CALCIO/ Lazio, Andrè Dias: Ci serve un bomber

- La Redazione

Secondo Andrè Dias la Lazio avrebbe dovuto comprare un bomber. La squadra, ha detto, è tutta schierata con Reja anche se adesso, per raggiungere la Champions, si fa durissima

andre_dias_r400
Andrè Dias (foto ANSA)

Andrè Dias il duro. Il difensore brasiliano ha sferzato la Lazio, intesa come società, colpevole di non aver acquistato un attaccante durante il mercato di riparazione. “La Champions sta per svanire? Non è colpa di Reja, noi siamo tutti col mister – riporta Repubblica – La società piuttosto avrebbe dovuto comprare un bomber”. Per il ruolo i candidati sono Maxi Lopez e Gilardino; quest’ultimo in particolare raccoglie il gradimento del brasiliano: “Mi piace tanto l’attaccante viola”. Poi torna sul ko di Udine: “Abbiamo sbagliato tutti e anche io mi sono letteralmente mangiato un gol. Nessuno ha più responsabilità di altri”. Per la Champions is fa davvero dura: “Sono sincero. Ora sarà parecchio difficile riagguantare il quarto posto ma nel calcio può succedere di tutto. Dobbiamo crederci”. Dias rivolge un appello ai tifosi: “Dovete già guardare al prossimo anno perché comunque questa squadra è davvero forte. Non è chiaramente ancora ai livelli di Milan e Inter, ma può arrivare lontano”.

Tutti uniti dalla parte di Reja: “Il mister non ha nessuna colpa, tutto lo spogliatoio è dalla sua parte ma la società avrebbe dovuto comprare un bomber. Gilardino sarebbe stato perfetto. Ora – conclude Dias – dobbiamo vincere queste ultime due partite”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori