Calciomercato Lazio news/ Soprani (ag. FIFA): Matri o Quagliarella per l’attacco. Petkovic, scelta inevitabile (esclusiva)

- int. Paolo Soprani

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Paolo Soprani ha parlato del calciomercato della Lazio e in particolare del possibile arrivo di un attaccante.

quagliarella_dito
Fabio Quagliarella ha segnato all'andata (infophoto)

La Lazio ha cambiato allenatore e ha deciso di puntare su Reja al posto di Petkovic. Ora però il presidente Lotito dovrà regalare al tecnico goriziano qualche acquisto di calciomercato importante sia in difesa che a centrocampo. Per quanto riguarda il reparto difensivo a Reja piace moltissimo il calciatore del Napoli Paolo Cannavaro con cui ha già lavorato benissimo a Napoli. Per l’attacco potrebbe esserci un grande colpo di calciomercato, ovvero Matri dal Milan o Quagliarella dalla Juventus. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Paolo Soprani ha parlato del calciomercato della Lazio. 
La Lazio ha deciso di cambiare Petkovic con Reja. Che ne pensa? Io credo che Petkovic sia sempre stato un allenatore importante che ha fatto molto bene. Però penso sia stata una decisione inevitabile.
Come mai? La scelta di accettare l’offerta della Svizzera ha portato una situazione paradossale per quanto riguarda la Lazio e quindi Lotito ha pensato di cambiare tutto.
Alla Lazio servirebbe una scossa da parte di qualche giocatore non crede? Penso di sì perché la Lazio ha bisogno di ritrovare dei giocatori importanti in questo momento, soprattutto Hernanes e Marchetti.
Colpa dei rumors di calciomercato? Io credo che la Lazio abbia perso fiducia per colpa di molti risultati negativi così come le prestazioni di alcuni giocatori.
In difesa potrebbe arrivare Cannavaro dal Napoli. Che pensa? Reja conosce molto bene Cannavaro, credo che potrebbe essere una carta giusta per il club partenopeo.
In attacco servirebbe un grande giocatore? 

Si sta parlando molto di Quagliarella, sarebbe perfetto per giocare con Klose. Ma attenzione anche alla situazione di Matri.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori