CHE TEMPO CHE FA/ Chi è George Clooney, regista di Monuments Men

- La Redazione

Uno dei grandi ospiti della puntata di oggi di Che tempo che fa è senza dubbio George Clooney. L’attore americano, regista di Monumets Men, è nato a Lexington nel maggio del 1961.

george_clooney_01
George Clooney
Pubblicità

Uno dei grandi ospiti della puntata di oggi di Che tempo che fa è senza dubbio George Clooney. L’attore americano, nato a Lexington nel maggio del 1961, è figlio di una ex reginetta dei concorsi di bellezza, Nina Bruce, e di un anchorman, Nick Clooney. Trasferitosi con la famiglia ad Augusta, nel Kentucky, dopo aver sofferto per un anno di paralisi di Bell, una malattia che si manifesta anche immobilizzando il volto, ha quindi frequentato l’High School locale, mettendosi in luce anche come giocatore di baseball e basket. Nel 1977 ha sostenuto un provino coi Cincinnati Reds, senza però riuscire a strappare un contratto. Ha quindi deciso di frequentare la Northern Kentucky University, nel corso di storia e scienze politiche, e l’Università di Cincinnati, senza però laurearsi. Terminati gli studi, ha iniziato a lavorare in maniera saltuaria, svolgendo più mansioni, tra cui quella di agente di commercio. Il suo esordio artistico è avvenuto nel 1978, in qualità di comparsa nella miniserie televisiva Colorado, mentre il suo primo ruolo di un certo rilievo è stato nella sit-com P/S – Pronto soccorso, al fianco di Elliott Gould. Negli anni a seguire ha continuato a svolgere piccoli ruoli in telefilm e soprattutto all’interno del cast di L’albero delle mele, uno spin-off della popolare serie Il mio amico Arnold. La svolta della sua carriera è avvenuta nel 1994, quando è stato chiamato a ricoprire il ruolo del dottor Doug Ross in E.R. – Medici in prima linea: da quel momento inizierà una serie di successi e pellicole di grande rilievo, a cominciare da Dal tramonto all’alba, girato nel 1996. Tra i titoli più fortunati, vanno ricordati The Peacemaker (diretto da Mimi Leder nel 1997) con Nicole Kidman, Batman & Robin, Out of sight, insieme a Jennifer Lopez e per la regia di Steven Soderbergh. Non vanno poi dimenticati La tempesta perfetta (diretto da Wolfgang Petersen nel 2000), Fratello, dove sei?, coi fratelli Coen, Ocean’s Eleven (un remake di Colpo grosso) nel 2001 e i sequel Ocean’s Twelve (del 2004) e Ocean’s Thirteen (girato nel 2007). Nel 2005 si è cimentato anche in veste di regista in Good Night and Good Luck, mentre nel 2006 ha vinto l’Oscar per la sua interpretazione in Syriana, come miglior attore non protagonista. Nel 2008 è stato di nuovo nominato all’Oscar, per la sua interpretazione in Michael Clayton, oltre che al Golden Globe, e ad altri premi per la sua eccellente recitazione in Tra le nuvole, di Jason Reitman. La sua ultima fatica, è stata Monument’s Man, film uscito da poco di cui è anche regista. George Clooney è molto noto per il suo impegno umanitario, che lo ha visto in prima linea per la risoluzione del conflitto in Darfur: nel 2008 è stato nominato ambasciatore di pace dalle Nazioni Unite, un riconoscimento al suo operato in favore dei diritti civili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori