VERISSIMO/ Extra: interviste esclusive a Gwyneth Palotrow, Elisabetta Canalis e Modà. Puntata 18 maggio 2013

- La Redazione

Nella puntata di Verissimo Extra di sabato 18 maggio interviste esclusive a Gwyneth Paltrow, Elisabetta Canalis, i Modà, Emanuele Filiberto e Patty Pravo

Toffanin_VerissimoR439
Silvia Toffanin (Infophoto2)
Pubblicità

Nella puntata di Verissimo Extra di sabato 18 maggio, il primo servizio mandato in onda è quello relativo a Gwyneth Paltrow, eletta recentemente la donna più bella del mondo nonostante i suoi 40 anni. La Paltrow evidenzia, nellintervista rilasciata in esclusiva a Verissimo, come sia onorata di essere stata indicata come la donna più bella del mondo e dice di voler dedicare ciò a tutte le mamme del mondo. La Paltrow racconta che per mantenersi bella fa molta attività fisica e presta una particolare attenzione alle cose che mangia. Un altro trucco che lei ha, è quello di utilizzare sempre e comunque il mascara che le conferisce maggior fascino. Parla delle sue giornate tipo, che sono come quelle della maggior parte delle persone: fa colazione, accompagna i figli a scuola, fa un paio di ore di ginnastica e quindi mentre mangia gestisce il proprio blog, poi va riprendere i figli a scuola e passa quanto più tempo possibile con loro. A propositi dei figli, la Paltrow racconta di come abbiano cambiato in positivo la propria vita. Si torna in studio con lintervista a Elisabetta Canalis. Parla del suo rapporto con un famoso social network, Twitter, della quale è rimasta favorevolmente colpita in quanto ha ottenuto un grandissimo numero di follower e soprattutto le permette di essere in contatto con lItalia visto che in questo vive negli Stati Uniti. Utilizzando Twitter ha evidenziato quelli che sono i buoni propositi per il 2013 tra cui cè quello di voler smettere di fumare in maniera definitiva. Racconta di come lei in passato fumasse abbastanza e una volta incominciato a smettere ha potuto trarne vantaggi sia da un punto di vista fisico e sia per la salute. Parlando del suo ex compagno George Clooney, smentisce le voci che dicono che sia stata un rapporto creato ad hoc per apportare vantaggi a entrambi. Parla della sua voglia in questo momento di continuare a essere single, di voler vivere negli USA anche se in futuro vuole tornare in Italia subendo tanta nostalgia e come abbia acquisito la green card che le può consentire di lavorare negli USA. Il successivo servizio mandato in onda riguarda il numero di aborti spontanei che ogni anno si verificano in Italia. Nel nostro Paese ogni anno nascono qualcosa come 600 mila bambini e la percentuale che la gravidanza non arrivi a termini per diversi ragioni è de 31%. Una recente ricerca ha evidenziato come ogni anno sono tra 60 mila e 120 mila le gravidanze che non riescono a superare il terzo mese per un aborto spontaneo. Le cause perché questo accade sono molteplici ma la maggiore è quella di una struttura cromosomica del bambino non sufficientemente forte per andare avanti. Molto dipende anche dalla mamma e in particolare dalla sua età. Una mamma con età compresa tra i 20 ed i 30 anni ha una percentuale di portare felicemente a termine la gravidanza pari al 90% mentre le mamme che hanno unetà superiore ai 40 anni, la percentuale si abbassa drasticamente al 20%. In studio è ospite una coppia che ha avuto questa problematica per un lungo periodo avendo dovuto sopportare soprattutto da un punto di vista psicologico ben tre aborti naturali consecutivi. Si tratta di Roberta e Nelson, che però grazie alla loro straordinaria voglia di diventare genitori hanno saputo essere uniti e oggi hanno addirittura ben tre figlie. I due raccontano quanto sia grande lo sconforto, il dolore e lamarezza che si ha dopo un aborto naturale. Viene quindi mandato in onda un servizio nel quale un medico, evidenzia come questi aborti spontanei o detti anche naturali, sono dettati da una anomalia cromosomica per cui tutti i bambini che non hanno un cromosoma con determinare caratteristiche solitamente non riescono a nascere. Roberta e Nelson, parlano anche del loro rapporto e del fatto che essendo una coppia formata da una bianca e da un nero, avevano inizialmente paura del giudizio negativo soprattutto della famiglia di lei per via dei classici pregiudizi ma come si può notare da quanto accaduto in seguito, sono stati ampiamente superati. Il prossimo servizio è realizzato da Alvin ai Modà durante la tappa di Milano del proprio tour. I Modà parlano del fatto che senza dubbio la prima canzone che si fa nel concerto sia quella più temuta e allo stesso tempo quella in grado di dare la carica giusta. Loro solitamente iniziano con il pezzo Gioia. La preparazione prima di iniziare un concerto prevede la cena due ore prima e si scalda la voce con la mascherina. Loro riescono a provare sempre una grande emozione in ogni concerto rispetto al loro inizio è cambiato soltanto la scaletta e le strutture di cui dispongono. 

Pubblicità

È la volta di Emanuele Filiberto di Savoia che parla di come ha superato la propria malattia, un tumore al setto nasale e di quanto sia stato importante per lui il supporto delle figlie, Vittoria e Luisa, e soprattutto della moglie Clotilde. Proprio grazie a Clotilde, Emanuele ha scoperto il proprio male e quindi viene sottolineato di quanto sia importante la prevenzione. Dopo Emanuele Filiberto viene riproposta l’intervista a Lorenzo Amurri, rimasto su una sedia a rotelle con l’impossibilità di muovere le mani in seguito a un incidente sugli sci. Lorenzo Amurri parla del suo libro, Apnea, per la cui scrittura ha impiegato circa 2 anni e mezzo e nel quale parla di come sia riuscito a fare pace con la vita. Viene quindi mandato in onda un servizio realizzato da Daniele Bossari presso il PeR, Parco dell’energia Rinnovabile, dove il responsabile Alessandro Ronca evidenzia un sistema energetico assolutamente alternativo basato sul sole grazie al quale riuscire a espletare tutti i vari bisogni domestici come energia elettrica, termica, acqua e così via. Infine, intervista con Patty Pravo che racconta le sue sensazione durante e dopo gli attacchi di panico avuti durante un concerto e che l’hanno costretta a bloccare il suo tour. Ora sta bene e ha ripreso a lavorare. Inoltre parla del suo rapporto con la città di Venezia dove lei è nata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori