CESARE CREMONINI/ “Il futuro è diverso da come lo pensavo” (Che tempo che fa)

- Emanuele Ambrosio

Cesare Cremonini ospite a Che tempo che fa per lanciare il nuovo tour negli stadi annuncia tante novità: “il futuro è arrivato molto in fretta”

Cesare Cremonini Frame1280
Cesare Cremonini

Cesare Cremonini è uno degli ospiti di Che tempo che fa, il talk show di successo condotto da Fabio Fazio su Rai1. Il cantautore bolognese, a pochi mesi dalla pubblicazione di “Possibili Scenari per pianoforte e voce”, ha annunciato un nuovissimo tour negli stadi previsto per l’estate 2020. Un tour annunciato a sorpresa proprio sui social e trainato dall’hashtag #Cremonini2C2STADI. Ma non finisce qui, visto che Cremonini ha rivelato a tutti i fan che il 26 maggio ci saranno tante novità, che riguarderanno sicuramente i suoi progetti futuri. Non è dato sapere, ma con molta probabilità il cantautore è pronto a pubblicare un nuovo disco di inediti considerando anche cosa ha scritto sui social: “Significa che il futuro è arrivato molto in fretta ed è diverso da come ce lo eravamo immaginati. Io da bambino lo pensavo pervaso di sentimenti cosmici, rigurgitante di palazzi alti più delle nuvole e multiformi tra cui sarebbero sfrecciate automobili volanti, guidate da esseri umani identici l’uno all’altro. Immaginavo i cantanti del futuro ossessionati da pettinature bizzarre: l’unico modo rimasto per distinguersi l’uno dall’altro. 20 sono gli anni della mia vita in musica. 20+20 il mio primo fantastico tempo”

Cesare Cremonini: “Nascono nuove grandi canzoni”

Un nuovo progetto in arrivo per Cesare Cremonini che, lo scorso marzo, sempre tramite i social aveva condiviso con i fan la notizia: “Nascono nuove grandi canzoni”. L’annuncio del nuovo tour negli stadi per il 2020 ha naturalmente mandato in visibilio i tantissimi fan che ha voluto ringraziare pubblicamente con un lungo messaggio sui social: “Grazie di cuore per l’entusiasmo che dimostrate. È davvero importante per me e per tutte le persone che lavoreranno fino al 2020 a questo grande progetto LIVE. Da qui in avanti ci saranno solo belle notizie! Domenica 26 Maggio saprete tutte le date, il giorno di apertura delle prevendite e altri grandi notizie del #Cremonini2C2CSTADI. Divertiamoci in questa vita ragazzi, ce lo meritiamo!”. Per Cremonini non sarà la prima volta di un tour negli stadi italiani considerando che, nel 2018, il cantante ha radunato più di 150 mila persone.

Cesare Cremonini su Giorgio Gaber

Recentemente Cesare Cremonini ha parlato anche della figura di Giorgio Gaber in occasione dell’evento Milano per Giorgio Gaber dove ha rilasciato una lunga intervista a Marinella Venegoni de La Stampa. Parlando del genio Signor C, Cremonini ha detto: “ho conosciuto Gaber a ventitré, ventiquattro anni, dopo una sbornia molto grande, quella della mia carriera. Dopo il boom dei Lùnapop ero un imbecille incredibile”. Il cantautore ha raccontato il grande successo con i Lunapoo: “Il successo ti stordisce, non capisci se sei al centro dell’universo o se è tutta un’illusione. E non capisci nulla per un po’ di anni. Quando mi sono ripreso ho iniziato a riprendere in mano me stesso e mi sono trovato impreparato. Ero diventato solista e in Italia, quando vuoi diventare un cantautore, sei costantemente paragonato ad alcuni grossi nomi”. La carriera da solista all’inizio  non stata facile: “non ce l’avrei mai fatta se non mi fossi messo alla ricerca di padri. Gaber lo è stato per me: mi ha appassionato così tanto anche perché era un vero musicista. Una persona che non si era inventato una poetica partendo esclusivamente dai propri pensieri. Non ci si improvvisava musicisti, al tempo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA