THE DEPARTED-IL BENE E IL MALE/ Il film di Martin Scorsese vincitore di quattro premi Oscar

- La Redazione

Va in onda questa sera su Rete 4 il film “The Departed-Il bene e il male” (The Departed), pellicola del 2006 diretta da Martin Scorsese e con Leonardo DiCaprio, Matt Damon e Jack Nicholson

Fotolia_telecomando_R439
Fotolia

Va in onda questa sera su Rete 4 il film “The Departed-Il bene e il male” (The Departed), pellicola del 2006 diretta da Martin Scorsese e con Leonardo DiCaprio, Matt Damon, Jack Nicholson, Mark Wahlberg, Martin Sheen e Alec Baldwin. Vincitore di quattro premi Oscar, il film è un remake del film di Hong Kong “Infernal Affairs”. Ecco la trama: Francis “Frank” Costello (Jack Nicholson) è uno dei “pezzi grossi” della malavita di Boston, che prende in simpatia e segue nella sua crescita un ragazzino. Passano molti anni e vediamo quest’ultimo, il cui nome è Colin Sullivan (Matt Damon) selezionato come nuovo innesto in una speciale unità della polizia. Contemporaneamente, Billy Costigan (Leonardo Di Caprio) anch’egli cresciuto nei sobborghi e appena divenuto collega di Sullivan, viene scelto per un’operazione in incognito il cui scopo è quello di arrestare Costello e per questo viene infiltrato tra gli uomini del boss con uno stratagemma. Gli unici che sanno che è un agente e chi sia realmente sono il capitano Queenan, (Martin Sheen) suo superiore nonchè mentore, e il sergente Dignam. (Mark Wahlberg). Quando l’arresto di Costello, che pareva ormai certo, non avviene, il giovane agente infiltrato si rende conto che all’interno del distretto c’è una “mela marcia”. Al contempo anche Sullivan e il boss capiscono che all’interno della banda c’è un poliziotto sotto mentite spoglie. Sullivan decide di far pedinare Queenan e per convincere i colleghi afferma di sospettare che sia lui l’informatore del boss. Costigan intanto chiede al suo mentore e superiore un incontro. I due si ritrovano sul tetto di un palazzo, dove arrivano, avvertiti da una soffiata di Sullivan, anche gli scagnozzi di Costello. Costigan si dilegua, mentre il proprio superiore viene ucciso. Quindi inizia una sparatoria tra gli agenti che sorvegliavano Queenan e gli uomini di Costello. Uno di questi viene colpito a morte e prima di morire svela a Costigan che anch’egli era un agente sotto copertura. Ad ogni modo Costello, pensando di aver eliminato l’infiltrato, riprende la propria attività. Dignam si scaglia contro Sullivan, accusandolo di essere il responsabile del decesso di Queenan e lascia la polizia. Sullivan così è in una posizione di forza, grazie allo stop alla ricerca della talpa all’interno del corpo di polizia. Recuperato il cellulare del defunto capitano, risale quindi a Costigan, la cui vera identità è ignota a tutti i colleghi.

Intanto Costello si reca in una zona industriale abbandonata per concludere l’acquisto di una partita di droga. Costigan lo fa sapere a Sullivan, il quale però non dice nulla al boss, perchè ha saputo che quest’ultimo ha un accordo con l’FBI. Infatti Costello, in cambio di protezione, da anni passa ai federali elementi necessari per far arrestare qualcuno dei suoi uomini. Avendo paura di essere anch’egli venduto, Sullivan ha deciso di voltargli le spalle. Così Costello, una volta al magazzino, vi trova la polizia e la sua parabola criminale finisce per mano di Sullivan. A questo punto Costigan va in centrale. Qui incontra Sullivan e per puro caso scopre che lui era la talpa e che è anche il solo ad essere a conoscenza della sua vera identità. Passano alcuni giorni e Madolyn, (Vera Farmiga) una psicologa che aveva avuto un complesso legame con Costigan, che era stato suo paziente, dopo aver detto a Sullivan, con cui ha una relazione, che sta per diventare padre, mentre questi è in bagno scorge una busta sul tavolo. Dentro vi sono le prove del coinvolgimento di Sullivan con la malavita. Il mittente è Costigan, che poi costringe Sullivan ad incontrarlo nel luogo in cui è stato ucciso Queenan e qui lo arresta con l’assistenza di un suo compagno dell’accademia. Tuttavia, arrivati al pianterreno, Costigan e il suo collega vengono freddati per mano di un altro infiltrato del defunto boss. L’agente Barrigan, (James Badge Dale) questo il nome dell’altra “mela marcia”, viene a sua volta eliminato da Sullivan. Svoltesi le esequie di Costigan, per Sullivan tutto sembra filare liscio. Tuttavia, tornato a casa, trova Dignam ad aspettarlo. Quest’ultimo, saputo che Sullivan era la “talpa” del boss grazie ad un accorgimento che Costigan aveva preso in caso gli fosse accaduto qualcosa, lo fredda senza esitazione e si allontana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori