CALCIOMERCATO/ Lazio, Reja annuncia interventi a centrocampo

- La Redazione

Il tecnico biancoceleste ha confermato che la società è al lavoro per cercare un nuovo centrocampista. Presto, nei prossimi giorni, potrebbero esserci novità…

edy_reja_r400
Edy Reja, tecnico Lazio (Foto Infophoto)

Edy Reja non vede l’ora di abbracciare qualche nuovo rinforzo. Soprattutto nel settore di centrocampo, falcidiato da infortuni e squalifiche. La società, ha spiegato oggi il mister, è all’opera per cercare un giocatore da affiancare a Gonzalez, Ledesma e Lulic, costretti ad un super-lavoro, viste le tante indisponibilità. In questo momento, parole sue, Reja ha molti difensori e pochi centrocampisti. Dunque, in vista del prossimo match di Coppa Italia contro il Milan, ci sarà poco turnover: le scelte sono praticamente obbligate. Per di più, come se non bastasse, Ledesma ha una caviglia gonfia e pure Alfaro: “La sfortuna è veramente tanta”, ha commentato amaramente l’allenatore. Con i tanti impegni ravvicinati, è impensabile, quindi, che la Lazio concluda la sessione di mercato senza fare qualche ‘regalino’ a Reja. Che non ha bussato solo a rinforzi ma ne ha approfittato per puntare il dito contro l’arbitraggio di Rizzoli in Inter-Lazio di ieri sera. “Ci sono stati due pesi e due misure”, ha tuonato il goriziano, che è sembrato quasi rassegnato di fronte al ripetersi di certi episodi nelle gare con le big. Molto grave in particolare, a suo dire, l’ammonizione comminata al brasiliano Andrè Dias, punito alla prima scorrettezza, mentre sull’altro fronte Samuel, che ha commesso tre falli consecutivi, è stato del tutto risparmiato. Forse in casi simili bisogna protestare di più, alzare la voce, ma non è costume dei miei giocatori, ha sottolineato Reja: “Una volta fischiato non cambia nulla e poi se protestiamo ci ammoniscono”. I complimenti fatti ai biancocelesti rischiano solo di amareggiare ancor più la squadra, che, oggettivamente, non meritava assolutamente la sconfitta. Basti ricordare il palo colpito da Rocchi, il possibile 2-2 fallito da Klose “per una zolla”, fa notare il mister, e tanto altro. I nerazzurri, comunque, un grosso merito ce l’hanno: quello di riuscire a vincere anche giocando male, sfruttando al massimo gli episodi. Basta un piccolo errore e loro ti condannano. La mia Lazio invece, ha concluso Reja, deve ancora crescere sotto il profilo della maturità e della consapevolezza. Serve più sangue freddo, insomma, nel gestire le partite.

Lotito, intanto, ha preso appunti: è pronto a colmare le lacune della rosa. La stagione, complessivamente, rimane buona, ma potrebbe diventare ottima con i rinforzi giusti…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori