CALCIOMERCATO/ Napoli, Lotito: è vero, gli azzurri hanno fatto un’offerta per Hernanes

- La Redazione

Trova conferma il retroscena di mercato dello scorso agosto circa un interesse concreto del Napoli nei confronti del centrocampista della nazionale brasiliana e della Lazio, Hernanes

hernanes_candreva
Hernanes e Candreva (infophoto)

Il Napoli ha realmente provato ad acquistare il Profeta Hernanes durante la scorsa finestra di trattative. Ad ammetterlo è Claudio Lotito in persona, il patron della Lazio, che interpellato da Canale 21 ha confermato quanto già era emerso durante le battute conclusive della scorsa sessione di mercato: «Hanno chiesto Hernanes – le parole del numero uno biancoceleste – facendo un’offerta non compatibile con il reale valore del giocatore. Ho spiegato a De Laurentiis che non era in vendita e il problema si è chiuso subito». Lotito ci tiene quindi a ribadire ancora una volta la forza della Lazio, che in estate, nonostante acquisti non proprio da urlo, è riuscita a trattenere tutti i gioielli capitolini, a cominciare proprio dalla stella più grande, il faro brasiliano di centrocampo. La permanenza di Hernanes a Formello rimane comunque ancora in dubbio. Il giocatore ha il contratto in scadenza al 30 giugno del 2015, non un termine che mette eccessiva pressione, ma comunque bisognerà provare a ridiscutere i dettagli dell’accordo attuale se si vorrà trattenere a Roma il giocatore.

Alla finestra, oltre al Napoli, vi sono le solite big d’Europa, a cominciare dal Paris Saint Germain e del Manchester City, e occhio anche al Barcellona, sempre attenta e vigile sui centrocampisti di qualità e dai piedi buoni. Lotito potrebbe nuovamente incontrate l’agente di Hernanes, Joseph Lee, nelle prossime settimane, per provare a fare chiarezza sul futuro del proprio giocatore. Nel frattempo il patron laziale è tornato sul caso Yilmaz e sulla scorrettezza degli agenti del bomber turco, che hanno chiesto commissioni per ben 2 milioni di euro: «Sono strumentalizzati. Se vengono da estrazione povera, il procuratore diventa colui che lo ha fatto esistere a livello calcistico e quindi il giocatore stesso abdica totalmente alle volontà del suo agente». La Lazio aveva già un accordo con il Galatasaray su una base di circa 14 milioni di euro più bonus e non se l’è sentita di versare altri due milioni di euro ai procuratori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori