CALCIOMERCATO/ Napoli, Campagnaro, De Sanctis: rinnovo o probabile addio

Hugo Campagnaro e Morgan De Sanctis, entrambi calciatori del Napoli, hanno il contratto in scadenza al 30 giugno del 2013. Il secondo potrebbe dire addio a breve

26.05.2012 - La Redazione
hugo_campagnaro_r400
Hugo Campagnaro (Infophoto)

CALCIOMERCATO – Il Napoli dovrà risolvere un paio di situazioni durante la prossima estate. Le prime saranno quelle relative ai contratti che scadranno il prossimo 30 giugno del 2013, fra poco più di un anno, e che dovranno essere rinnovati o meno. In caso di esito negativo non è da escludere un addio dei giocatori in questione e precisamente di Morgan De Sanctis, estremo difensore di grande esperienza, e di Hugo Campagnaro, centrale di difesa argentino. Federico Pastorello, l’agente del portiere, pochi giorni fa è uscito allo scoperto facendo sapere che la decisione sarebbe stata presa dopo la finale di Coppa Italia di domenica scorsa. Pastorello, in quell’occasione, faceva altresì sapere che: «Le cose sono abbastanza chiare e c’è bisogno solo di chiarire a tavolino…». Dalle dichiarazioni rilasciate si evince quindi come la situazione sia abbastanza definita e con grande probabilità bisognerà solamente stabilire gli ultimi dettagli per la fatidica fumata bianca. Se però l’intesa non venisse raggiunta non è da escludere un addio a breve visto che il portiere pare avere ancora diverse avance, sia in Italia quanto all’estero. Leggermente diverso invece il discorso relativo al difensore argentino. Anche in caso di mancato rinnovo Campagnaro potrebbe infatti decidere di rimanere al San Paolo per un’altra stagione e poi stabilire con calma il da farsi. Non è da escludere però una situazione di tale tipo: che sia lo stesso club partenopeo a voler cedere il giocatore se non dovesse prolungare il contratto in modo da evitare di trovarsi fra un anno a dover regalare il Toro di Cordoba a qualsiasi società lo volesse. Una sua cessione permetterebbe un rinnovamento del reparto arretrato, messo sotto torchio durante la stagione conclusa pochi giorni fa per i troppi gol subiti, soprattutto, nella seconda metà del campionato. Una difesa, che se in alcune occasioni fosse stata più attenta, avrebbe permesso sicuramente alla società di raggiungere un piazzamento in classifica migliore rispetto al quinto posto ottenuto. Chi infine ha rinnovato il contratto è Salvatore Aronica. Due settimane fa il centrale siciliano ha prolungato di un altro anno il proprio accordo che scadeva al 30 giugno.

 

Annunciando l’evento, il difensore ha ironizzato: «Ho rinnovato di un anno 15 giorni fa. A me ha rinnovato di una stagione il presidente, mica di 5 come Grava e Cannavaro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori