LUCIANA LITTIZZETTO/ Che tempo che fa: le battute sull’addio di Emilio Fede e sul libro di Schettino. Video

Anche in questa domenica televisiva si è conclusa una nuova puntata di “Che Tempo Che Fa” con l’intervento della frizzante e ironica Luciana Littizzetto. Vediamo il video delle sue battute

02.04.2012 - La Redazione
fede-R400
Foto Infophoto

Anche in questa domenica televisiva si è conclusa una nuova puntata di “Che Tempo Che Fa” con l’intervento della frizzante e ironica Luciana Littizzetto. Scherza con Fabio Fazio con la sua bandana che gli circonda la testa come se fosse “un presidente del consiglio in vacanza”, la prende in giro il conduttore. La comica, reduce dalla prima serata di amici di Maria de Filippi dove è stata ospite dando vita a simpatiche gag con la complicità di Belen Rodriguez. Punzecchia, come sempre fa, il povero Fabio Fazio. Si parte subito con la prima notizia. Una recente polemica vede protagonista Alessia Marcuzzi che ha avuto l’ardire di indossare la stessa cintura in due puntate del “Grande Fratello”. Lucianina, come ama chiamarla Fazio, dice di approvare questa scelta della Marcuzzi in tempo di crisi. La seconda notizia riguarda Emilio Fede, recentemente licenziato dal TG5 “alla sola età di ottant’anni” commenta sorridente la Littizzetto. Forse il motivo è anche da addurre al fatto che Emilio avrebbe portato dei soldi in Svizzera chiusi in una valigetta. Nemmeno in Svizzera, dove peraltro prendono qualsiasi cosa, hanno voluto l’euro, a conferma di come male sia messi. Altra notizia è che il comandante della nave Costa Concordia, Simone Schiettino pubblicherà un libro dove racconta la sua verità pubblicato da una casa editrice americana. “Non vedo l’ora di perdermelo, oppure di entrare in una libreria e non comprarlo” gioca che le parole Luciana. E ancora: “Se scrive come guida la nave, si leggerà inclinato di 90 gradi”. Pare inoltre che ci sia un capitolo intero dedicato alla moldava. Ma quello che più incuriosisce la nostra comica non è tanto il fatto che Schiettino scriva un libro, ma che ci sia qualcuno che lo compri. Rapidamente ci spostiamo a Como dove la città è stata invasa dai piccioni. L’assessore comunale alla cultura ha indetto un corso per la cittadinanza per insegnare a sparare ai piccioni. “A Como l’assessore alla cultura è anche l’assessore alla caccia” si stupisce Luciana e come se non bastasse si chiama Signor Mario Colombo. “Come se ci fosse un Dott. Cernia che pesca le acciughe” non può far a meno di scherzarci su. Il problema è che si è scatenato una polemica e che gli animalisti si sono scagliati contro il povero Colombo. La polemica si è ingigantita e sono arrivate perfino lettere minatorie all’assessore. La soluzione che Luciana propone è che lui si vestiti di stracci e spaventi i piccioni, si avrebbe così il primo caso di Colombo che spaventa i piccioni. Mentre dà le sue notizie mostra l’anello a forma di scimmia, senza poter fare a meno di sottolineare la somiglianza con Fabio Fazio. Infine si rivolge al presidente del Consiglio Monti che esce a parlare a telefono con Cicchitto mentre il presidente Obama lo osannava, come se lei rispondesse a Fabio Fazio mentre sta con Bechkman. Il consiglio di Luciana per Monti è: “Quando ti chiama Cicchietto o qualcun altro fai l’effetto galleria oppure rispondi e fingi che sia caduta la linea”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori