Calciomercato Napoli/ News, Soprani (ag. FIFA): Pato è l’uomo giusto! E Mascherano…(esclusiva)

- int. Paolo Soprani

Calciomercato Napoli news, in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Paolo Soprani ha parlato del calciomercato del Napoli e in particolare dell’arrivo di Pato.

pato_orecchio
Alexandre Pato (Foto Infophoto)

Il Napoli è pronto a prendere diversi giocatori per rinforzare la rosa di Benitez in vista della prossima stagione. Uno dei possibili acquisti del Napoli potrebbe essere Alexandre Pato, centravanti brasiliano ex Mlan che piace ai dirigenti del club partenopeo. A centrocampo invece piace molto Mascherano, centrocampista argentino che è un vero pupillo di Benitez. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Paolo Soprani ha parlato del calciomercato Napoli. 
Pato nel mirino del calciomercato Napoli. Sponsorirebbe l’arrivo del Papero? Pato è un giocatore molto importante secondo me, il suo talento non si discute. Credo che una piazza come Napoli potrebbe aiutare il Papero.
Fosse nel Napoli lo prenderebbe? Assolutamente sì, Pato ha caratteristiche diverse da Higuain, quindi credo che per Benitez sarebbe il rinforzo ideale per i trequartisti riguardanti l’attacco.
Il Napoli sogna Mascherano a centrocampo… L’argentino è un giocatore determinante, è uno dei pochi che può dare equilibrio al centrocampo del Napoli. Per questo Benitez vuole puntare sull’argentino.
In difesa Benitez vuole determinati giocatori. Giusto puntare su un grande difensore? Benitez sa bene che non può puntare su difensori di livello basso, quest’anno il grande problema è stata proprio la difesa. Per questo si guarda sempre in Premier League.
Vertonghen, Vermaelen. Quali potrebbero essere i giocatori giusti? Questi citati sono grandi giocatori, Benitez vuole assolutamente puntare su di loro perché accanto ad Albiol serve un giocatore di grande livello.
Pandev verso l’addio… Goran Pandev non dovrebbe rientrare nel progetto di Benitez e quindi è giusto che vada via se il tecnico spagnolo vuole altri tipi di giocatori.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori