CENTOVETRINE/ Anticipazioni puntata 28 gennaio: Frida accusa Zeno della morte di Oriana

- La Redazione

I guai per Zeno non sono finiti. Le anticipazioni di Centovetrine dicono che presto Frida si vendicherà di lui accusandolo dell’omicidio di Oriana. Il video della puntata di ieri

centovetrine-fiamma
Centovetrine

I guai per Zeno non sono finiti. Le anticipazioni di Centovetrine dicono che presto Frida si vendicherà di lui accusandolo dell’omicidio di Oriana. Cecilia sa bene che questa non è la verità, ma sembra non essere interessata più dalla cosa tanto da rifiutarsi di continuare a gestire il caso. Ivan è pronto a testimoniare a favore di Zeno mentre Adam affronta Fiamma per farle capire che il suo rapporto con Jacopo non ha futuro… Nella puntata trasmessa ieri abbiamo visto il giovane Castelli donare il sangue a Leo salvandogli la vita. La cosa ha colpito molto Fiamma che ha decesito di dirgli tutta la verità. Il problema è che i due sono stati interrotti dall’arrivo di Carol.

A Centovetrine Fiamma vorrebbe dire a Jacopo la verità su Leo, ma Carol e Adam le metteono dei dubbi sulla possibilità che la sua storia con il giovane Castelli possa continuare. Prima di scoprire le anticipazioni della prossima puntata, rivediamo cosa è successo oggi nella soap. Jacopo (Alex Belli) ha deciso di dare una mano a Fiamma (Caterina Misasi) donando il sangue per salvare la vita di Leo (Francesco Roman). Mentre lui si prepara a sottoporsi al prelievo con al fianco Fiamma, ecco che arriva la dottoressa che sta curando Leo con notizie decisamente poco positive in quanto cè stato un ulteriore peggioramento delle condizioni di salute di Leo per cui si rende necessario circa un litro di sangue. Jacopo si dice disposto a donare il quantitativo di sangue nonostante la dottoressa non è d’accordo in quanto potrebbe mettere a rischio in maniera molto pericolosa anche la vita di Jacopo. Tuttavia, Jacopo insiste nel proprio intento sottolineando come la sua condizione fisica sia più che ottimale per cui non ha nessun problema nel donare un litro di sangue. Dunque, ha inizio il prelievo durante il quale Fiamma si mostra piuttosto premurosa nei riguardi del proprio uomo. Brando (Aron Marzetti) parla a Viola (Barbara Clara) del fatto che Sveva (Elena Cucci) debba rimanere per un altro po di tempo da loro in quanto necessita di maggior riposo. Viola non è proprio contentissima della cosa ma non può fare a meno di accettare la cosa. Mentre i due discutono arriva proprio Sveva che sottolinea come purtroppo il vino biologico presenti delle problematiche che possono essere risolte soltanto con un continuativo controllo della situazione. In pratica, lei avanza la propria candidatura a prendersi cura del vino evidenziando come questo sia un modo per potersi sdebitare per tutto laiuto che sta ricevendo da loro. Brando nonostante questo significhi una permanenza a Torino almeno fino alla fine della stagione, accetta la proposta con la stessa Viola che non può fare altro se non accodarsi alla decisione del marito. Cecilia (Linda Collini) si trova nel proprio ufficio in commissariato mentre continua linterrogatorio a Zeno (Massimiliano Vado). Lui cerca di evidenziare come il suo ruolo allinterno dellorganizzazione sia stato soltanto marginale e soprattutto di non essere responsabile dellomicidio di Oriana. Non la pensa alla stessa maniera Cecilia che lo ritiene responsabile al pari della persona che ha ucciso materialmente Oriana in quanto ha pensato esclusivamente al denaro da incassare senza fare nulla per cercare di salvare la donna. Zeno tenta di difendersi rimarcando come sarebbe stato ucciso qualora avesse tentato qualcosa del genere ma Cecilia è ancora una volta dura nei riguardi di Zeno evidenziando come lei si sia illusa che lui potesse cambiare. Nel frattempo, rimasti da soli Viola fa presente a Brando la propria scontentezza per quanto riguarda la permanenza a Serralunga di Sveva. Brando rimarca come lui sia innamorato soltanto di lei ma Viola trova inaccettabile che per i prossimi mesi lei debba sopportare il fatto che la rivale possa tranquillamente girargli intorno.

In ospedale Fiamma ringrazia Jacopo, mentre Castelli ribadisce di aver donato il sangue solo per amore. Anche Fiamma parla del fatto di essere molto innamorata di lui. I due si giurano amore eterno e soprattutto si promettono come nulla potrà mettere in discussione il loro amore. A tal proposito Fiamma appare decisa a dirgli tutta la verità sulla vicenda ma proprio in quel momento arriva Carol (Marianna De Michele) che sottolinea come finalmente Leo sia fuori pericolo. Inoltre, ci tiene a dimostrarsi estremamente grata nei confronti di Jacopo che torna a rimarcare come tutto questo lo abbia fatto per amore di Fiamma. Carol avendo sentito quello che stava dicendo Fiamma a Jacopo, prima parla con quest’ultimo di come potrà essere difficile il loro rapporto e quindi fa presente a Fiamma che dicendo tutta la verità non farà altro che distruggere il suo rapporto con Jacopo che certamente non vorrà più avere a che fare con lei una volta sapute tutte le verità che gli ha tenuto nascoste. Fiamma nonostante questo vuole assolutamente che il loro rapporto sia quanto mai sincero. Intanto, a Torino ritorna una persona che potrebbe cambiare decisamente le cose: Matilda. Nel frattempo Sveva si è recata all’ospedale per conoscere l’esito della tac alla quale si è sottoposta. La dottoressa sottolinea come l’ematoma sia ancora in espansione per cui dovrà sottoporsi a delle terapie a ultrasuoni ed eventualmente a un intervento chirurgico. Sveva vuole sfruttare la cosa per smuovere la compassione di Brando, nel tentativo di strapparlo a Viola.

Trama puntata 28 gennaio 2014 – Frida rilascia una dichiarazione al magistrato dove accusa Zeno dell’omicidio di Oriana. Cecilia sa che si tratta di una bugia, ma non vuole più occuparsi del caso. Ivan dice a Damiano che vuole testimoniare a favore di Zeno. Sveva si aggrava e deve essere ricoverata a Padova. Adam mette Fiamma di fronte alla realtà: la sua storia con Jacopo non potrà mai funzionare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori