UN’OTTIMA ANNATA/ Trama: Russell Crowe e Marion Cotillard innamorati fra i vigneti della Provenza. Stasera su Canale 5

- La Redazione

In Francia per assistere all’apertura del testamento dello zio Henry, Max Skinner, interpretato da Crowe, ritrova gli amici e i conoscenti delle spensierate vacanze della sua gioventù. 

Fotolia_telecomando_R439
Fotolia
Pubblicità

Un film romantico sullo sfondo di una Francia da cartolina fra vigneti e piccoli bistrot. E’ quello che propone il film che andrà in onda, questa sera in prima serata alle 21.20, su Canale 5 dal titolo Un’ottima annata. La pellicola del 2006 è tratta dal romanzo omonimo di Peter Mayle e vede dietro la macchina da presa il regista Ridley Scott che dopo Il Gladiatore torna a dirigere Russell Crowe. Nel cast, anche Abbie Cornish, Albert Finney e Marion Cotillard nella sua seconda pellicola statunitense, dopo Big Fish – Le storie di una vita incredibile. L’attrice è nota soprattutto per la sua interpretazione della cantante dith Piaf in La vie en rose che le valse, tra gli altri riconoscimenti, l’Oscar alla miglior attrice, un BAFTA alla migliore attrice protagonista, un Premio César per la migliore attrice e un Golden Globe per la migliore attrice in un film commedia o musicale. Una piccola curiosità: In una scena del film, quando Max arriva al vigneto per la prima volta, il protagonista (Russell Crowe/Max) si china, raccoglie un po’ di terra, se la strofina sulle mani e l’annusa. Questa scena è un omaggio ad un altro film di Ridley Scott con Crowe (Il Gladiatore), scena che Russell Crowe ripete anche in Robin Hood. Ma andiamo a scoprire la trama di questa pellcola. Al broker Max Skinner (Russell Crowe), un acuto uomo d’affari di Londra pare tutto vada a gonfie vele. Un giorno il suo amato zio Henry (Albert Finney) muore senza lasciare un testamento e Max si ritrova unico erede della tenuta con vigneto in Provenza, dove aveva trascorso gran parte della sua infanzia poiché orfano. Parte dunque alla volta della nuova eredità inizialmente intenzionato a venderla e a capitalizzarne il valore. Mentre guida per le strade della Provenza parlando al cellulare, investe senza rendersene conto una donna, Fanny Chenal (Marion Cotillard), la proprietaria del bistrot del paese. Il giorno dopo deve ripartire per Londra, e mentre fotografa la tenuta per i possibili compratori cade per sbaglio in una piscina vuota e viene raggiunto da Fanny, che per vendicarsi della botta riempie la piscina. 

Dopo alcune ore Max riesce ad uscire, ma il suo incontro a Londra è saltato ed è stato sospeso una settimana, che dovrà trascorrere nella tenuta di suo zio. Successivamente riceve la visita di Christie, una ragazza americana che dice di essere la figlia di Henry. Lentamente, vivendo nei luoghi in cui era cresciuto, riscopre i valori che lo zio aveva cercato di insegnargli, e questi, insieme all’amore, lo trasformeranno da astuto ed insensibile business-man ad uomo capace di apprezzare i piccoli piaceri della vita che si è lasciato sfuggire troppe volte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori