Che tempo che fa / John McEnroe: la partita della mia vita? A Wimbledon contro Bjon Borg. Puntata 19 ottobre 2014

- La Redazione

Questa sera su Rai 3 va in onda una nuova puntata di Che fuori tempo che fa. Con le anticipazioni vediamo chi saranno gli ospiti del talk condotto da Fabio Fazio e Massimo Gramellini

massimo-gramellini
Massimo Gramellini

Nella puntata di domenica 19 ottobre della trasmissione Che tempo che fa, condotta da Fabio Fazio inizia con l’esibizione dei Subsonica che presentano uno degli ultimi pezzi inseriti nellalbum appena uscito. Il gruppo fa presente come il disco sia stato dedicato a Don Gallo. Dopo questo piccolo ma intenso momento musicale è la volta della prima intervista della serata che viene effettuata alla pallavolista della Nazionale Italiana, Valentina Diouf, che insieme alle proprie compagne ha disputato un grandissimo Mondiale giungendo al quarto posto. Fazio le fa presente come ci sia stato un grandissimo seguito da parte dei telespettatori delle gare della Nazionale, cosa che ha fatto molto piacere alla Diouf che sottolinea di essere stata molto contenta di questo grande affetto da parte del pubblico ed inoltre è molto felice per il proprio apporto personale che è riuscita a dare alla squadra il che gli ha fatto capire quale siano le sue effettive capacità tecniche. Valentina quindi parla del suo ruolo allinterno del perimetro di gioco che è quello di opposto per cui molto spesso si trova a dover schiacciare e quindi racconta dellincontro che hanno avuto con lattuale presidente del Consiglio Matteo Renzi che si è dimostrato essere una persona molto alla mano. Fabio Fazio cerca di riassumere alcune delle caratteristiche della pallavolista come ad esempio il fatto di portare 46 di scarpe, di essere soprannominata allinterno del gruppo Fiocco di neve e di essere una grande appassionate delle musiche di Bob Marley e dei film di Woody Allen. La Diouf è alta qualcosa come 2 metri e 2 centimetri e il buon Fazio si lascia scappare una battuta sulla Littizzetto per via dellaltezza di questultima. Tornando a parlare dellesito dei Mondiali che proprio sul più bello ha visto lItalia palesare un calo, la Diouf sottolinea come probabilmente non fossero al top per quanto concerne lo stato di forma e questo potrebbe aver inciso. 

Finita lintervista della Diouf spazio allintervista che vede come protagonista il segretario nazionale della Fiom, Maurizio Landini che sottolinea immediatamente come non possa essere catalizzata lattenzione dellopinione pubblica sulle presunte responsabilità dei sindacati quando in realtà cè una grande emergenza lavoro. Impossibile non parlare dellarticolo 18 con Landini che sottolinea il grande errore che si sta facendo dando la possibilità agli imprenditori ed alle aziende di poter licenziare i lavoratori senza un motivo giustificato. Landini rimarca come si sia presa a giustificazione dellabolizione dellarticolo 18 il fatto che non tutti i dipendenti ne usufruivano sottolineando come invece di andare verso questa direzione sarebbe stato più giusto cercare di estendere questo genere di diritto anche agli altri lavoratori che ne erano rimasti fuori. Landini fa presente come il vero problema non sia larticolo 18 bensì la mancanza di lavoro che può essere risolto soltanto con degli investimenti privati. Poi attacca il Governo sottolineando come aveva previsto un progetto per il quale si sarebbero dovute verificare circa 150 mila assunzioni mentre in realtà non ne sono arrivate neppure 20 mila. Fazio cerca di stuzzicarlo sul fatto che lopinione pubblica sia convinta che i sindacati pensino soltanto a tutelare chi abbia già un lavoro precludendo la possibilità a chi non ce lha di non averne. Quindi Landini parla delle sue preoccupazione difronte allabbattimento delle tasse ed in particolare di come questo possa comportare laumento ad esempio dei costi per il cittadino nellaccedere al servizio sanitario nazionale. Landini quindi conferma lo sciopero generale per del prossimo 25 ottobre e soprattutto smentisce le voci che lo vorrebbero a capo di un nuovo partito di sinistra. 

Cè ora lintervista realizzata allex campione di tennista John McEnroe. Vengono mandate in onda delle immagini in cui vengono ripercorsi i momenti saliente della sua carriera di campione di tennis con McEnroe che sottolinea come il suo obiettivo sia sempre stato quello di fare uno sport che fosse alla portata di tutti e quindi aggiunge che spesso per emergere e farsi rispettare occorre avere degli atteggiamenti abbastanza al limite. Lamericano sottolinea come negli ultimi anni il tennis sia però diventato maggiormente uno sport délite mentre parlando del livello professionistico nellultimo periodo cè la forza fisica ad essere più importante rispetto alla tecnica pura. Lex tennista parla di come il tennis non sia stata lunica cosa importante della propria vita e inoltre racconta del suo rapporto con Wimbledon e del dualismo con Bjon Borg.

La trasmissione si chiude con la Littizzetto che si confronta in altezza con la Diouf per poi parlare della Hunziker che per lei un è una vera macchina da guerra in quanto dopo essersi sposata ha ripreso immediatamente a lavorare. Quindi parla del comune di Bellano dove alcuni cittadini hanno citato il Comune perché la cascata faceva troppo rumore. Infine parlare di Matteo Salvini prendendolo in giro per il fatto di mostrarsi in tv e non solo sempre con delle magliette di protesta per qualcosa.

Si passa a Lucian Littizzetto che inizia il suo monologo comico. Non poteva passarle inosservato la notizia apparsa qualche giorno fa secondo al quale Apple pagherebbe per il congelamento degli ovuli della sue dipendenti. La polemicha di Luciana verte sul fatto di voler controllare tutto nella vita per arrivare addirittura al quando e come avere figli. Non sarebbere meglio altre soluzioni di supporto alla maternità  Clicca qui per seguire la diretta streaming di Che tempo che fa su Rai.tv

Quando chiami in un programma televisivo un personaggio come John McEnroe non può che essere uno grande successo! La sua visione del tennis come sempre è abbastanza unica e non sono mancate le frecciatine ai suoi storici avversari. Ora si passa all’ilarità della nostra Littizzetto, Fazio prova la gag affiancando alla comica l’alta e slanciata pallavolista Diouf… beh come sempre Luciana Littizzetto non si tira indietro ed ironizza con grande classe!  Clicca qui per seguire la diretta streaming di Che tempo che fa su Rai.tv

John McEnroe sale sul palco di Che Tempo Che Fa e si torna a parlare di tennis e di come lui abbia cambiato questo sport ed abbia segnato un’epoca. Ha sempre desiderato innalzare il suo sport al livello del calcio ma ha dovuto ammettere che purtroppo ora come ora nonostante ci siano grandi giocatori non ha il giusto spazio mediatico che dovrebbe. Non mancano gli aneddoti e le storielle sul suo passato. Clicca qui per seguire la diretta streaming di Che tempo che fa su Rai.tv

Dopo la grande campionessa della pallavolo Valentina Diouf, è il turno del segretario della FIOM-CGIL Maurizio Landini che parte subito aggressivo parlando di Articolo 18 e licenziamenti senza giusta causa spiegando come funziona il mondo del lavoro ed i punti debili del Jobs Act voluto dal governo Renzi. Landini è chiaro non serve togliere diritti ma semmai estenderli, non serve facilitare il licenziamento per creare posti di lavoro ma riforme. Durante l’intervista ammette che “il sindacato in questi anni avrà anche le sue colpe ma e le leggi le ha fatte lo stato non il sindacato”. Insomma è scatenato… Maurizio Landini ci tiene a chiarire che non ha intenzione di fondare nessun partito ne movimento politico Clicca qui per seguire la diretta streaming di Che tempo che fa su Rai.tv

Si parte con il servizio su Valentina Diouf, la grande trascinatrice dell’Italia Volley Femminile ai Mondiali di Pallavolo 2014. A Che tempo che fa si parla del mondo della pallavolo e ci come queste ragazze della nazionale siano riusciti ad incollare davanti al televisore milioni di persone. La pallavolista durante l’intervista confessa che gli piacerebbe fare un programma sul suo sport in tele per avvicinare più persone a questa pratica. La brutta sconfitta ai mondiali della nazionale femminile ammette che è stata causata da un calo di prestazioni spesso troppo altalenanti.

Stasera va in onda una nuova puntata di Che tempo che fa, con Fabio Fazio, che sarà visibile anche in diretta streaming, in onda su Rai Tre. Durante la puntata vedremo anche la simpaticissima Luciana Littizzetto fare il suo intervento conclusivo. Il talk è giunto alla sua dodicesima edizione. Clicca qui per seguire la diretta streaming di Che tempo che fa su Rai.tv

Questa sera, domenica 19 ottobre, gli ospiti di Fabio Fazio, presentati da Filippa Lagerback, a “Che tempo che fa” saranno: John McEnroe, Maurizio Landini, Valentina Diouf e i Subsonica. Su Facebook i commenti dei fan del programmi sono carichi di entusiasmo soprattutto per la Diouf: Avete la Diouf, preparatevi domande intelligenti, evitate cose del tipo “gli italiani hanno scoperto il volley”, Sono in crisi d’astinenza dalle ragazze del volley e La Diouf! Colei che ha provato da sola ad abbattere la muraglia cinese. Ah! giovane ma è parecchio sveglia. Evitiamo domande da bambini dell’asilo. Grazie. Grande attesa ance per McEnroe e i Subsonica. Quasi inosservata la presenza di Maurizio Landini.

Questa sera, domenica 19 ottobre, alle 20.10 su Rai Tre va in onda una nuova puntata di Che tempo che fa, il talk-show condotto da Fabio Fazio. Come tradizione gli ospiti saranno presentati dalla bella Filippa Lagerback. Fazio avrò l’onore di chiacchierare con John McEnroe, il leggendario campione di tennis e commentatore sportivo. McEnroe è stato numero uno del mondo per quattro anni consecutivi, dal 1981 al 1985. Nella sua carriera ha vinto tre volte a Wimbledon (1981, 1983, 1984); quattro volte gli US Open (1979, 1980, 1981, 1984) e cinque Coppe Davis con la squadra degli Stati Uniti (1978, 1979, 1981, 1982, 1992). Così McEnroe commentava i suoi scatti d’ira in mezzo al campo nel libro Non puoi dirlo sul serio: “Qualcuno riteneva che i miei accessi dira fossero deliberati, che dessi in escandescenze apposta per sbaragliare gli avversari. Non è vero”. Saranno ospiti in studio anche Maurizio Landini, segretario generale della FIOM-CGIL, e la pallavolista Valentina Diouf. Spazio alla musica con i Subsonica, che dal 31 ottobre saranno in giro per l’Italia con il loro In una foresta tour. Non mancherà il tradizionale spazio dedicato a Luciana Littizzetto. 

Il primo ospite della puntata di “Che fuori che tempo che fa” di sabato 17 ottobre è il funambolo francese Philippe Petit, autore del libro “Creatività – Il crimine perfetto”. Di maggior interesse vista la drammaticità della situazione risulta il collegamento dalla Sierra Leone, uno dei paesi maggiormente colpiti dall’epidemia, con Gino Strada fondatore di Emergency. Gino Strada spiega che ogni giorno in Sierra Leone si segnalano 30 nuovi casi ma presto i nuovi ammalati potrebbero diventare migliaia alla settimana. Strada chiede aiuto ai telespettatori, invitandoli ad aiutare Emergency e denuncia la difficoltà nel reperire personale italiano, a causa della burocrazia, citando, ad esempio 20 medici pronte a partire ma bloccati dalle Asl di appartenenza, che non concedono il permesso. Gramellini racconta gli ultimi casi di psicosi da Ebola in Italia, come quello del tassista di Prato che ha tenuto il finestrino aperto dopo aver trasportato un uomo africano, i bambini ritirati dai genitori in una scuola di Pozzallo e del giudice che va alle udienze con i guanti in lattice. Strada precisa che in casi come questi più che di psicosi si dovrebbe parlare di stupidità, in quanto è noto che il virus viene trasmesso da persone che oltre ad essere infette sono anche sintomatiche (presentano cioè febbre alta, vomito e diarrea). 

Chiuso il collegamento con Gino Strada, Gramellini commenta alcune notizie della settimana. Si comincia dalla proposta di Apple e Facebook che si sono offerti di pagare il congelamento degli ovuli delle loro dipendenti, dando la possibilità di partorire in un momento successivo. Gramellini critica aspramente questa iniziativa, sottolineando che si tratta di una forma di discriminazione nei confronti delle donne mascherata da benefit. il momento delle tre cartoline della settimana. Si comincia dalla foto pubblicata da alcuni militanti di Forza Nuova, che ritrae un uomo di colore con le mani in tasca, intento a guardare i genovesi mentre spalavano il fango. La foto ha ricevuto moltissimi commenti e gli italiani si sono divisi ma in pochi si sono accorti che si tratta di un fake. Le altre due fotografie raffigurano la risata tra Renzi e Angela Merkel (cosa si saranno detti di così divertente?) e l’espressione arrendevole di Berlusconi, immortalato con la fidanzata Francesca Pascale e con Vladimir Luxuria. 

L’inviato Antonio Di Bella, da Parigi, ha parlato del premio Nobel per la letteratura, assegnato a Patrick Modiano (francese di origini italiane), un autore molto amato in Francia ma poco conosciuto all’estero. 

Gramellini ha poi rivolto le consuete tre domande a Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord, in diretta da Milano, dove si è tenuta la manifestazione contro l’operazione Mare Nostrum. Il giornalista ha chiesto a Salvini come comportarsi con i barconi con la ormai prossima chiusura di Mare Nostrum e Salvini ha risposto che in realtà l’operazione non verrà chiusa ma semplicemente cambierà nome in Triton. Salvini ritiene che sia il caso di aiutare i rifugiati politici (appena il 10% degli immigrati), mentre tutti gli altri devono essere aiutati in Africa, cosa che si potrebbe fare concretamente se tutti i soldi spesi in Italia per loro venissero spesi nei loro paesi di origine. Gramellini ha chiesto quindi se nello slogan “Prima gli italiani” siano compresi anche i meridionali e Salvini ha precisato che in piazza ci sono molte persone provenienti dal Sud e dalle isole e anche molti immigrati regolari, giunti in Italia tanti anni fa. Sulle possibili alleanze con l’estrema destra Salvini ha precisato che in piazza ci sono anche tante persone di sinistra, contrarie all’immigrazione clandestina che per molti è una ricchezza, manodopera da sottopagare 3 euro all’ora. 

In collegamento da Mosca invece l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea Samantha Cristoforetti, che a breve prenderà parte alla missione ISS Expedition 42/43 Futura, a bordo di un veicolo Soyuz. Sul blog “Avanposto 42” l’astronauta ha pubblicato una serie di cose che non si possono fare in assenza di gravità e invita i telespettatori a proporre delle idee originali.  Ospiti in studio Diego Abatantuono e Fabio De Luigi, protagonisti di “Soap opera”, il film di Alessandro Genovesi ambientato in un condominio e presentato al Festival di Roma. Gramellini introduce l’ospite in diretta video, il sindaco di Roma Ignazio Marino, che, contravvenendo alle disposizioni del ministro Alfano ha trascritto i matrimoni contratti all’estero di 16 coppie gay. Fazio apre l’intervista rilevando che Marino ha firmato tanti autografi oggi (in riferimento alle parole di Alfano). Marino ha parlato di una giornata bellissima, di un clima gioioso con tante coppie felici, assieme ai loro bambini e ai nonni delle famiglie arcobaleno. Marino sottolinea che il sindaco di una città non può limitarsi a verificare lo stato delle buche nelle strade, ma deve anche occuparsi della felicità delle persone. A chi parla di atti illegali, Marino risponde che il riconoscimento della realtà e dell’amore non può essere considerato un atto illegale, ricordando che l’Italia è l’unico paese europeo, assieme alla Grecia, a non aver legiferato sulle unioni civili. Il sindaco si augura che in futuro una giornata come quella di oggi, che è stata speciale, diventi normale. 

Dopo l’editoriale di Gramellini, dedicato a Matteo Renzi, si chiude con l’esibizione live dei Perturbazione che dal Palazzo Reale di Milano interpretano “Agosto”, estratto dall’album “In circolo”. 

Anche stasera va in onda su Rai Tre lappuntamento con Che fuori tempo che fa, il programma di attualità condotto da Fabio Fazio e Massimo Granellini. Tanti gli ospiti in studio. Clicca qui per seguire la diretta streaming di Che fuori tempo che fa su Rai.tv

Ogni sabato Che fuori tempo che fa mostra un fondale diverso e suggestivo creato con le bellissime immagini di Massimo Listri, pubblicate sulla pagina Facebook del programma condotto da Fabio Fazio. Le foto di Listri sono esposte nei musei, hanno dimensioni fino a metri 1,80 per metri 2,30, sono stampate in ben cinque esemplari e sono acquistate da collezionisti di ogni angolo del pianeta. 

Si avvicina l’appuntamento su Rai3 con Che fuori tempo che fa. Sul profilo Facebook del programma i fan scherzano sulla presenza di Strada e Salvini: Poi magari mi spiegate come avete fatto ad accostare i nomi di Salvini e Strada nella grafica…, Mettere il nome di Gino Strada affianco a quello di Salvini… Ma davvero? e Salvini e Strada c’è qualcosa che non va. Tanti gli apprezzamento per il medico italiano: A parte Gino Strada tutto il resto è noia! e Grande Gino Strada. Commenti meno positivi per il segretario della Lega: Matteo Salvini no. Vi prego il più cafone dei politici che abbiamo attualmente, Non lo guarderò. Salvini mi rovinerebbe la serata e Tutti ottimi gli ospiti meno Salvini, speriamo solo abbia un altro impegno sabato Salvini è non si presenti in studio da voi a dire buffonate come al suo solito.

Questa sera, sabato 18 ottobre, alle 20.10 su Rai Tre va in onda una nuova puntata di Che fuori tempo che fa, il talk-show condotto da Fabio Fazio e Massimo Gramellini. I due conduttori intervisteranno Diego Abatantuono e Fabio De Luigi che presenteranno il film Soap Opera, che racconta le vicende di un gruppo di strampalati inquilini. Il film, diretto da Alessandro Genoesi, uscirà nelle sale dal 23 ottobre. Fanno parte del cast anche Ale e Franz, Cristiana Capotondi, Ricky Memphis e Caterina Guzzanti. Abtantuno e De Luigi hanno già lavorato insieme nel film Il peggio natale della mia vita, sempre di Genovesi. Ospite in studio anche Philippe Petit, il funambolo francese. La sua impresa più famosa è stata la traversata delle Torri Gemelle del World Trade Center di New York  Il 7 agosto 1974. Questa’anno il “Man on Wire” ha pubblicato il libro “Creatività. Il crimine perfetto.

In collegamento ci saranno Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, e Gino Strada, fondatore di Emergency. Confermati i collegamenti con Samantha Cristoforetti, Antonio Di Bella e i Perturbazione. Come ognisbato il fondale di Che fuori tempo che fa è creato con le bellissime immagini di Massimo Listri 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori