URBAN WILD/ Le liti tra automobilisti e le imprese degli Iron man

Questo pomeriggio, alle ore 16.20 su Italia 1 andrà in onda un nuovo appuntamento in compagnia di Urbsn Wild, il programma di real tv condotto da Federico Costantini

29.04.2014 - La Redazione
urban-wild-federico-costantini
Urban Wild - Federico Costantini

Pronti per vivere un nuovo e adrenalinico appuntamento in compagnia di Urban Wild? Il programma sul lato selvaggio delle città condotto da Federico Costrantini torna questo pomeriggio, alle 16.20, con una nuova puntata; andiamo però prima a ripercorrere quella andata in onda ieri. Si inizia con alcuni episodi ai limiti dell’incredibile, come due uomini che si picchiano a suon di colpi di karate a Hollywood o una rissa scoppiata in un bar australiano e portata avanti a colpi di tavoli. Spesso le telecamere di sorveglianza raccontano storie drammatiche, ma ogni tanto c’è anche il lieto fine. Ecco ad esempio l’avventura di una bambina finita improvvisamente sotto un treno. La madre scende dal treno con le mani occupate dalle buste della spesa, così la piccola cammina da sola e le accade di scivolare nello spazio tra il treno e la bambina. Per fortuna un ragazzo con lo zaino in spalle fa in tempo a premere il pulsante di emergenza e ad avvertire così il macchinista della situazione. Così il treno non riparte subito e l’incidente non sfocia in tragedia. Anche le telecamere poste nei tunnel delle nostre città di raccontano a volte di incidenti alquanto incredibili, come quello che avrebbe potuto essere causato da un’auto fermatasi improvvisamente perché due persone stavano litigando all’interno. Ecco che una donna scende e tenta di aprire la porta della cabina di emergenza. Poi la donna si accascia e anche l’uomo attraversa la strada dando le spalle al traffico in arrivo e trascinando lei nella sua auto. Le persone in mezzo alla strada e l’auto che ostruisce il passaggio espongono tutti a un grosso rischio, ma fortunatamente finisce tutto bene. Non bisognerebbe mai far arrabbiare una donna alla guida. Nel New Jersey le telecamere riprendono una donna a terra che sostiene di essere stata investita dall’auto guidata da un’altra donna, ma è evidente che sta fingendo. Mentre la donna a terra continua a urlare arriva una volante e la guidatrice per fortuna ha diversi testimoni pronti a difenderla.Nella periferia di Detroit due Rottweiler sono riusciti a scappare, terrorizzando gli abitanti, e persino la postina si è trovata costretta a difendersi. Una volta catturati dagli agenti, però, i cani vengono portati in un canile locale e così la vicenda si risolve nel migliore dei modi. Per la rubrica speciale di Urban Wild, ecco la classifica delle città più cinematografiche del mondo. Al primo posto compare San Francisco, seguita da Parigi, la tappa obbligatoria per tutte le coppie del pianeta. Ecco poi Londra, un vero set a cielo aperto, Roma e infine New York. A Los Angeles una spaventosa inondazione sconvolge la città ma i vigili del fuoco riescono a fare il miracolo e fortunatamente non ci sono morti. Gli Iron men spesso devono lottare contro il tempo per garantire la riuscita di ogni singola operazione. Sono uomini e donne che passo passo costruiscono l’America. Li troviamo ad esempio sull’Alexander Hamilton Bridge, a New York, dove bisogna impedire che la struttura ceda alla forza dell’acqua e non c’è molto tempo per agire. Sulle strade a volte troviamo vere e proprie forme artistiche, poesie, frasi, interi aforismi, come a Milano lungo la “via dell’ironia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori