Carlos Trovarelli nuovo ministro frati minori/ 120esimo successore di San Francesco

- Paolo Vites

Eletto il 120esimo successore di San Francesco alla guida dei Frati Minori di Assisi

carlos trovarelli yt
Carlos Trovarelli

Anche San Francesco ha i suoi successori, responsabilità enorme prendere il ruolo di un tale gigante della fede. Ma d’altro un carisma che non ha mai cessato di operare nei secoli dopo la sua morte, abbisogna di figure che prendano tale carica. Ad Assisi oggi è stato eletto padre Carlos Alberto Trovatelli, nuovo Ministro generale dell’Ordine dei Frati minori conventuali, il 120esimo successore di San Francesco.   “È un onore essere il successore di San Francesco ed essere il padre di una grande fraternità” ha detto fra Carlos Trovarelli. “Ho chiesto al Santo di Assisi l’aiuto del suo spirito. Ai frati chiederò di lavorare e pensare insieme, di guardare sempre il Vangelo e al modo in cui San Francesco ha vissuto il Vangelo”. Il padre ha anche già delineato i primi impegni a cui vuole mettere mano: “la fraternità, la ristrutturazione dell’Ordine, gli aggiornamenti nello stile di vita, uno sguardo verso la società e domandarsi cosa quest’ultima chiede a noi francescani”.

E’ ARGENTINO IL NUOVO MINISTRO DELL’ORDINE

Come si deduce dal nome, padre Carlos Trovatelli non è italiano, ma è nato in Argentina, guarda caso proprio come papa Francesco. Continua dunque l’esperimento di portare ai vertici delle varie istituzioni cattoliche uomini del Sudamerica, portatori di una visione della fede umanissima e concreta, spesa con i poveri e per i poveri, in condizioni difficili come le tante dittature militari che hanno segnato il continente. Padre Carlos appartiene alla provincia “Rioplatense” di Sant’Antonio da Padova in ArgeNtina e Uruguay. Nato nel 1962, è stato fatto sacerdote nel 1995. Il direttore della sala stampa padre Fortunato ha commentato che “L’intera fraternità ringrazia il Signore e il serafico Padre San Francesco per fra Carlos Trovarelli e si stringe attorno a lui per il suo importante servizio”. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA