THE STRANGERS/ Il film horror con Lyv Tyler, ispirato al libro “Helter Skelter”

- La Redazione

Questa sera, lunedì 10 febbraio 2014, su Italia 2 va in onda il film del 2008 “The Strangers”, diretto da Bryan Bertino, con Liv Tyler, Scott Speedman e Gemma Ward

the-strangers-r439
The Strangers
Pubblicità

Nella prima serata di lunedì 10 febbraio, a partire dalla 21.10, andrà in onda su Italia 2 il film The Strangers. Si tratta di una pellicola horror diretta da Bryan Bertino nel 2008, della durata di circa ottanta minuti, ispirata a un fatto realmente accaduto che ebbe come protagonista lo stesso regista nel corso della sua infanzia. Tra le fonti di ispirazione, c’è anche il film Helter Skelter, il quale racconta gli omicidi della famiglia Manson. La trama vede protagonisti Kristen (Lyv Tyler) e James (Scott Speadman), una coppia di fidanzati che dopo aver presenziato a un matrimonio, decidono di fermarsi nella notte presso l’isolata residenza estiva della famiglia dell’uomo. Il motivo della decisione risiede soprattutto nella voglia di chiarirsi dopo le difficoltà introdotte nel loro rapporto dal rifiuto della ragazza di fronte alla proposta di matrimonio che James le ha fatto poco tempo prima. Proprio mentre stanno dando luogo alla ennesima discussione, in un crescendo di tensione, sentono bussare alla porta e vanno ad aprire, trovandosi davanti una ragazza (Gemma Ward), la quale chiede se anche Tamara sia in casa. I due la congedano, ma il fatto non è che il preludio ad una notte di terrore. Nel corso delle ore successive, infatti, saranno oggetto di una caccia incessante da parte di una banda formata da tre individui mascherati, cui dovranno cercare di sopravvivere facendo appello a tutte le loro forze. The Strangers è un horror che spinge molto sul lato psicologico, sulla paura che assale la coppia di fidanzati, i quali non capiscono il motivo della caccia di cui sono oggetto, lasciando quindi da parte effetti e sangue che sono soliti del genere, con un ottimo risultato complessivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori