Carlo Freccero/ “Covid strumento dell’élite mondiale per togliere potere al popolo”

- Alessandro Nidi

Carlo Freccero interviene ancora una volta sul Grande Reset e sulla pandemia di Coronavirus: “Covid primo atto del Governo Mondiale”

carlo freccero bruno vespa
Carlo Freccero (Lapresse)

Carlo Freccero, giornalista, è intervenuto sulle colonne de “La Verità” in edicola oggi, lunedì 27 settembre 2021. Subito, l’intervistato si è concentrato sulla propaganda pro vax, che, a suo dire, sarebbe tutta concentrata sulla televisione: “Data la sua passività, il pubblico televisivo tende naturalmente ad abbracciare le tesi istituzionali, tanto da arrivare a difenderle come proprie e ad aggredire i negazionisti. Viceversa, i social, nonostante l’apparato imponente messo in campo, non sono riusciti ad arginare la circolazione interna di messaggi eretici, costruiti in modo da ingannare gli algoritmi. Diciamo che una minoranza esiste, ma andrebbe progressivamente incrementata politicamente”.

Le élite, quindi, per prima cosa depotenziano e svuotano le istituzioni democratiche: “È un processo lento, che nasce come reazione alle vittorie sociali degli anni Settanta. Da allora parte un lungo lavoro per screditare la democrazia. Perché tutto funzioni, bisogna dare spazio all’esecutivo, spesso imposto come governo tecnico di banchieri appartenenti all’élite, e ridimensionare il Parlamento, che è il teatro della democrazia e della rappresentanza popolare”.

CARLO FRECCERO CONTRO IL GRANDE RESET: “COVID OCCASIONE IRRIPETIBILE”

Carlo Freccero, ancora su “La Verità”, ha criticato il Grande Reset, sottolineando che “il Covid è l’occasione irripetibile per mettere finalmente in atto i grandi miti delle élites. Come, appunto,
l’economia verde. In quanto all’accelerazione dell’agenda di cui siamo testimoni, è la crisi economica ad aver amplificato la pandemia”. Ci sarebbero anche date e riferimenti precisi a supportare queste teoria raccontata dal giornalista: “Nel mese di settembre 2019 l’economia globale arriva a un punto di non ritorno. Per salvare le banche dal fallimento, le banche centrali avevano inondato il mercato di denaro. Liquidità che potrebbe causare inflazione”.

A quel punto, ha rimarcato ulteriormente Freccero, sarebbe scattata l’idea di impedire alla popolazione di spendere moneta grazie alla pandemia, tenendo le persone bloccate nelle proprie abitazioni a tal fine. “La sincronia con cui questi eventi si manifestano in tutto il mondo a causa del Covid, mi fa dedurre che si tratta del primo atto del Governo Mondiale”, ha concluso Freccero senza troppa retorica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA