MOTO GP TEST VALENCIA/ Filippo Preziosi (Direttore Generale Ducati): indicazioni precise da Valentino Rossi. A noi metterle in pratica

- La Redazione

Valentino Rossi conclude i test di Valencia ma il solo big bang avvistato è stato quello del motore testato sulla Ducati Desmosedici. Il nove volte campione del mondo ha chiuso con il 15° tempo

Rossi20prewValencia_R400

I – Valentino Rossi conclude i test di Valencia ma il solo big bang avvistato è stato quello del motore testato sulla Ducati Desmosedici. Il nove volte campione del mondo ha chiuso con il 15° tempo

Tutti si aspettavano il botto, ma Valentino Rossi, sinceramente un po’ a sorpresa, ha concluso la due giorni di test a Valencia con un modesto 15° tempo a 1”7 da Stoner che invece ha impressionato tutti per la velocità con cui si è adattato magnificamente alla Honda. Senza contare il duo Yamaha Lorenzo-Spies sempre veloci.

Valentino, seguito da vicino da Filippo Preziosi, ha lavorato intensamente sugli assetti della GP11 con il motore in versione big bang completando 70 giri. Il suo dettagliato feedback, insieme ai dati raccolti in questi due giorni, servirà agli ingegneri Ducati per lavorare sullo sviluppo della GP11 e adattarla allo stile di guida del nove volte campione del mondo. Ora a Borgo Panigale dovranno lavorare intensamente, dopo aver deciso con quale motore equipaggiare la GP11, per sviluppare la moto in vista dei test in Malesia previsti a fine gennaio. Solo allora vedremo se a Valencia Rossi ha badato soprattutto al set-up della Desmosedici o se, invece, ci sono delle difficoltà ad adattarsi alla “filosofia” della sua Ducati.

CLICCA >> QUI SOTTO PER LE DICHIARAZIONI DI PREZIOSI

Filippo Preziosi, Direttore Generale Ducati Corse: “Dopo questi due giorni di test torneremo in Ducati per un meeting nel quale decideremo quale strada prendere tra i due motori, il big bang e lo screamer anche se le informazioni che abbiamo raccolto pare ci indichino la direzione del primo. Sarà una delle cose che decideremo analizzando a fondo i dati, oltre a pianificare il lavoro per tutte le altre idee che ci hanno dato questi test. L’obiettivo naturalmente è mettere Valentino nelle condizioni di guidare da … Valentino, e sappiamo che dobbiamo migliore la moto per questo, soprattutto sull’anteriore. Ci ha fornito delle indicazioni molto precise e sta a noi adesso metterle in pratica. Ovviamente ci sarebbe piaciuto avergli già dato la possibilità di essere più veloce ma anche se non è stato così, in questi due giorni ha impressionato tutti per il metodo di lavoro, la calma e la positività con cui affronta ogni cosa. Anche Nicky ha lavorato moltissimo, come consueto, ed ha ottenuto un buon tempo, sia con la nuova gomma Bridgestone sia con quella che già conoscevamo e questo è sicuramente un fatto molto positivo. Adesso dobbiamo lavorare per dare ad entrambi una moto competitiva per i prossimi test”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori