Replica La Bella e la Bestia / Riassunto ultima puntata 30 dicembre 2014 e video replica: il trionfo dell’amore. Come vederlo in video steraming

- La Redazione

Ieri sera Rai Uno ha trasmesso la seconda ed ultima puntata della miniserie La Bella e la bestia, interpretata da Alessandro Preziosi, Blanca Suarez. Eccone il riassunto con lieto fine

la-bella-e-la-bestia-rai-1
La Bella e la Bestia

Ieri sera Rai Uno ha trasmesso la seconda ed ultima puntata della miniserie La Bella e la bestia, interpretata da Alessandro Preziosi, Blanca Suarez, Massimo Wertmuller ed Andy Luotto. Per rivedere l’ultima puntata de La bella e la bestia cliccate qui. Intanto eccone un riassunto. Bella (Blanca Suarez) viene costretta dal principe Leon (Alessandro Preziosi) a tornare con lui al castello: la ragazza si lascia andare e inizia a non mangiare, anche se Albertine (Cecilia Dazzi), un’altra serva, si prende cura di lei e tenta di aiutarla a riprendersi. Per giunta, Helene (Lea Bosco) vuole che Bella prenda parte ai preparativi del suo matrimonio con il principe, facendo aumentare il suo malessere a tal punto da costringerla ad allontanarsi senza permesso dal castello proprio nel corso di un temporale. La ragazza viene trovata dalla giovane ladruncola poi divenuta sua amica che, accorgendosi del fatto che ha la febbre alta, la porta a casa sua per farla curare. Leon si reca così a casa della bimba per portare la giovane al castello e farla vedere da un medico, ma non riuscendo a trovare nessuno capace di curarla, la affida a suo zio Armand (Andy Luotto), che prova a farla riprendere utilizzando delle erbe, anche se non è sicuro del fatto che il suo intervento riuscirà a salvarla. Leon, intanto, è sempre più in pena per la sua amata e in un momento di preghiera promette a Dio che cambierà, se Bella dovesse salvarsi. La ragazza per fortuna si risveglia e viene a sapere che Leon l’ha fatta curare: in un colloquio con il principe, la ragazza si mostra ancora arrabbiata con lui per la scommessa, ma quest’ultimo le risponde che, in fin dei conti, è contento di averla fatta perché altrimenti non si sarebbe accorto di amarla. L’uomo chiede poi alla ragazza di esprimere qualunque desiderio, perché lui sarà pronto ad accontentarla. Helene chiede a suo padre di realizzare un profumo in grado di conquistare il principe, ma Armand la mette in guardia e le fa notare che non basterà un profumo per fare innamorare Leon, che nel frattempo decide di non sposare più Helene e si sente chiedere da Bella la cancellazione del debito di suo padre: anche se a malicuore Leon decide di realizzare il suo desiderio. Dopo aver riflettuto sulla miseria che affligge la gente della vallata, la giovane Dubois chiede a Leon di esprimere un altro desiderio, più grande di quello già espresso: impiegare la gente del villaggio nella ricerca di essenze per la produzione dei profumi di Armand, cosa che potrebbe dare lavoro ai più poveri. La cosa, però, non fa piacere ad Helene, che si vede dimezzare la rendita perché Leon decide di investire il denaro che spetterebbe a lei nel laboratorio di profumeria di Armand: la ragazza va su tutte le furie e accusa il genitore di aver favorito Bella a suo discapito, ma l’uomo cerca di indurre la figlia a dimenticare Leon, che non potrà mai amarla. Il principe confessa a Bella il suo amore e quest’ultima, finalmente, si decide a credergli e lo bacia: Leon, felice, decide di dare una festa in onore dell’amata, alla quale saranno presenti non soltanto nobili ma anche umili abitanti del villaggio. Una volta saputa la notizia, Helene racconta alla giovane che è stato il principe ad uccidere sua moglie Juliette e che fu proprio la donna a procurargli la cicatrice che ha in faccia. Poco dopo, Leon si presenta al ballo e si mostra a tutti senza la maschera che di solito gli copre la cicatrice che gli deturpa il volto: nel corso della festa chiede a Bella di sposarlo, ma nota subito che la ragazza è titubante. Incalzato dalla giovane, il principe è costretto a confessare di aver effettivamente assassinato la moglie perché lo tradiva e mette Bella di fronte alla realtà, quella secondo cui in lui convivono un lato più nobile e dolce e uno più duro e brutale, e le ordina di tornare da lui soltanto quando sarà sicura di poter accettare la cosa. Bella decide di tornare a casa, dove riabbraccia Maurice (Massimo Wertmuller) e sua sorella Eveline (Francesca Beggio), la quale nota subito il bellissimo anello che Bella ha ricevuto in dono dal principe: la ragazza lo ruba con l’idea di venderlo, per poter finalmente convolare a nozze con Olivier (Tommaso Ramenghi). Helene fa sapere a Leon che l’anello che lui ha regalato a Bella è stato venduto dalla ragazza, forse intenzionata a partire con il padre, così il principe piomba nel bel mezzo delle nozze di Eveline e Olivier e urla alla giovane Dubois tutto il suo disprezzo, per poi tornare ad essere l’uomo spietato che Bella ha conosciuto al suo arrivo al castello. Armand, allora, decide di scrivere a Bella per rivelarle che, in realtà, fu Helene a uccidere Juliette e non Leon. Bella non riceve però la lettera, perché Helene fa in modo che suo padre non inviì la missiva, ma la ragazza viene a sapere che i poveri vogliono assaltare il castello dopo che Leon ha deciso di ridurre nuovamente il villaggio alla miseria. Il principe lascia che i contadini entrino nel castello per ucciderlo, ma riescono soltanto a ferirlo, perché l’intervento di Bella lo salva, anche se dopo è lei a rischiare di morire a causa di Helene, che la minaccia con un coltello. Tanto Armand quanto Leon cercano di dissuaderla dall’uccidere Bella e mentre discutono la donna cade accidentalmente da un balcone. I due amanti, così, divengono liberi di vivere la loro storia d’amore e si sposano alla presenza di tutti gli abitanti del villaggio, che ha tutta l’aria di voler ritornare agli antichi splendori. Alla fine, è proprio Bella a spiegare con parole molto semplici l’essenza più profonda di questa storia: perché qualcuno diventi amabile, c’è bisogno di qualcun’altro che lo ami.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori