LE IENE / Nadia Toffa e l’emergenza ebola. Puntata 15 ottobre

- La Redazione

Questa sera, mercoledì 15 ottobre 2014, in diretta alle ore 21.10 su Italia 1 va in onda una nuova puntata de Le Iene show, il programma condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari

Le-iene-2014_R439
Ilary Blasi e Teo Mammucari

La puntata di mercoledì 15 ottobre 2014 della trasmissione di Italia Uno, Le Iene Show, condotta da Ilary Blasi e Teo Mammuccari con lapporto della Gialappas Band, si apre con un servizio realizzato dallinviata Nadia Toffa che parla dellemergenza Ebola mostrando come i numeri delle vittima siano aumentati negli ultimi mesi in maniera allarmante. Ad esempio dal mese di agosto ad oggi cè stato una triplicazione sia per quanto concerne i casi accertati nel mondo (la stragrande maggioranza nei Paesi Africani colpiti dalla calamità) e sia per quanto concerne il numero di morti. Viene intervistato un esperto che oltre ad evidenziare quali siano gli effettivi pericolo che in questo momento corrono i cittadini italiani, sottolinea come lEbola abbia avuto origine per lappunto in Africa con il contagio avviata dai pipistrelli e come non si possa comunque escludere che arrivi nel nostro Paese. Inoltre, rimarca come sia difficile eventualmente contrarla in luoghi pubblici come la metropolitana evidenziando come sia molto importante lavarsi costantemente le mani. Lesperto dice che il grande problema dellAfrica nonché principale motivo per il quale si sia allargata la malattia è proprio la mancanza dellacqua corrente e quindi limpossibilità di potersi lavare le mani. Luigi Pelazza nel successivo servizio racconta lincredibile storia un super evasore fiscale che ha trasformato un castello in un albergo di grande lusso, per poi svolgere questa attività senza versare nemmeno un euro di tassa. Il sindaco della cittadina protagonista, intervistato, finge di non saperne nulla. Le ricerche della iena portano a scoprire che il proprietario  (svedese)si trova a Stoccolma dove viene raggiunto e spiega di non avere sufficiente denaro per mantenere tale attività. Il servizio seguente riguarda le estrazioni sospette  di scrutatori avvenute a Villabate con linviato Viviani che raccoglie la denuncia di un ragazzo siciliano di circa venti anni aspirante giornalista. La iene Filippo invece vuole sapere dal Premier il perché la nomenclatura la lista dei farmaci e attrezzature che lo Stato fornisce ai disabili è la stessa da quindici anni a questa parte. Nella sua ricerca si scopre gli incredibili sprechi della sanità ad esempio è eclatante il fatto che la stessa carrozzina allo Stato costi quasi 800 euro mentre nel negozio venga venduta ai privati per la somma di 400 euro. Renzi fa presente alla iena un impegno diretto sulla questione per un aggiornamento da farsi il prima possibile. Il successivo servizio è a firma di Giulia Golia che entra nelle pieghe dellamministrazione della Sanità per capire il perché i costi sono così esorbitanti e soprattutto differenziati in base al territorio. Nel servizio seguente si parla di un raggiro messo in atto da una società fittizia che promette dei posti di lavoro in cambio del versamento di ben 4 mila euro con tantissimi persone che sono state frodate. La iena Agresti cerca di avvicinare il truffatore che dal citofono sottolinea come i soldi percepiti siano per un corso di formazione, di non avere mai promesso un lavoro e soprattutto che in questo momento avrebbe gravi problemi di salute per cui ha altro nella testa. In realtà viene mandato un infiltrato delle iene con telecamera nascosta dalla quale si evince, come del resto confermano i vicini di casa, come luomo non sembra avere nessuno problema di salute. Ecco dunqye la Iena Stefano Corti che propone a diversi calciatori di Serie A delle foto piuttosto piccanti in sua compagnia. Nel successivo servizio la Iene Nina si occupa della storia della piccola Claudia affetta da una misteriosa malattia di cui i medici non riescono a scoprire nulla. Viene intervistata anche la ragazza con il padre che lancia un appello affinché qualche medico possa aiutare la figlia ad avere magari tra qualche anno una vita normale. Enrico Lucci si occupa di intervistare alcuni dei disturbatori della tv ossia quei personaggi che puntualmente si fanno riprendere durante servizi giornalistici e quantaltro. Uno di questi che si chiama Mauro e che praticamente si vede in ogni Tg tutti i giorni; ammette che sia un bisogno quotidiano e racconta la sua vita che lo vede vivere in un garage e per guadagnarsi qualcosa si prostituisce. Viene dunque raccontata la storia di Stefano, morto in Afghanistan con lagenzia di assicurazione con cui aveva stipulato una polizza sulla vita, non vuole risarcire la famiglia poiché sarebbe morto di overdose. La cosa sembra inverosimile in quanto Stefano non aveva mai fatto uso di sostanze stupefacenti. Nel successivo servizio la Iena Cisco che cerca di trovare una ragazza che vada a letto con lui: dopo tante ricerche ne trova che accetta. Mentre Mauro Casciari si occupa della storia di un professore che fa vincere il figlio in un bando pubblico, Lucci racconta la storia di un ragazzo che aveva intervistato tre anni prima e che essendo appena uscito di galera aveva evidenziato di voler cambiare vita ma si è scoperto che di recente è rimasto ucciso durante una rapina. Dopo un servizio nel quale vengono intervistati alcuni ragazzi musulmani presenti in Italia che raccontano il proprio disagio rispetto ai gruppi estremisti, ci si occupa della storia di un ragazzo disabile emarginato nella propria scuola per via delle cosiddette barriere architettonica della struttura. Ultimo servizio nel quale vengono intervistati alcuni rappresentati del Pd a partire da Bersani, per chiedere loro in maniera provocatoria se rosicano o meno del successo di Renzi.

Si chiude nuovamente in Sicilia e, in particolare, a Messina, dove un professore indice un concorso pubblico scegliendo alcuni requisiti ai quali rispondeva solo suo figlio che, di fatto, ha vinto il concorso. Il dottore non riesce a spiegare la situazione e conferma le sue scelte affermando che il figlio è stato l’unico a presentarsi al concorso vincendolo.

Si parla di “spionaggio”, di una morte sospetta a di insabbiamento. E’ il caso di Stefano Siringo, un giovane co-operante ucciso a Kabul nel 2013 ma facendo passare tutto come una morte per overdose almeno fino a che un giudice non ha chiarito che lui e il suo collega Iendi Iannelli sono stati uccisi solo per aver scoperto degli imbrogli tra due società intergovernative. Avranno giustizia? Dopo il blocco pubblicitario va in scena la iena Cisco che pensa di poter avere un sè chiedendo alle donne “facciamo l’amore subito?” e alla fine recupera un numero di telefono. 

il momento di Claudia, una piccola ragazza di 13 anni circa che soffre di una malattia che nessuno sembra conoscere. I suoi genitori vivono pensando solo a lei, portandola in tutti gli ospedali italiani alla ricerca di una risposta per la sua bambina. Il suo corpo si debilita, alcune cose le fanno male, ma nessuno sa di cosa si tratta, si sa solo che sembra una malattia neurodegenerativa. Le Iene promettono che tradurranno il servizio e lo condivideranno in tutto il mondo alla ricerca di una risposta. Arriverà? Il papà lo spera. Non ci resta che condividere. 

Si continua a parlare di sprechi pubblici e Sanità. Prima con il ritorno da Renzi per parlare di Sla e dei dispositivi obsoleti in forza ai malati (ancora senza risposte), poi con la messa in evidenza che alcune protesi, sedie a rotelle e addirittura delle solette speciali per bambini, vengono pagate dalla sanità pubblica il doppio o addirittura il triplo del privato. Chi controlla gli sprechi? Si parla tanto di tagli ma dove si fanno questi tagli? Il blocco si chiude con un nuovo servizio sul “truffatore seriale” che promette posti all’Enel dietro piccole somme di “incoraggiamento”, chiamiamole così. Il colpevole si nasconde dietro una serie di no comment e “adesso chiamo i miei legali”. 

, dopo il blocco pubblicitario, ci ritroviamo in Sicilia, a Villabate, vicino a Palermo. Il sindaco e la giunta fanno un sorteggio pubblico per trovare gli scrutatori per le elezioni europee. Viviani intervista uno dei ragazzi in iista per il sorteggio e scopre che il sindaco o chi per lui, avevano una lista parallela con una decina di nomi che non corrispondevano a quelli sorteggiati tutti, sembra, per sbaglio. Il sindaco “confida” ai giornalisti di essersi allontanato cinque minutii e in quei minuti è successo di tutto. Un giovane, Ismaele, con la passione del giornalista, registra un consigliere “ammettere” la verità su quanto è accaduto sbottandosi forse troppo. L’uomo è molto arrabbiato con iil sindaco che lo ha accusato sui giornali dell’imbroglio. Il giovane, preso atto di quanto è successo, si rivolge a un suo professore che lavora in tv combattendo contro la mafia e che è ben felice di aiutarlo. Ecco così un servizio tv che fa scoppiare il putiferio nel piccolo paese. Viviani torna dal consigliere che non ammette niente. Alla fine, cosa sarà successo? Niente, ovvio. La iena affronta il sindaco, senza cavare un buco dal ragno.

Si parla di Evasione fiscale con Luigi Pelazza. Un resort di lusso con suite da 2000 euro a notte con nessuna licenza fiscale. Pelazza si presenta da Capriate d’Orbia annunciando che il paese potrebbe essere il paradiso fiscale italiano anche se il sindaco ammette che le regole sono state rispettate, almeno per quel che riguarda il Comune. Pelazza insiste e così il sindaco lo porta nell’ufficio tecnico almeno fino a che non scopre che si parla della Villa l’Elme. Il sindaco manda via le Iene e poi chiama i Carabinieri. Il vigiile informa il giornalista che adesso l’hotel è in regola e che il Comune è in causa per avere i soldi arretrati. Pelazza lo trova in Svezia e prima di incontrarlo si informa sulle sue tasse e poi lo affronta. L’uomo ammette di non avere i soldi per mantenere la villa in Italia, messo alle strette, ammette che a gestire la villa c’era un italiano. Sarà vero?

Prende il via anche oggi con nuovi servizi e nuovi casi. Il primo, lanciato dalla bella Ilary Blasi questa sera in blu, è quello di Nadia Toffa che ci spiega cos’è l’Ebola, come si prende la malattia e quali sono le probabilità di diffusione della malattia. I fluidi corporei sono “letali” visto che sono il lascia passare della malattia. Nadia Toffa parla con degli esperti e poi parla delle ordinanze emanate dal Governo e se effettivamente agli aeroporti hanno messo in atto le misure ma, come al solito, sembra che si tratti solo di parole.

Stasera sul sito de Le Iene sarà visibile una nuova puntata, che va in onda su Italia 1. Tra i servizi in programma questa sera: lintervista al premier Matteo Renzi sulla Sla e il nomenclatore tariffario. Clicca qui per seguire la diretta streaming di Le Iene show sul sito del programma.

Tra i tanti servizi in onda questa sera nel corso della puntata de Le Iene Show (Italia 1 ore 21.10) Ilary Blasi e Teo Mammucari lanceranno le interviste di Dino Giarrusso ad esponenti del Partito Democratico che non hanno mai fatto mancare dichiarazioni un po velenose nei confronti di Matteo Renzi. Tra questi Francesco Nicodemo, fino a pochi giorni fa responsabile comunicazione PD; sul suo blog, a proposito della sua collega di partito Marianna Madia quando ancora non era Ministro, dichiarava: Rischiamo che nel prossimo Parlamento gente come Madia invece di diminuire, aumenterà e sarà sempre più libera di sparare caz***e. A domanda diretta lesponente dem dice: Marianna come Ministro è bravissima, mentre sulluso del social newtork: Diciamo che nel mio passato quando scrivevo tweet scrivevo io un po di cazz***e. Poi si cresce e si capisce. La iena attacca: Non è che adesso è diventata renziana e quindi pensi che non spari più caz***e?, e Nicodemo risponde con un secco no.

Nel corso dellappuntamento odierna con Le Iene Show verrà lanciato un servizio di Dino Giarrusso che come protagonisti Francesco Nicodemo, Andrea Orlando, Pierluigi Bersani, Massimo DAlema e Pina Picierno: al centro la figura di Matteo Renzi e i loro giudizi di circa un anno fa. Qualcuno ha cambiato idee, mentre qualcun altro sembra essere salito sul carro del vincitore. Se lex Segretario, il Ministro della Giustizia e lex responsabile della comunicazione Pd rispondono alle domande incalzanti della iena, Massimo DAlema e la capolista alle Europee per la circoscrizione del Sud Italia svicolano allincursione dellinviato, chiudendosi dietro un silenzio che lascia aperti molti interrogativi sulla loro reale posizione, soprattutto per quanto riguarda la Picierno. 

La puntata di oggi de Le Iene Show, in onda su Italia 1 a partire dalle 21.10 e come sempre condotta dal duo Ilary Blasi-Teo Mammucari, spalleggiati dalla Gialappas Band, vede la messa in onda del servizio di Dino Giarrusso, che è andato a chieedere un parere su Matteo Renzi ad alcuni esponenti della vecchia classe dirigente del Partito Democratico. Per esempio, ecco le parole dellex segretario Pd Pier Luigi Bersani, che incalzato dalla iena Onorevole Bersani, chi usa il metodo Boffo contro di lei? risponde: Un po verso tutti cè questa abitudine che quando uno non è daccordo si cerca di delegittimarlo. Sul voltagabbana di qualcuno allinterno del partito, diventato renziano col passare di una notte dice: Ognuno fa quel che vuole. Nessuno deve essermi riconoscente. Ho dato un po di opportunità alla gente in giro e adesso ciascuno la usi come crede. Infine la stoccatina: è fantastico, simpatico, perché sputa tutti i giorni sul 25% in virtù del quale e col quale sta governando spavaldamente.

Questa sera, mercoledì 15 ottobre 2014, in diretta alle ore 21.10 su Italia 1 va in onda una nuova puntata de Le Iene show, il programma condotto da Ilary Blasi, Teo Mammucari e la voce fuori campo della Gialappas Band. Vediamo alcuni dei servizi della puntata. Filippo Roma torna a occuparsi dellassistenza ai malati di Sla. La iena ha intervistato ancora una volta il Premier Matteo Renzi sulla questione del nomenclatore tariffario. Di cosa si tratta? un documento del Ministero della Salute in cui sono elencati dei dispositivi medici e delle protesi che le Asl forniscono gratuitamente ai disabili. Introdotto nel 1999, per legge il documento dovrebbe esser aggiornato ogni tre anni, ma questo non è mai accaduto. Quindi i malati di Sla usufruiscono di dispositivi vecchi ed obsoleti. Tre settimane Filippo Roma era andato dal Premier Matteo Renzi, che aveva dichiarato che si sarebbe occupato dellavvio delle procedure per laggiornamento del nomenclatore tariffario e che entro venti giorni sarebbe stato in grado di dare una risposta in merito. I 20 giorni sono passati e la Iena è tornata dal Premier: Ho parlato con Beatrice Lorenzin a lungo su questa cosa. Loro hanno preso limpegno di farlo entro dicembre. troppo in là perché dopo 15 anni è vero che uno potrebbe dire che ci sono ancora due mesi e bisogna stringere. Spero di riuscire ad anticipare, anzi sono certo che riusciamo ad anticipare, ha detto Renzi.

Stasera si parlerà anche del virus ebola. Nadia Toffa ha intervistato alcuni esperti, tra cui il Professor Massimo Galli (direttore della Terza Divisione di Malattie Infettive all’ospedale Luigi Sacco di Milano) e Livia Tampellini (Medici Senza Frontiere) per trovare risposta a tutti quei dubbit che assilano gli italiano sul pericoloso virus. Infine Matteo Viviani è andato a Villabate, comune in provincia di Palermo, dove quattro mesi fa si è svolto il sorteggio degli scrutatori dei seggi elettorali per le elezioni europee, che, a detta di qualcuno, avrebbe presentato presunte irregolarità.Infine la Iena Dino Giarrusso ha intervistato alcuni esponenti del PD della vecchia classe dirigente in merito ai successi del Premier Matteo Renzi allinterno del PD. 





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori