ZELIG 1/ Federico Basso “minaccia” Davide Paniate. Puntata 27 gennaio 2014

- La Redazione

Lunedì 27 gennaio è andata in onda una nuova puntata di Zelig 1, un distillato di comicità e sketch incontenibili presentati da Elisabetta Canalis, Davide Paniate e Katia Follesa

elisabetta-canalis_primo-piano
Elisabetta Canalis

Nella puntata di Zelig 1 del 27 gennaio la musica accompagna l’ingresso sul palco di Katia, vestita stasera di verde. La conduttrice è come sempre euforica e subito manda una frecciatina alla compagna d’avventura Elisabetta Canalis, la quale indossa un abito da sera alquanto provocante. Ovvia la reazione della Follesa, la quale fa notare che per Eli è stato scelto un abito adatto per gli Oscar, mentre per il suo si sono ispirati alla Melevisione. Per Eli arrivano altre brutte notizie, oltre alle battutine di Katia. In collegamento c’è Carmela maria Splendente, ovvero la sua particolare dog sitter, che racconta della terapia musicale cui è stata sottoposta la cagnolina Mia, in cura dal dottor Joe Cocker, che si presenta ovviamente con pelo, naso e orecchie da cocker, dicendo che la canzone con la quale la cagnolina è stata curata è Per Elisa – betta. Il sosia di George Clooney ha qualche evidente problema di sicurezza. Prima sbaglia la sua battuta solita della pubblicità del caffè, dicendo: “Nespresso, what is love”, e poi racconta di un imbarazzante episodio accadutogli di recente mentre era dal salumiere. Qui una ragazza gli ha chiesto di scambiarsi i numeri e lui le ha dato quello per la fila. Katia è imbarazzata per il basso livello di battute e rassicura il pubblico del fatto che può andarsene quando preferisce. Armato di chitarra arriva Andrea di Marco, che intona le prime note della canzone di Moreno “Che confusione”, per poi reinterpretarla alla maniera di Guccini: “Che confusione, che qualunquismo intono a qui, è come una riunione del Pd”. Guccini però non è l’unico a essere scomodato, si passa infatti poi a Venditti, Rossi, Capossela e Pezzali. Tocca poi alla tata più amata d’Italia che dispensa come sempre assurdi consigli. Parlando di figli li definisce solo come una comoda detrazione fiscale. Consiglia ai genitori di trattare i piccoli con i guanti, così da evitare che le proprie impronte vengano riconosciute. Lo sketch però si conclude sempre alla solita maniera, ovvero col consiglio più importante, quello ai genitori di vivere tanto a lungo da diventare un peso e un problema per i propri figli. Il secondo momento musicale è rappresentato dai Borotalko, presentati dalla Canalis, che questa settimana hanno un elemento in più, Katia Follesa, che come sempre scherza e chiede al pubblico se la cellulite sia così evidente. Tocca poi al monologhista Daniele Raco, che parla della gioia di vivere dei liguri, che traspare attraverso i cantautori di questa terra. Ricorda così un viaggio in aereo insieme a Gino Paoli, così pesante che arrivati a Roma Raco avrebbe voluto dirottare il volo. Joe Bastianich è crudele come sempre e, parlando con Davide gli chiede se da piccolo, essendo così brutto, la madre lo portasse in giro in un passeggino dai finestrini oscurati. Viene poi presentata Anna Foglietta, in questi giorni al cinema con “Tutta colpa di Freud”, venuta a scherzare e fare pubblicità al film, che vede nel cast anche Vittoria Puccini, Alessandro Gassman e Marco Giallini. La dottoressa Ferrerro non poteva mancare, e anche lei come Bastianich se la prende con Paniate, chiedendogli se il bianco sulle spalle fosse dovuto alla neve. Lui ovviamente risponde di no, “Allora cambi shampoo”. Ancora la musica la fa da padrona con i Jashgawronsky Brothers, che si esibiscono in un pezzo live alquanto difficile, “Guarda che luna”, cantata però in inglese. Avete mai provato a parlare a un casellante? Ecco di cosa parla il pezzo di una delle nuove leve di Zelig One, il quale li divide in tre categorie, quello nervoso che s’arrabbia se lo saluti, quello che neanche alza la tapparella e l’insofferente che, invece di dare indicazioni, ti liquida semplicemente dicendo d’andare dritto. 

Nei camerini di Zelig c’è ancora Federico Basso, che ha tutte le intenzioni di uccidere Paniate: “Davide, si vive una volta sola, e tu te la sei giocata”. Stavolta però non è solo, anzi in ottima compagnia, dal momento che la Foglietta è passata a salutarlo, con tanto di drink. L’autista di Paniate dice che il conduttore ha avuto qualche problema con la legge. Infatti lo hanno fermato talmente brillo che dalle analisi sono risultati i globuli rossi che ancora bevevano. Fausto Solidoro del Movimento Cinque Stelle si collega ancora una volta, dicendo d’apprezzare il programma ma non la faccia di Paniate, che è tanto brutto da far correre la bimba di The Ring nel letto della mamma la notte. Paci e Bottesini reinventano Tarzan, raccontando di una sua notte di fuoco e passione, con Cita però. Si torna a parlare di politica con Ratko, primo sindaco della prima cittadina Rom italiana. Ovvio che i parli di contratti lavorativi e permessi di soggiorno, che Ratko liquida dicendo che chiedere il permesso di soggiorno agli immigrati sarebbe come pretendere il permesso dei genitori per una gita di orfanelli. Il truccatore della Canalis Pablo segue la linea della serata, ovvero prendere in giro Davide. Prima gli fa i complimenti per le mani, dalle quali capisce che è un ragazzo passionale, ma soltanto con sé stesso però. Finalmente Corrado ha trovato l’amore. Ora è fidanzato, ma la sua lei era scontata su Groupon. Sdrumo torna sul palco. E’ molto carico ma di rime non se ne parla. Stavolta però ha una giustificazione. Dice infatti di non star lavorando tanto sui testi perché impegnato a preparare il prossimo tour. Improvvisamente compare però Molly B. che canta con lui, anche se la traduzione da italiano a inglese non è delle migliori. La vera sorpresa però è l’arrivo di una rima, finalmente, che si merita gli applausi del pubblico entusiasta. La platea però non è paga e chiede addirittura il bis al povero rapper sfigato, il quale ci prova con tutto se stesso ma a quanto pare una era anche troppo per lui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori