FUOCO ASSASSINO/ Il film di Ron Howard con Kurt Russell e Robert De Niro

Alle 21 di oggi, domenica 16 marzo, Iris trasmette “Fuoco assassino” (Backdraft), pellicola drammatica diretta nel 1991 da Ron Howard e con Kurt Russell e Robert De Niro

16.03.2014 - La Redazione
Fotolia_telecomando_R439
Fotolia

Alle 21 di oggi, domenica 16 marzo, Iris trasmette “Fuoco assassino” (Backdraft), pellicola drammatica diretta nel 1991 da Ron Howard. La trama vede al centro i due fratelli McCaffrey, i quali prestano il loro operato nei vigili del fuoco e non vanno molto d’accordo. Il loro naturale antagonismo è infatti stato amplificato dalla morte del padre, avvenuta nel corso di un incendio, e dal fatto che dopo un breve periodo trascorso dallo stesso lato della barricata, le loro strade si sono divise. Stephen (Kurt Russell) è infatti rimasto sul campo fungendo da comandante di una squadra, mentre Brian (William Baldwin) ha deciso di lavorare per il comune andando ad affiancare Donald Rimgale (Robert De Niro), il comandante del reparto dei vigili del fuoco che è stato incaricato di indagare sulla reale natura di una serie di incendi dolosi. Un compito affidatogli soprattutto in considerazione del fatto che proprio lui, qualche anno prima, è riuscito ad assicurare alla giustizia il pericoloso piromane Ronald Bartel (Donald Sutherland). La sua indagine è focalizzata su una serie di episodi dolosi che hanno portato alla morte di persone che almeno all’apparenza non sembrano avere alcuna correlazione con gli incendi. Nel corso della loro indagine, i due scopriranno però che il backdraft, il fenomeno della fiammata di ritorno che è la costante di tutti gli episodi, non è un fenomeno innescato da un piromane come si pensava in origine, bensì da un vigile del fuoco. Le persone che sono rimaste uccise sono invece accomunate dal fatto di aver cercato di togliere fondi destinati ai pompieri e trarne un ritorno a loro vantaggio. La serrata ricerca dell’assassino innescata da questa scoperta, porta presto Brian a credere che il responsabile di tutto sia proprio il fratello Stephen, un sospetto rinvigorito dal rinvenimento sulla sua barca di taniche contenenti un composto chimico che viene creato proprio per provocare il ritorno di fiamma, il tricticlorato, ormai caduto in disuso al di fuori dei vigili del fuoco. Il suo sospetto si rivelerà però totalmente errato, nel corso di una colluttazione avvenuta nell’abitazione di una delle vittime, con il vero assassino. Proprio prima che possa svelare la verità alle autorità di polizia e assicurare alla giustizia il responsabile di tutto, scoppia un enorme incendio, nel corso del quale trovano la morte il fratello e il suo migliore amico, John Axe Adcox (Scott Glenn), nel tentativo di circoscriverlo ed evitare ulteriori pericoli alla popolazione. Dopo aver evitato di dire la verità sull’accaduto, Brian riuscirà infine a portare il responsabile di tutto, il candidato sindaco, di fronte ad una giuria, tornando quindi a svolgere il suo lavoro di pompiere nel ricordo di Stephen, accreditato come eroe insieme a Axe presso la pubblica opinione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori