Cina, virus misterioso: febbre e problemi respiratori/ “Malattia mai vista prima”

- Davide Giancristofaro Alberti

Cina, un virus misterioso ha colpito 59 pazienti negli scorsi giorni, con febbre e problemi respiratori: medici al lavoro per scoprire da dove deriva

Miniera in Cina
Cina, immagine repertorio (Twitter, 2019)

Epidemia di polmonite in Cina, con dozzine di persone che si sono ammalate negli ultimi giorni, a causa di un virus ritenuto al momento ancora misterioso. Secondo quanto riferito da alcuni funzionari medici, come riportato dall’Associated Press, a 59 persone è stata diagnosticata lo scorso 5 gennaio una malattia misteriosa, e il ceppo sembra provenire da Wuhan, la capitale della provincia cinese di Hubei. Tutti i pazienti presentano sintomi come febbre e problemi respiratori, e sette di essi si trovano attualmente in condizioni molto critiche. Al momento si sta cercando di comprendere da dove arrivi questa malattia, e i medici stanno procedendo per esclusione, depennando un nuovo ceppo di influenza o un adenovirus. Vi sono invece meno certezze in merito al fatto che il virus sia lo stesso della Sars, una grave sindrome respiratoria che ha avuto il suo picco nel 2002, facendo ammalare più di 8000 persone, con oltre 700 che morirono soprattutto in Cina e ad Hong Kong.

CINA VIRUS MISTERIOSO: “UNA NUOVA MALATTIA MAI AFFRONTATA PRIMA”

Leo Poon, esperto di sanità pubblica presso l’università di Hong Kong, ha specificato, parlando al New York Times: “Devo sottolineare che si tratta di una nuova malattia, e nessuno sulla terra l’ha mai affrontata prima”. Nel frattempo sembra che il governo cinese non voglia che se ne parli fin troppo, e come riportato dal tabloid britannico Guardian, pare che il Politburo abbia censurato un hashtag molto popolare che era apparso il mese scorso, in concomitanza con i primi casi emersi, leggasi #WuhanSARS. Già nel 2002 la Cina fece lo stesso, cercando di nascondere l’infezione di Sars fino all’esplosione incontrollata. Ci sono comunque delle buone notizie, a cominciare dal fatto che nessun dottore si sia ammalato, di conseguenza la malattia non sembra di facile trasmissione. Più probabile invece che si tratti di un virus preso da qualche animale, magari nel mercato all’ingrosso di frutti di mare di Huanan a Wuhan, chiuso la scorsa settimana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA