ELEMENTARY/ Ultima puntata: Holmes e Watson incastrano Moriarty

- La Redazione

Nell’ultima puntata della prima stagione di Elementary, Sherlock Holmes e Watson scoprono chi si cela dietro l’identità di Moriarty. L’investigatore riuscirà a fermarla?

telecomando_R439
InfoPhoto

Ieri sera, sabato 26 ottobre, è andata in onda l’ultima puntata della prima stagione di “Elementary”, la serie che ha riproposto in chiave moderna le vicende di Sherlock Holmes. Prima di scoprire quando andranno in onda gli episodi della seconda stagione, rivediamo cosa è successo nel finale. Senza mostrare alcun tentennamento, Irene (Natalie Dormer) conferma lintuizione di Sherlock Holmes (Jonny Lee Miller): è lei Moriarty e luomo con cui Sherlock ha parlato al telefono è uno dei suoi fedeli assistenti che da anni interpreta il ruolo di Moriarty per proteggere lidentità del suo capo. La donna inoltre rivela di aver sedotto Sherlock e poi di aver finto la sua morte semplicemente per distrarre la sua attenzione, poiché già in passato Holmes, collaborando con Scotland Yard, aveva mandato allaria diversi suoi piani. Decisa inizialmente a ucciderlo senza troppo clamore, sin dal momento in cui si erano conosciuti Moriarty aveva cominciato a provare per lui una certa curiosità e un certo interesse per una mente così complicata e tanto simile alla sua da ritenere un peccato distruggerla. E tuttavia, avendo avuto modo di studiarlo sotto la falsa identità di Irene Adler, Moriarty si era resa conto di essere migliore di Holmes e che lui non rappresentava affatto la minaccia che lei aveva creduto allinizio, per questo aveva deciso di risparmiargli la vita a Londra e di riprendere indisturbata i suoi affari. La sua dipendenza dalla droga le aveva, infatti, dimostrato quanto fosse inferiore a lei. Moriarty dice di essere tornata per pura curiosità dopo aver saputo che Sherlock aveva concluso con successo la sua riabilitazione, ma Holmes è convinto che labbia fatto solo perché si era accorta che lui si stava avvicinando a scoprire uno dei suoi piani e quindi voleva portarlo via dal Paese prima che il suo nemico mandasse tutto allaria per lennesima volta. Quando però Sherlock le chiede di ucciderlo subito, lei gli confessa che non ha intenzione di farlo però, se non la lascerà vincere, lo farà soffrire molto più di quanto non abbia già fatto in passato. Moriarty si allontana e poco dopo Watson (Lucy Liu) torna a casa trovando Holmes seduto in poltrona ad attendere che lei gli rimuova la pallottola dalla spalla e gli suturi la ferita, chiedendo che non gli somministri alcun analgesico per il timore di ricadere nellassuefazione e non essere lucido abbastanza da sventare il piano di Moriarty. Holmes comincia a unire i vari tasselli, dallacquisizione del Taggart Speakeasy, allarresto del capo della Sutter Risk Management, al ritrovamento di due cadaveri rinvenuti in possesso di cellulari col sistema operativo modificato come quelli di Sebastian Moran e Daniel Gottlieb. In uno dei cellulari, Holmes trova un messaggio in codice identico agli sms inviati da Moriarty e, nonostante il Comandante Gregson (Aidan Quinn) voglia sospenderlo perché preoccupato che il caso diventi una vendetta privata, riesce a decifrarlo ottenendo un importantissimo indizio: BN23 Sole Macedone. Dopo una sfiancante riflessione, Holmes viene a capo dellindizio scoprendo che il Sole Macedone è una nave portacontainer autorizzata a operare nella Baia 23 Nord del porto di New York e appartiene alla flotta della Hellenic Exporters, società che fa capo a Christos Theophilus (Arnold Vosloo) detto il Narvalo. Luomo in passato è stato uno dei principali contrabbandieri marittimi dEuropa ma ora sembra essersi redento diventando proprietario di una società di spedizioni internazionale e finanziatore di fondazioni benefiche greche. Durante una perquisizione improvvisa, sul Sole Macedone viene ritrovata una coppia di lemuri e si scopre che Theophilus trasporta illegalmente specie in via destinzione per affidarle alla figlia Alethea e a suo marito che le preservano allevandole nella propria fattoria. Theophilus dice che la figlia è in vacanza in Kenya ma il marito, pressato da Homes, confessa che la donna è stata rapita. Watson invece riceve una chiamata del fratello Oren che la prega di correre in ospedale perché la loro madre è caduta, ma è solo di uno stratagemma di Moriarty per separarla da Holmes e incontrarla da sola. Le minacce di Moriarty ottengono come unico risultato quello di convincere ancora di più Watson che la donna debba essere fermata a ogni costo. Sul computer di Theophilus viene ritrovata la foto di un uomo che si scopre essere Andrej Bacera, figlio della portavoce della Repubblica Macedone e finalmente il piano di Moriarty è chiaro: far uccidere un macedone da un greco per impedire laccordo con cui la Macedonia promette alla Grecia di cambiare il suo nome in Nuova Macedonia ottenendo la possibilità di entrare nellUnione Europea, alla quale la Grecia si oppone proprio a causa del nome Macedonia.  

Fermando il compromesso e impedendo il passaggio all’euro, gli investimenti in denaro macedone incrementerebbero il loro valore a dismisura. Nonostante l’intuizione di Holmes e la chiamata di Gregson per avvisare Bacera, l’organizzazione di Moriarty è arrivata fino al capo della sicurezza dell’uomo che permette a Theophilus di assassinare il macedone e sua moglie e poi lo uccide. A causa del fallimento, Holmes discute con Watson che lo sospende e lo invita a lasciar vincere Moriarty, ma l’uomo è troppo sconvolto e si procura della droga, finendo per essere ricoverato in ospedale per un’overdose. Moriarty si reca a trovare Holmes e ancora una volta gli chiede di partire con lei ma scopre di essere stata giocata da Watson: dopo aver compreso che Moriarty è tornata perché è innamorata di Holmes, Watson ha convinto l’amico a simulare l’overdose per attirarla in trappola e arrestarla. Holmes celebra il successo di Watson dando il suo nome a un nuovo tipo di ape creato da lui stesso incrociando esemplari di specie diverse.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori