PIAZZAPULITA/ Fitoussi: Lo spread conta perché in Europa non cè solidarietà. Puntata 13 gennaio 2014

- La Redazione

Su La7 torna Piazzapulita, con Corrado Formigli. Tra gli ospiti della puntata, che si può seguire in streaming, leconomista Jean Paul Fitoussi, Aldo Busi e Francesco Boccia

Corrado_Formigli_LA7_-_19_R439
Corrado Formigli

La puntata della trasmissione Piazzapulita condotta da Corrado Formigli, si occupa non solo delle principali problematiche riguardanti la possibile ripresa economica del sistema produttivo italiano, ma anche delle tensioni politiche che stanno mettendo in apprensione il Governo presieduto dallattuale premier Enrico Letta che potrebbe andare verso un possibile rimpasto anche per via dei fatti che stanno travolgendo il Ministro dellEconomia Nunzia De Girolamo del Nuovo Centro Destra di Angelino Alfano. In studio sono presenti in qualità di ospiti, il noto economista francese Jean Paul Fitoussi, il direttore del quotidiano Libero Maurizio Belpietro, lo scrittore Aldo Busi, il rappresentante del Partito Democratico Francesco Boccia che tra le altre cose è il marito di Nunzia De Girolamo e gli imprenditori Angelo Petrosillo e Antonella Nonino. Il principale tema della serata è il contrasto che cè tra alcuni dati positivi come ad esempio la netta discesa del spread che orbita intorno ai 200 punti base e le persistenti difficoltà che ci sono nel Paese, mandando in onda un servizio nel quale viene raccontata la storia di una lavoratrice precaria della scuola che messa dinanzi a spese eccessive per le proprie entrate, è costretta a vivere in una casa abusiva. La donna non solo lavora a progetto ma nel rimante tempo della giornata è costretta a lavorare come cameriera e neppure riesce ad accedere alle risorse necessarie per vivere. Si inizia con un collegamento in diretta dalla città di LAquila dove nel corso degli ultimi giorni ci sono state le dimissioni del sindaco per le eccessive pressioni per presunti illeciti nella ricostruzione della città dopo il terremoto. Viene ascoltato il presidente della Comfcommercio della regione Abbruzzo, Cioni, che in segno di protesta sta minacciando di darsi fuco in quanto la città si trova in difficoltà non solo per la mancata ricostruzione di cui ancora non si vede inizio a distanza di ben cinque ma anche di come non si riesce a rilanciare il lavoro. Viene quindi mostrato un dato per cui il tasso di disoccupazione soprattutto quello per quanto concerne i giovani, sia ancora una volta aumentato nonostante alcuni indici economici nel corso delle ultime settimane siano stati alquanto positivi. A tal proposito, in collegamento da Parigi, leconomista Fitoussi spiega che non è sufficiente soltanto combattere il debito pubblico ma bisogna prevedere una ristrutturazione accurata per il rilancio e sottolinea come nel 2014 per lItalia sia atteso un pil che rispetto al 2007 sia più basso di ben il 10%. I due imprenditori presenti in studio, sono daccordo nel sottolineare come sia impossibile rialzare leconomia se non cè alcun riferimento a quella che è la vita reale degli italiani che non sono stati sgravati da costi eccessivi e anzi sono costretti a fare i conti con alcuni aumenti. Mentre Belpietro rimarca come lo spread non abbia nessun peso reale e Fitoussi in parte lo smentisce in quanto ha un certo peso in ambito europeo, viene mostrato un servizio nel quale ci si occupa della Spagna e della presunta uscita dalla crisi del Paese. Vengono intervistati diversi cittadini spagnoli che smentiscono tale possibilità sottolineando come la disoccupazione sia intorno al 33%. Viene riportata anche una dichiarazione di Romano Prodi secondo la quale sia la Francia che la Spagna non siano fuori dalla crisi ma che la sola differenza con la situazione italiana risieda nella maggior stabilità politica.

Arriva in studio Boccia che immediatamente parla del caso che ha messo sotto locchi del ciclone la moglie sottolineando come la magistratura debba fare chiarezza su cosa sia successo e in base a ciò il Parlamento e quindi il premier Letta dovranno decidere come fare. Secondo Boccia, la vicenda è stata chiaramente usate per fini politici ed ossia per destabilizzare il Governo. Nella parte finale della trasmissione ci si occupa della tassazione che come sottolineano gli ospiti in studio è diventata talmente alta che così comè non può consentire il rilancio economico del Paese. Si parla della IUC, della Tasi e dellIrpef e quindi della tassazione sul lavoro che non rende competitiva unazienda italiana soprattutto se vuole interfacciarsi con il mercato europeo. Infine, vengono presentate alcune opinioni sul cosa serve per rimettere in sesto lItalia con Petrosillo e lo stesso Belpietro che parlano anche del problema delleccessiva burocrazia italiana che spesso scoraggia idee imprenditoriale. Da notare le sempre colorite definizioni di Busi che rimarca come presto o tardi saranno gli italiani su dei gommoni ad andare verso Paesi come lAlbania, cosa che succedeva allinverso in passato, se non avviene un netto cambiamento.

Questa sera su La 7 torna Piazzapulita, il talk condotto da Corrado Formigli. Sicuramente l’attualità politica la farà da padrona, tenendo anche conto del discorso che oggi ha fatto Enrico Letta dal Messico, dove si trova per una visita internazionale. Il clima politico non è certo facile da decifrare e dunque sarà interessante sentire cosa avranno da dire in merito gli ospiti, specie l’economista Fitoussi. Ricordiamo che la trasmissione si può seguire anche in diretta streaming cliccando qui.

Questa sera, lunedì 13 gennaio 2014, alle 21.10 su La7 va in onda un nuovo appuntamento di Piazzapulita, il talk show condotto da Corrado Formigli. Ultimatum è il titolo della sedicesima puntata di Piazzapulita, che – dopo la pausa invernale – dà il via alla nuova stagione. Matteo Renzi sostiene che i prossimi quindici giorni saranno decisivi per le sorti del governo. E se invece le riforme indicate dal segretario del Pd non venissero nemmeno avviate, che cosa succederà? Si andrà a votare a maggio? E quanti impegni resteranno solo promesse?, sono i temi che verranno trattati nel corso della puntata, come anticipato sulla pagina Facebook del programma. Ospiti di Corrado Formigli saranno: l’economista Jean Paul Fitoussi; lo scrittore Aldo Busi; gli imprenditori Antonella Nonino e Angelo Petrosillo; Francesco Boccia del Partito democratico e il direttore di Libero Maurizio Belpietro.

Già ieri, Corrado Formigli aveva annunciato sulla sua pagina Facebook il ritorno di Piazzapulita: Domani si riparte con Piazzapulita (La7, 21.10). Parleremo di disoccupazione e diseguaglianza, racconteremo le macerie scandalose di L’Aquila, chiederemo all’economista Fitoussi se le ricette del governo e le proposte di Renzi ci porteranno fuori dal buio. E poi, scenario politico e possibilità che si vada al voto già a maggio. Ne parliamo con Aldo Busi, Francesco Boccia, Maurizio Belpietro e con due imprenditori svegli e onesti: Alessandra Nonino e Angelo Petrosillo. Come sempre, reportage e numeri più il nostro inarrestabile Sortino. A domani!.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori