Milan aggiornate a oggi 23 luglio 2013. Keisuke Honda, sempre lui. Stavolta però potrebbe essere quella buona. Nella giornata di ieri (lunedì 22 luglio) il Milan ha fatto un passo avanti verso l’acquisizione del giapponese in estate. La missione a Mosca degli intermediari di calciomercato ha dato esiti positivi. Honda vuole il Milan a qualsiasi costo e il prima possibile. E’ emerso anche che il ventisettenne nipponico è tifoso del Milan sin da bambino, ed è andato a vedere dal vivo la squadra rossonera nelle sue sortite giapponesi, per la Coppa Intercontinentale o Mondiale per Club. L’ostacolo economico è stato superato: il sa che è meglio incassare alle condizioni del Milan piuttosto che perdere Honda a parametro zero; tuttavia la squadra russa vorrebbe trattenere il trequartista in rosa nella prima parte della stagione, per essere più competitiva in Champions League. Questo non farebbe il gioco del Milan che vuole disporre di Honda anche in Europa. Nella notte le parti hanno proseguito nella trattativa, e nelle prossime ore è in programma l’incontro che può essere decisivo per l’immediato passaggio di Keisuke Honda al Milan. ha parlato nella conferenza stampa prima del Trofeo Tim, che il Milan giocherà a Reggio Emilia insieme a Juventus e Sassuolo (la prima mini-partita sarà proprio Milan-Juventus). Tra una cosa e l’altra l’allenatore ha dato anche qualche indicazione di calciomercato, dichiarando: “Siamo in venticinque giocatori con qualcuno in attesa di sistemazione. La società non vuole una rosa di trenta giocatori, se partirà qualcuno verrà sostituto altrimenti andremo avanti così“. Detta così, suona come la regoletta di calciomercato di Galliani (non si acquista se prima non si cede) parafrasata a dovere. Eppure si ha la sensazione che società ed allenatore stiano lavorando di concerto per migliorare la rosa attuale, anche al di là dell’operazione Honda che non comporterà una spesa massiccia. In ogni caso, per ora dobbiamo attenerci alle parole del mister, che successivamente ha parlato anche dei giocatori più chiacchierati di recente: “Per Robinho l’anno scorso è stato particolare, ha fatto i primi quattro mesi discretamente, dopo aveva la testa già in Brasile perché sembrava tutto fatto (…) Ha qualità straordinarie e sono molto contento che sia rimasto, dovrà darci qualcosa in più“. E poi: “Boateng in questo momento sta giocando trequartista perché Saponara è affaticato dopo gli Europei Under 21. Il ghanese può giocare sia da trequartista che da centrocampista, deve sfruttare comunque le sue qualità: forza e tecnica“. Tradotto in termini di calciomercato: Robinho non si tocca più a meno di imprevisti, mentre Boateng non sarà penalizzato dal probabile acquisto di Honda, che lo riporterà tra i centrocampisti. Stando così le cose è difficile aspettarsi un colpo in entrata come Christian Eriksen dell’Ajax: per lui la condizione quasi indispensabile sarebbe proprio la cessione di Boateng, che porterebbe soldi in cassa e libererebbe una casella in rosa. Tuttavia più d’un addetto ai lavori è convinto che il Milan stia aspettando i saldi d’agosto per un acquisto a sorpresa. Potrebbe essere ad esempio Davide Astori, anche se in tal senso il presidente del Cagliari, Massimo Cellino, ha ribadito che farà di tutto per mantenere il difensore in Sardegna (sono già partite le pratiche per il rinnovo del contratto, che attualmente scade nel 2015). Piccola possibilità ancora aperta per Adem Ljajic: il rinnovo con la Fiorentina potrebbe saltare e sicuramente la viola non lo manterrà in rosa se sarà ancora in scadenza. Per il momento però le percentuali di un nuovo accordo sono alte. Si insiste sull’offerta…

Dell’Anzhi per Stephan El Shaarawy: 35 i milioni di euro messi sul piatto, ma il Milan ha già risposto in tal senso tramite le recenti parole di Adriano Galliani. L’amministratore delegato ha di recente confermato questa proposta, rifiutata però dal giocatore prima ancora che dalla società. Qualche altro giovane meno quotato può trovare a breve una sistemazione in prestito. Rodney Strasser ad esempio ha più di un estimatore: secondo le indiscrezioni raccolte dal sito tuttolegapro.com anche la Virtus Entella, società di Prima Divisione, sta provando ad acquistarlo in prestito. Il Milan può dare il via libera al sierraleonese che però preferisce restare in serie A: il Livorno in tal senso può considerarsi in vantaggio nella corsa al centrocampista rossonero, classe 1990. Nell’aria inoltre un doppio affare con il Lecce: i prestiti degli attaccanti Gianmarco Zigoni (classe 1991) e Giacomo Beretta (1992).





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie