REPORT/ Oliviero Toscani attacca Milena Gabanelli per il servizio su Moncler

- La Redazione

Oliviero Toscani attacca Milena Gabanelli per il servizio su Moncler andato in onda domenica scorsa a Report attraverso i microfoni del programma La Zanzara di Radio24

Milena_Gabanelli_Report
Milena Gabanelli, conduttrice di Report
Pubblicità

Dopo lo scandalo Moncler ancora polemiche sul servizio mandato in onda a Report da Milena Gabanelli. Proprio oggi Oliviero Toscani si è scagliato contro la conduttrice di Rai 3 ai microfoni de La Zanzara in onda su Radio24. Il fotografo ha definito la giornalista unoca che voleva bastonare Moncler, aggiungendo: La Gabanelli sbaglia come nella storia della pizza. E chiaro che le oche vengono spennate, lo sappiamo tutti. Da dove arrivano le piume delle oche, dal cielo?. Nel duro attacco Toscani la prende addirittura in giro mettendo in dubbio la qualità del suo servizio: Che scoperta che ha fatto la Gabanelli, i prodotti li fanno allestero! Lo fanno molte altre ditte meno chic e lei va a bastonare la Moncler. Bertelli non doveva nemmeno risponderle, doveva mandarle unoca e dire: ho mandato il tuo ritratto. Finito con la Gabanelli, il fotografo attacca anche gli animalisti: Rompono sempre i coglioni, come tutti i fondamentalisti. Toscani ha infine chiuso il suo intervento bacchettando Matteo Salvini della Lega Nord. Salvini è un provocatore, va nei campi rom per fare questo , altrimenti non ha nulla di interessante da dire. Con lui sono stati fin troppo buoni. Ma cosa è andato a fare nel campo Rom? Deve per forza fare queste cazzate altrimenti a cosa serve la Lega? Dice che andava a fare delle ispezioni, ma vada a ispezionare i cessi pubblici della Lega. E andato a cercarsela, poi certo gli altri non sono degli angioletti. Ecco, fanatici come Salvini contro altri fanatici producono quello che abbiamo visto. E tra laltro non ha nemmeno rispettato le indicazioni della polizia. Poi fintamente affranto ha aggiunto: Ho letto che chiude la Padania e ho pianto profondamente. Come farò a vivere senza, erano così bravi, una grande informazione, una cosa da lutto nazionale. Non avremo più informazione obiettiva. Adesso piango.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori