EUROPA LEAGUE/ Lazio, ecco i 20 convocati di Reja

- La Redazione

Edy Reja ha chiamato 20 giocatori in vista dell’impegno di domani contro il Vaslui, per la gara d’esordio in Europa League. In attacco ci sono Kozak, Rocchi, Cisse e Sculli.

tommaso_rocchi_r400-1
Tommaso Rocchi (foto Ansa)

Per la Lazio è la vigilia dell’esordio in Europa League. Domani la formazione biancoceleste sfiderà i rumeni del Vaslui, autentica mina vagante del girone. Una squadra pressochè sconosciuta ai più, che schiera in attacco una vecchia conoscenza del calcio italiano come il brasiliano Adailton. Reja ha avvertito i suoi: guai a sottovalutare il Vaslui. Gli aquilotti sono stati indicati da più parti come i possibili favoriti per la conquista dell’Europa League. Ma il mister, pur ringraziando, non vuole montarsi la testa. Preferisce volare basso ed affrontare una gara per volta, tenendo presente che la rosa allestita dalla società in estate è perfettamente in grado di sostenere al meglio tutte le competizioni. Oggi è stato comunicato l’elenco ufficiale dei convocati. Spicca l’assenza di Miroslav Klose, uscito malconcio dalla sfida con il Milan. Il tedesco è stato tenuto al riposo in vista dei prossimi impegni di campionato. Gli attaccanti a disposizione, dunque, saranno quattro: Cisse, Kozak, Rocchi e Sculli. A centrocampo ci sono tutti i grossi calibri, Hernanes compreso, mentre in difesa mancherà il rumeno Radu, ancora sulla via del recupero. Ecco di seguito la lista completa: Berardi, Bizzarri e Marchetti come portieri; Biava, Cavanda, Diakitè, Dias, Konko, Lulic, Zauri tra i difensori; Brocchi, Gonzalez, Hernanes, Ledesma, Matuzalem, Mauri nel settore di centrocampo e il quartetto Cisse-Kozak-Rocchi-Sculli in avanti. Oggi è stato giorno di conferenza stampa anche per il tecnico del Vaslui Viorel Hizo, che ha sottolineato che “per la prima volta arriviamo a giocare partite simili”. Hizo è un fautore del bel calcio e vuole insistere sulla ricerca del gioco pure su un campo difficile come quello dell’Olimpico: “Non siamo qui per fare le barricate, cerchiamo di mantenere un buon livello di gioco”. Il tecnico dei rumeni non teme nemmeno la pressione: “Chi non la regge, non è adatto a scendere in campo”. Accanto a lui, in conferenza, c’era pure Adailton, che ha espresso la propria felicità per il ritorno nel nostro paese. Reja lo ha definito “pericoloso”, cosa che ha inorgoglito molto l’ex-bolognese: “Cercherò di confermare sul campo la sua sensazione”. Per la difesa biancoceleste si annuncia, dunque, un lavoro non da poco. L’Olimpico proverà a trascinare i suoi beniamini, che vogliono iniziare al meglio la campagna d’Europa.

Ai gol ci penseranno Cisse e Rocchi che, molto probabilmente, verranno innescati dalla regia cadenzata ma deliziosa di Hernanes. Reja si aspetta una grande Lazio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori