MOTOGP/ Gran Premio del Qatar 2013: ha vinto Lorenzo, Valentino Rossi secondo

- La Redazione

La MotoGp è rinata in Qatar, come Valentino Rossi. Bello vedere la lotta per il secondo posto tra Marc Marquez e RossiFumi. L’ordine d’arrivo della gara di MotoGp del Qatar a Losail

pedrosa_lorenzo
Motogp (Infophoto)

La MotoGp è rinata in Qatar, come Valentino Rossi. Bello vedere la lotta per il secondo posto tra Marc Marquez e RossiFumi, tornato davvero ai livelli di un tempo. Ok, guida la moto migliore, ma anche quella è stata una scommessa. Vinta. E’ stato tutto velocissimo e appassionante. Valentino che parte male, sbaglia e poi conduce una rimonta da cannibale, come se quei nove mondiali dovesse ancora vincerli tutti. Non è forse una cronaca, ma la gara è tutta qui. Con la Yamaha di Lorenzo che la fa da padrone, fila e gestisce tutta la gara con un vantaggio quasi fisso di sette secondi sul secondo. Una partenza perfetta la sua, per reattività e gestione della moto. La M1 è come una parte di lui per Lorenzo. Il maiorchino è dolce, deciso, reattivo e soprattutto veloce. Maledettamente veloce. Gara decisa pressochè alla prima curva, certo, questo sì. Ma dietro è la bagarre con un finale in crescendo che non si vedeva dai tempi dei duelli con Sete Gibernau. Bei tempi, e fino ad oggi pensavamo fossero andati, e che invece sono tornati almeno per una sera nel duello tra Rossi e Marquez. La gara era iniziata male con un erroraccio al secondo giro per un attacco su Dovizioso (e sul passato Ducati) che ha portato Rossi dal quarto al al settimo posto. Da li una rimonta incredibile, contro ogni pronostico. Dovizioso ha finito al settimo posto, Rossi ha saputo lottare e recuperare sul passo gara anche quando 4 secondi da Crutchlow al terzo posto sembravano una montagna insormontabile. Rossi ha prima fulminato Crutchlow con una staccata impossibile, poi ha fatto fuori con irrisoria facilità anche Pedrosa. Con Marquez, poi è andato in scena il duello più bello con sorpassi e controsorpassi che dimostrano che è già nata una nuova stella in MotoGP. Oltre al fatto che la luce di quella più grande e brillante, quella di Valentino, ancora non si è affievolita.

Pos. Points Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time/Gap
1 25 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 166.4 42’39.802
2 20 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 166.0 +5.990
3 16 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 166.0 +6.201
4 13 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 165.8 +9.473
5 11 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 165.2 +18.764
6 10 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 165.0 +22.148
7 9 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 164.8 +24.355
8 8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 164.8 +24.920
9 7 29 Andrea IANNONE ITA Energy T.I. Pramac Racing Ducati 164.0 +37.124
10 6 11 Ben SPIES USA Ignite Pramac Racing Ducati 163.5 +44.908
11 5 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 163.2 +49.809
12 4 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 162.8 +56.495
13 3 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 162.0 +1’09.599
14 2 68 Yonny HERNANDEZ COL Paul Bird Motorsport ART 161.9 +1’10.742
15 1 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 161.8 +1’13.600
16   71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 160.8 +1’29.444
17   70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 160.5 +1’34.341
18   52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacing Project Ioda-Suter 160.5 +1’34.683
Not Classified
    5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 161.9 7 Laps
    9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 160.5 10 Laps
    6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 164.8 14 Laps
    38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 162.4 18 Laps
    67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 149.2 21 Laps
    17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing ART   0 Lap


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori