MAURIZIO CROZZA/ Ballarò, il video: il robot Mario Monti, Buffon sale al Colle. Puntata 15 novembre 2011

- La Redazione

La copertina satirica del comico genovese ha aperto la puntata del talk di Giovanni Floris. Nel mirino di Crozza, il nuovo Premier. Temi trattati: pensioni, Ici e patrimoniale

ballaro_crozza1R400
Immagine d'archivio

Maurizio Crozza, la copertina satirica di Ballarò, video puntata 15 novembre 2011. Maurizio Crozza ha aperto la puntata di Ballarò con la satira: nel mirino del comico genovese Mario Monti, il portiere dell’Italia Gianluigi Buffon, Silvio Berlusconi e molti altri che scoprirete divertendovi con il video alla pagina seguente. Crozza apre con Buffon, che ieri è salito al Colle con tutta l’Italia del calcio per incontrare il Presidente Giorgio Napolitano: “Sentire Buffon che parla di politica sarebbe come vedere Umberto Eco che canta a X Factor”. Poi inizia a parlare di Monti. “Monti c’è. Per Crozza “E’ un preciso. Cammina con le pattine anche per strada, lucida tutta via Veneto. Quando fa l’ellemosina in chiesa chiede la ricevuta, quando vede passare una bella ragazza la prima cosa a cui pensa è: l’avrà compilato il Censimento Istat?”. Secondo il comico genovese il capo del Governo tecnico sembra un robot: “Sciolgo la riserva, salgo al Colle, sciolgo il Colle, salgo alla riserva. Questo Monti si autodistruggerà entro il 2013”. Crozza propone poi a Maurizio Lupi, ospite della puntata, di fare un accordo con Walter Veltroni, anche lui in studio: “mettete un Letta a testa e fate un Letta a due piazze”. Non poteva mancare una battuta su Berkusconi, che “non lascia ma raddoppia”. Poi una considerazione sull’Europa: il comico dice che dal momento tutti gli stati europei sono in difficioltà, perchè non è la Germania a fare un passo indietro? E fa un caloroso invito alla Cancelliera Angela Merkel: “Non dico di fare i festini con i giolò, ma beviti un mohito Merkel!”. Poi le prime i8ndiscrezioni sui nomi dei ministri del Governo Monti: “sono così famosi che oggi Wikipedia ha detto: clama, ci stiamo informando anche noi”. A Ballarò si è parlato di reintrodizione dell’Ici, di pensioni, della tassa partrimoniale e della situazione critica in cui si trovano le banche, con conseguenze pesanti per risparmiatori e imprese. Il programma di Giovanni Floris è stato seguitissimo dai telespettatori italiani: ha catturato una platea di 5.104.000 spettatori, raggiungendi il 19,26% di share. Il talk è stato superato solo dalla partita dell’Italia, che ha raccolto circa 8 milioni di telespettatori. Alla pagina seguente il video della copertina satirica di Ballarò.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori