POMERIGGIO 5/ Diretta puntata 16 ottobre: ospite la madre di Lucio Dalla per parlare della sua eredità

- La Redazione

Oggi, giovedì 16 ottobre 2014, alle 17.00, su Canale 5 va in onda un nuovo appuntamento con Pomeriggio 5, il programma di infotainment condotto da Barbara D’Urso

pomeriggio-5
pomeriggio 5

Da Barbara d’Urso si continua a parlare di beghe familiari legati all’eredità lasciata da un famoso vip passato a miglior vita. Quest’oggi tocca a Lucio Dalla, le cui cugine sono state escluse dalla condivisione dei beni del cantante, ovvero quasi un miliardo di euro. Tra i beni in discussione uno yacht acquistato da un fan napoletano, due case a Bologna e una villa. “I nostri cugini ci hanno dato 25mila euro per passare un buon Natale”, ha detto una di loro nel corso della scorsa puntata di Domenica Live. Dopo Gianfranco Funari, Gino Bramieri e Claudio Villa, il contenitore Videonews sembra averci preso gusto. Cosa dirà la madre del grande artista? E siamo sicuri che la vicenda potrà dirsi conclusa questo pomeriggio? Noi nutriamo forti dubbi a questo proposito e pensiamo che la Bislacca continuerà a cavalcare l’onda mediatica.

Oggi, giovedì 16 ottobre, alle 17.00, su Canale 5 va in onda un nuovo appuntamento con Pomeriggio 5, il programma di infotainment condotto da Barbara D’Urso. In attesa di scoprire quali saranno i temi affrontati oggi in studio, rivediamo i temi affrontati ieri in studio. All’inizio della trasmissione, Barbara D’Urso parla dei maltrattamenti che alcuni bimbi di sei anni hanno subito in tre scuole di Treviso, mostrando anche i video della Polizia di Stato. In collegamento dalla città veneta c’è anche il Dirigente della Squadra Mobile di Treviso Enrico Biasutti, che spiega che le registrazioni dei filmati sono partite da maggio, dopo le segnalazioni di alcuni genitori, e informa il pubblico del fatto che il maestro è stato sospeso; poco dopo interviene telefonicamente anche l’avvocato difensore del’insegnante, che cerca di descrivere tutto come un grande fraintendimento, ma deve scontrarsi con la conduttrice, a dir poco scettica rispetto alle parole pronunciate dall’avvocato. La D’Urso passa poi a parlare del ragazzino di quattordici anni seviziato con un compressore, e lo fa con Lello, il padre della vittima, che riferisce che suo figlio sta lentamente migliorando; grazie alla trasmissione, un professonista si farà carico gratuitamente dell’assistenza psicologica alla famiglia e molti medici si sono offerti di operare il ragazzo per permettergli così di riprendere una vita normale. Tra l’altro, la conduttice comunica al padre e alla zia in collegamento che la moglie di uno dei colpevoli delle sevizie ha subito aggressioni verbali mentre andava a trovare suo marito, e tanto la conduttrice quanto Lello esprimono una ferma condanna di tali gesti.Barbara D’Urso passa poi a parlare di Den Harrow: il cantante è infatti stato accusato recentemente dalla ex moglie di percosse e furto, dato che, stando alle parole della donna, Harrow avrebbe regalato all’attuale compagna una catenina appartenuta proprio alla madre della ex moglie. Quest’ultima, che domenica scorsa avrebbe voluto fare un intervento al telefono quando il cantente era ospite a Domenica Live, si è dovuta accontentare di commentare le sue parole seguita passo passo da un’inviata della D’Urso.Si ritorna ancora una volta sulla questione dell’omicidio di Roberta Ragusa: è di qualche giorno fa, infatti, la notizia del ritrovamento di due bigliettini indirizzati dalla donna al marito Antonio Logli, da cui si può chiaramente evincere che le cose tra i due non andavano bene. Parla ancora una volta Loris Gozi, che lascia intendere che, secondo lui, il corpo di Roberta non verrà mai più ritrovato, perché il marito se ne è sbarazzato bruciandolo. Successivamente l’attenzione si concentra su Nando Orfei, morto da qualche giorno: a ricordarlo ci sono in studio Ambra, Paride e Gioia, i tre figli del padre del circo italiano. La conduttrice parla poi della recente morte di Aurelia Sordi, amatissima sorella di Alberto, da cui è scaturita una furiosa lotta per l’eredità che ha tra i suoi protagonisti anche Arturo, l’autista della donna, che è stato recentemente accusato di aver cercato di truffare la famiglia Sordi e che si dice molto dispiaciuto per non essere stato in grado di stare accanto ad Aurelia negli ultimi giorni della sua vita. A dare un contributo all’intricata vicenda anche un’amica della famiglia Sordi. La trasmissione si chiude con un’incursione in studio di Paolo Ruffini, che in questi giorni è al cinema con la commedia dal titolo “Tutto molto bello”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori