UN POSTO AL SOLE/ Anticipazioni: chi è stato ad aggredire Viola? Puntata 11 febbraio 2014

- La Redazione

Nella prossima puntata di Un posto al sole, in onda martedì 11 febbraio, Michele riflette sulla dinamica dell’aggressione di Viola, ma qualcosa non lo convince

upas-viola
Un posto al sole
Pubblicità

A Un posto al sole Viola è stata aggredita da un rapinatore, ma la dinamica dei fatti non convince Michele: chi è l’aggressore della ragazza? Prima di scoprire le anticipazioni della prossima puntata, rivediamo quanto successo ieri,10 febbraio 2014, nella soap. Filippo Sartori (Michelangelo Tommaso) e Viola Bruni (Ylenia Lazzarin) sono al caffè Vulcano, per la prima volta assieme da fidanzati. Viola è a disagio, si sente gli occhi puntati addosso. Arriva Michele Saviani (Alberto Rossi) che mostra a Filippo un quotidiano economico in cui si parla del tracollo finanziario delle imprese di famiglia, di cui il ragazzo è ritenuto il maggiore colpevole. Viola cerca di consolarlo, la colpa non è stata sua ma di suo padre Roberto Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli), diversamente da quanto sostenuto dalla stampa. Filippo invece si sente colpevole, non ha avuto il polso necessario per evitare il tracollo. Eduardo Nappi (Vincenzo Ferrera), attende con impazienza il ritorno della sua compagna Greta Fournier (Cristina D’Alberto), impegnata nell’udienza di separazione da Roberto. La governante di casa Palladini, Teresa Diacono (Carmen Scivattaro) gli dice di non preoccuparsi e dopo qualche minuto arriva Greta. L’udienza è andata benissimo: Roberto ha rinunciato a richiedere l’affidamento della piccola Cristina, con un gesto di grande generosità. Eduardo è scettico: potrebbe solo trattarsi di una strategia. Intanto tra il portiere di Palazzo Palladini, Raffaele Giordano (Patrizio Rispo) e Teresa continua la competizione in ambito culinario. Raffaele vede la spesa fatta da Teresa e critica la sua scelta di preparare “Salsicce e friarelli”, un piatto banale. Teresa ritiene che Raffaele si sia montato la testa dopo la partecipazione alla trasmissione televisiva. Raffaele replica parlando di gelosia e lancia una sfida all’ultimo piatto. Ora è necessario decidere le regole della competizione. La giuria sarà composta da Otello Testa (Lucio Accolla), Ornella (Marina Giulia Cavalli) e da un terzo imparziale, individuato in Renato Poggi (Marzio Honorato), che in realtà è il cognato di Raffaele.Roberto chiama Greta. Ha voglia di vedere la piccola Cristina. Greta gli fa notare l’ora tarda ma Roberto insiste, vuole solo baciarla, non la sveglierà. Greta acconsente. Viola sta tornando a casa sola da lavoro. Filippo in precedenza aveva insistito per accompagnarla ma la ragazza aveva rifiutato: è tornata a casa tante volte da sola, senza alcuna preoccupazione. 

Pubblicità

Viola viene raggiunta da un malvivente armato di coltello che la rapina di orologio, cellulare e soldi. La ragazza ha con se soli 30 euro e il rapinatore la costringe a prelevare dal bancomat. La ragazza riesce a fuggire ma va a finire in una via senza uscita. Eduardo va a Palazzo Palladini ma vede Roberto entrare. Che cosa ha in mente, qual è la sua nuova strategia? FIlippo è preoccupato perché nonostante l’ora non ha ancora ricevuto la chiamata di Viola. Chiama Ornella e con una scusa cerca di capire se Viola è già tornata. Ornella a sua volta comincia a preoccuparsi, è davvero tardi e il ritardo di Viola è inspiegabile. Il rapinatore ha trovato Viola e sta per raggiungerla ma stramazza inspiegabilmente al suolo. Un uomo incappucciato, alle sue spalle, gli ha sparato alla schiena.

Trama puntata 11 febbraio 2014 – Roberto cerca di riguadagnare terreno con Greta, suscitando la gelosia di Eduardo che teme un riavvicinamento tra i due. Come reagirà Greta alla sua possessività? Ancora sotto shock per l’aggressione subita, Viola troverà conforto in Filippo, mentre Michele riflette stranito sulla dinamica dei fatti… Teresa si prepara a sfidare Raffaele a colpi di fornelli, ma cosa nasconderà la Diacono dietro il suo spirito di rivalsa gastronomico?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori