LA MORTE INVISIBILE/ Julie Lescaut indaga tra smemorati e debiti di gioco

Questa sera, venerdì 12 luglio, su Rete 4 tornano le avventure del commissario Julie Lescaut, con l’episodio in prima tv intitolato La morte invisibile.

12.07.2013 - La Redazione
julie-lescaut
Julie Lescaut interpretata da Veronique Genest

Questa sera, venerdì 12 luglio, Rete 4 si affida al film della diciannovesima stagione della serie Julie Lescaut dal titolo La morte invisibile, che andrà in onda a partire dalle ore 21.10. La serie narra le avventure di Julie Lescaut (interpretata da Veronique Genest), capo del commissariato di polizia di un sobborgo parigino nel banlieue Clairières, è stata creata da Alexis Lecaye e trasmessa dal 9 gennaio 1992 su TF1, mentre in Italia è arrivata nel 2004. Il film tv avrà a che fare con la concorrenza dei programmi in prima serata di Rai e Mediaset. Rai Uno manda in onda in prima tv dalle 21.10 La stessa luna una pellicola coprodotta da Messico e Stati Uniti. Su Rai Due, dalle ore 21.10 va invece in onda un nuovo episodio di Crossing Lines, dal titolo Vecchie ferite. Tra gli interpreti della serie vanno ricordati in particolare il grande Donald Sutherland e la nostra Gabriella Pession. Rai Tre si affida invece a La grande storia, a partire dalle ore 21.05: in questa puntata, viene ricordata la figura di Giovanni XXIII. Canale 5 manda in onda dalle ore 21.11 il film Inga Lindstrom – In fuga dal passato. Italia 1, a sua volta, dalle ore 21.10, mette in programmazione Mankind, una docu-fiction nella quale si racconta la storia dell’umanità, tappa dopo tappa, sotto la conduzione di Nicolai Lilin. Infine, su La7 a partire dalle 21.10 impazza ancora una volta la divertentissima satira di Crozza a colori, nella quale il comico genovese regala una serie di stralunate imitazioni di personaggi della politica e dell’attualità, i quali offrono una squarcio di buonumore e contribuiscono a spiegare l’Italia contemporanea.

Ma ecco la trama del film tv Julie Lescaut – La morte invisibile. Nella cantina di un palazzo, viene rinvenuto il cadavere di una donna, coperto da calce viva. Vincent Chatel confessa di essere l’autore dell’omicidio della donna, tale Adele Fournier, sostenendo che il fatto sia avvenuto nel 1999. Ben presto, però, il suo racconto perde completamente di attendibilità, in quanto Chatel soffre di vuoti di memoria, entra ed esce dall’ospedale psichiatrico.

Le indagini portano a scoprire il vero corpo di Adele Fournier nella cantina di un altro palazzo, dove precedentemente aveva abitato Chatel. Nel frattempo, Francois incarica Motta di occuparsi dell’omicidio di Jean Pierre Valon, ricco imprenditore ucciso dal cognato, al quale aveva prestato una grossa somma di denaro per sanare i suoi debiti di gioco. Una vicenda stranissima, che innesca le indagini del commissario Julie Lescaut. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori