CALCIOMERCATO/ Napoli, Kolarov erede di Dossena, ma c’è il solito problema ingaggio…

Il Napoli si è messo sulle tracce di Aleksandar Kolarov, terzino/esterno sinistro del Manchester City e della nazionale serba. C’è da superare però l’ostacolo ingaggio

26.05.2012 - La Redazione
Kolarov
Kolarov, esterno sinistro City (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – Aumentano le società in lizza per assicurarsi il terzino/esterno sinistro del Manchester City e della nazionale serba Aleksandar Kolarov. Dopo Milan, Inter e Juventus anche il Napoli si sarebbe messo sulle tracce dell’ex Lazio. Secondo alcune indiscrezioni circolanti nelle ultime ore il direttore sportivo, Riccardo Bigon, starebbe studiando il colpo per arrivare al nazionale dell’est, giocatore considerato ideale per le tattiche di Walter Mazzarri e soprattutto ottimo sostituto di Andrea Dossena, che a breve potrebbe lasciare per sempre Castelvolturno. Nessun problema dal punto di vista del cartellino, valutato circa 10/15 milioni di euro, e sviabile tramite formule agevoli, leggasi prestito con diritto di riscatto. Resterebbe da superare invece il solito ostacolo relativo all’ingaggio. Kolarov guadagna attualmente 3,8 milioni di euro netti all’anno e il tetto del Napoli si aggira attorno ai 2,5. Toccherà quindi al presidente Aurelio De Laurentiis capire se sia il caso o meno di alzare il salary cap magari tramite mosse ad hoc, i famosi bonus e premi da elargire solo nel caso in cui venissero raggiunti determinati obiettivi, successi, vittorie e via dicendo. Tra l’altro qualcosa di simile potrebbe accadere a breve per Edinson Cavani. Il nazionale uruguagio è attirato da sirene più che prestigiose, con Juventus e Real Madrid in prima fila, e il presidente partenopeo sarebbe pronto ad aumentare lo stipendio dell’ex Palermo fino a 4 milioni di euro netti all’anno compresi bonus. Una mossa che potrebbe scontentare parte dello spogliatoio ma che si renderà obbligatoria viste le proposte delle big del Vecchio Continente. Intanto non si placano gli interessi per il Sudamerica, nota terra di conquista del Napoli. Il capo osservatori, Maurizio Micheli, starebbe infatti visionando una serie di giocatori interessanti facenti parte della scuderia di Pablo Betancourt, lo stesso procuratore di Walter Gargano e di Gaston Ramirez. Continua a piacere ad esempio Facundo Piriz, centrocampista classe 1990 in forza al Nacional di Montevideo con il passaporto italiano che veleggia in orbita azzurra ormai da un paio d’anni a questa parte. Perso Sebastian Sosa del Cerro largo, considerato il nuovo Cavani, gli azzurri starebbero pensando a Gonzalo Bueno, 19enne anch’esso del Nacional di Montevideo.

Infine, spostandoci in Argentina, occhi su Nicolas Blandi, altro giovane talento in forza al glorioso club di Buenos Aires, i Boca Juniors.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori