CALCIOMERCATO/ Napoli, doppia nuova idea: Mastriani e Sanchez

Il direttore sportivo del Napoli, Riccardo Bigon, continua a monitorare il Sudamerica in cerca di possibili affari. Torna di moda l’idea Sanchez mentre piace il nuovo Cavani

21.05.2012 - La Redazione
Bigon
Riccardo Bigon, ds Napoli (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – Volti nuovi, naturalmente di qualità e possibilmente giovani. E’ questo il diktat del Napoli in vista della campagna acquisti estiva, quella che aprirà i battenti il prossimo 1 luglio. La società partenopea intende innestare lo scacchiere attuale di calciatori utili alla causa e, casualmente, riserva i propri interessi verso il Sudamerica. Non è infatti una novità la voglia di America latina del presidente Aurelio De Laurentiis che in passato si è assicurato giocatori del calibro di Ezequiel Lavezzi, Walter Gargano, Edinson Cavani, giusto per citare i nomi più importanti. E questa “tradizione”, dicevamo, continuerà anche nelle prossime settimane. Il direttore sportivo Riccardo Bigon starebbe ad esempio monitorando tale Gonzalo Mastriani, giovane attaccante classe 1993 in forza al Cerro nonché nazionale uruguagio Under-21. Seguito anche da Torino, Roma, Parma ed Udinese, Mastriani (che deriva da una famiglia di origine italiana), è considerato in patria una sorta di erede di Edinson Cavani, suo connazionale. Dopo le giovanili fra le fila del Sauce ha continuato il proprio processo di maturazione nel Cerro. Nel 2011 il salto di qualità in prima squadra ed ora sembrerebbe pronto per vivere un’esperienza importante. Il suo valore è ancora molto basso avendo solo 19 anni e si assesta attorno ai 500mila euro ma in estate potrebbe schizzare alle stelle soprattutto se dovesse scatenarsi una vera e propria asta fra le diverse pretendenti. Altro nome caldo e relativamente nuovo in casa Napoli è quello di Matias Sanchez, argentino, in forza all’Estudiantes, noto club albiceleste con sede a La Plata. Milita nel ruolo di centrocampista ed è un classe 1987. Già seguito in passato dal Napoli i partenopei hanno poi abbandonato l’idea vista la mancanza di passaporto comunitario. In queste settimane, però, il ragazzo cresciuto nel Racing Club starebbe ultimando le pratiche per diventare comunitario a tutti gli effetti e a quel punto il Napoli potrebbe farsi avanti con una proposta seria. Gioca nell’Estudiantes dal 2008, squadra con cui ha conquistato il torneo di Apertura del 2010 nonché la prestigiosa Copa Libertadores nel 2009. Ha inoltre trionfato con la nazionale argentina nel mondiale Under-20 del 2007.

Sicuramente un giocatore interessante, ancora giovane, che potrebbe migliorare in qualità il reparto di mezzo dei partenopei.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori