Chico Forti, lettera a Jo Squillo e Signorini/ “GF VIP siete la mia fenice mediatica”

- Emanuele Ambrosio

Chico Forti scrive una lettera indirizzata a Jo Squillo e al Grande Fratello Vip 2021: “grazie per il sangue che mi avete iniettato nelle vene”

jo squillo gfvip2021 640x300
Jo Squillo al Grande Fratello Vip 2021

Chico Forti scrive una lettera indirizzata a Jo Squillo e al Grande Fratello Vip 2021. Da alcuni giorni la concorrente aveva iniziato lo sciopero dalla fame chiedendo notizie quanto prima sul trasferimento di Chico Forti dagli Stati Uniti d’America all’Italia. Un trasferimento atteso da diversi mesi, ma di cui non si parlava da tempo. La conduttrice e icona, consapevole del potere mediatico di un programma come quello del GF VIP, ha pensato bene di utilizzare il mezzo televisivo per riaccendere i riflettori su un tema così importante e delicato come quello dell’ex produttore televisivo e velista italiano innocente, ma condannato all’ergastolo senza prove per un omicidio da 22 anni.

Una condanna che da 22 anni aspetta una risposta, visto che non ci sono prove contro l’ex imprenditore italiano che dallo scorso dicembre ha avuto il lasciapassare dal governatore della Florida sul trasferimento in Italia per finire di scontare la pena nel suo Paese come previsto dalla Convenzione di Strasburgo. Purtroppo la burocrazia Usa e la pandemia hanno rallentando l’iter. Per questo motivo Jo Squillo all’interno della casa del GF VIP ha pensato di rilanciare la questione con un gesto molto forte come lo sciopero della fama.

Jo Squillo e la lettera di Chico Forti al Grande Fratello Vip 2021

Un gesto forte, ma riuscito quello di Jo Squillo visto che Alfonso Signorini ha ricevuto una comunicazione da parte della Farnesina che ha informato sulla questione: “La Farnesina continua a perseguire con il massimo impegno – in particolare attraverso l’Ambasciata a Washington – ogni possibile canale che possa condurre prima possibile ad una soluzione di questa triste e difficile vicenda. Proprio in questi giorni si stanno intrecciando dei contatti ad alto livello che dovrebbero portare a dei chiarimenti in grado di favorire il trasferimento in Italia di Chico”.

Poi Alfonso Signorini legge una parte della lettera di Chico Forti indirizzata a lui e Jo Squillo: “non ho la fortuna di conoscervi personalmente, ma dopo essere stato inondato di messaggi relativi al vostro interessamento, tu e Jo siete la mia fenice mediatica. A breve ti stringerò la mano con un abbraccio, intanto ti auguro in bocca alla balena, grazie per il sangue che mi avete iniettato nelle vene. Grazie”. Per Jo parole di grande affetto: “come personaggio e come amica, insieme ai milioni di telespettatori del Grande Fratello, mi hai ridato la voce con le corde vocali recise. Ti saluto con un pugno di parole di Elie Wiesel che, come Ghandi e Mandela, è un indiscusso paladino della libertà… Un pugno che senza colpire, immancabilmente, riesce ad avere un effetto positivamente devastante nel cuore di chi ascolta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA