WIND MUSIC AWARDS 2012/ Multiplatino per Alessandra Amoroso, Laura Pausini, Tiziano Ferro e Ligabue. E l’Arena esplode video

- La Redazione

Serata musicale con grandi star della canzone italiana ieri sera su Rai Uno. Conti e incontrada dall’Arena di Verona hanno condotto i WMA 2012. Il racconto e i video

programmitvR400
Fonte: Fotolia

Ai Wind music Awards 2012, in onda ieri sera su Rai Uno, il pubblico dell’Arena di Verona è letteralmente esploso quando ha visto sul palco i cantanti a cui, durante la serata presentata da Carlo Conti e Vanessa Incontrada, è stato assegnato il premio Multiplatino (video alla pagina seguente) per le oltre centoventimila copie vendute. Tra questi Alessandra Amoroso (ora a New York per un periodo di studio del canto gospel), che ha acceso i suoi fan con il brano Ciao. Aanche quest’anno, per lei, è multiplatino con l’album “Cinque passi in più”. Il premio le è consegnato dall’attore Roberto Farnesi (recentemente in tv con Le tre rose di Eva). Prima di Alessandra Amoroso, è stato l’amatissimo cantante Tiziano Ferro, artista che, grazie al suo singolo, è in classifica da più di un anno: sul palco dei WMA ha cantato “La differenza tra me e te”: a premiarlo l’attrice Francesca Neri, che gli ha consegnato la statuetta per il “Cd multiplatino”. Grande protagonista dei WMA Laura Pausini, che dopo aver canto la sigla di apertura Io canto, è ritornata per eseguire il brano “Le cose che non mi aspetto”, singolo tratto dall’album “Inedito”. Ed è proprio quest’ultimo lavoro ad essere omaggiato con il premio “Cd Multiplatino”: a consegnare la statuetta c’è una cara amica della cantante anche nella vita, l’attrice Vittoria Belvedere. Prima di lasciare il palco Laura dedica alcuni minuti di solidarietà alla sua terra: l’Emilia Romagna. E tra la commozione, ricorda anche un altro “frutto” scomparso di quella terra: Lucio Dalla. Applausi di commozione e di trasporto giungono da tutti. Il ritmo della kermesse canora trasmessa da Rai Uno è stato serrato: sul palco, introdotta dai conduttori, è salita anche l’attrice Isabella Ferrari, che per presentare un grande artista si è servita di alcune poesie sulla notte: ma citando Neruda ed Emily Dickinson non riesce a fare centro… E’ quando recita “Certe notti”, di un tale Luciano Ligabue, che l’Arena, immersa nell’atmosfera delle luci soffuse, letteralmente esplode. Le chitarre intonano il suo ultimo singolo “Sotto bombardamento”, tratto dall’album “Campovolo 2011″(premiato anche lui con il multiplatino). L’artista, promettendo di rimanere “in zona” per il gran finale, parla proprio della data di Campovolo, definito dai fan e dagli addetti ai lavori “Il concerto perfetto”, coi suoi 110 mila partecipanti. Ed è stato Luciano Ligabue a chiudere la serata salutando l’Arena con il brano Buonanotte all’Italia (video alla pagina seguente).  

 

Continua

 

Continua…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori