PERSON OF INTEREST 3/ Anticipazioni puntata 28 luglio: Carter viene uccisa da Simmons

- La Redazione

Questa sera su Italia 1 va in onda una nuova puntata di Person of Interest. Vediamo le anticipazioni degli episodi dal titolo L’ultima notte e Paga del diavolo

Person-of-interest
Person of Interest

Questa sera, lunedì 28 luglio, su Italia 1 va in onda un nuovo appuntamento con la terza stagione di Person of Interest. Verranno trasmessi gli episodi intitolati L’ultima notte e Paga del diavolo, ma prima di scoprire tutte le anticipazioni, rivediamo cosè successo negli ultimi episodi andati in onda. Nel primo episodio, intitolato L’ipnotizzatore, Finch (Michael Emerson) si mette sulle tracce di Hayden Price (Aaron Staton), un ipnoterapista che, sulla base delle risposte che ottiene alle domande che rivolge ai propri clienti, riesce ad accedere ai loro conti per truffarli. Harold rivela a Reese (Jim Caviziel) che probabilmente qualcun’altro sta cercando l’uomo per vendicarsi, dato che si è accorto che il suo telefono era già bloccato quando ha provato a forzarlo: i due pensano che possa trattarsi di uno dei suoi ex clienti che ha subito una truffa. Reese e Samantha (Sarah Shahi) seguono l’uomo, che sta truffando un altro cliente: l’ipnostista porta l’uomo nella cucina di un ristorante, ma qui viene bloccato da una persona che dice di essere un detective della polizia di New York e che ha intenzione di arrestarlo per truffa e falsificazione. Reese e Shaw, però, si rendono ben presto conto che il presunto poliziotto è in realtà un complice di Hayden, con il quale deve ingaggiare una finta sparatoria per far fuggire via il cliente e far sì che questi dimentichi di riprendere i suoi soldi. Nel frattempo, Alonzo (Clarke Peters) parla con Carter (Taraji P. Henson) per capire che pista stia seguendo la poliziotta per arrivare all’HR: Joss ha messo gli occhi su un antiquario svedese che ricicla i soldi sporchi dei russi su cui l’HR mette le mani e che, inoltre, fa parte della cerchia dei clienti dell’ipnoterapista. Reese, Finch e Shaw catturano Hayden una volta appreso che vuole lasciare la città con la sua fidanzata, e lo costringono a raccontare tutto ciò che sa sul lavoro svolto dall’antiquario svedese, il quale riceve delle precise indicazioni sugli oggetti da acquistare alle aste per poter riciclare il denaro sporco. Intanto, mentre Carter ordina al suo partner Laskey (Brian Wiles) di stare alle costole di Simmons (Robert John Burke), Reese scopre che l’ipnoterapista aveva modificato il testo di una e-mail inviata a Sven con le indicazioni dell’oggetto da comprare, anche se questi non l’ha ancora letta. Fusco (Kevin Chapman) e Carter catturano Sven e gli comunicano che ha acquistato l’oggetto sbagliato, e per salvarlo dai russi gli danno una nuova identità, ordinando di andare via da New York. Simmons viene informato del fatto che c’è stato un disguido nel corso dell’asta, mentre Hayden riesce a rientrare in possesso della palla autografata, l’oggetto acquistato da Sven all’asta, che vale 4 milioni di dollari. Dopo scopre che però la palla era falsa: la sua ragazza, Natalie (Jennifer Ferrin) aveva intrapreso una storia con lui soltanto perché sapeva dei suoi affari, ed è riuscita ad accaparrarsi la palla al suo posto. Carter e Laskey affrontano Terney: nel corso di uno scontro a fuoco, Laskey viene colpito a muore, e Joss riesce a farsi rivelare dal detective chi c’è a capo dell’HR. La donna apprende così è Alonzo Quinn a dirigere l’organizzazione.Nel secondo episodio intitolato Partita finale, Finch, Reese e Fusco sospettano che Peter Yogorov (Morgan Spector) abbia preso di mira 38 membri dell’HR perché sospettati di essere colpevoli della perdita di un grosso carico di droga a cui avrebbero dovuto garantire il transito. Alonzo chiede a Carter se sia a conoscenza dei motivi che possono aver indotto Laskey e Terney a scontrarsi, ma la poliziotta non gli rivela cosa sia successo in realtà il giorno della morte di Laskey. Joss, inoltre, inizia ad ascoltare le chiamate di Alonzo, che sembrano convalidare quanto rivelatogli da Terney quando stava per morire. Intanto, Yogorov si rifiuta di pagare i poliziotti corrotti per assicurarsi il transito della droga, mentre Carter si trova a fronteggiare il ritorno di suo marito Paul (Laz Alonso), che vorrebbe rivedere Taylor (Kwoade Cross): Joss, però, gli intima di stare lontano e gli fa presente che, se non si farà curare per i disturbi manifestati dopo il ritorno dalla guerra, non gli farà mai più vedere Taylor. Carter, inoltre, riesce a mettere i russi contro gli agenti dell’HR con l’aiuto di Samantha, così, dopo averla scoperta, Reese e Finch decidono di tenerla d’occhio per proteggerla. 

La donna spara nell’ufficio di Alonzo Quinn per fargli credere che sia stato Yogorov a tentare di assassinarlo: infatti, Quinn ordina a Simmons di uccidere tutti gli uomini del russo e di portargli Yogorov. Quest’ultimo però viene raggiunto prima da Carter, che riesce a far confessare all’uomo che Alonzo è a capo dell’HR e che è stato lui a ordinare l’assassinio di Cal. Carter chiama il giudice Andrew Monahan per avere un mandato d’arresto contro Quinn, ma questi, essendo corrotto, informa Alonzo della cosa e così, quando la poliziotta si reca a casa del giudice per avere il mandato d’arresto, trova Quinn, Simmons e gli altri poliziotti corrotti ad aspettarla. Fortunatamente la camera è sorvegliata e John interviene tempestivamente, salvando la sua collega e avviandosi con lei verso la centrale dell’FBI per consegnare Quinn. Ma Simmons si mette sulle loro tracce, progettando di uccidere John.

Trama puntata 28 luglio 2014 – Carter e Reese devo riuscire a portare Quinn alla sede dell’FBI a Federal Plaza. Ma L’HR ha sguinzagliato tutti i suoi uomini alla loro caccia. Fusco finisce nelle mani di Simmons, ma grazie all’aiuto di Shaw riesce a salvarsi. Carter riesce a consegnare Quinn ai federali, ma proprio sul più bello viene uccisa da Simmons. Dopo la morte di Carter si scatena la caccia a Simmons; Reese, nonostante le sue gravi condizioni, lascia l’ospedale e segue le tracce che portano a Quinn, l’unico che sa dov’è Simmons. Reese vuole vendicare Carter. Finch a sua volta deve trovare l’amico, sia per impedirgli di commettere un omicidio sia per salvargli la vita; per questo decide di ricorrere all’aiuto di Root che, in simbiosi con la Macchina, porterà Finch, Shaw e Fusco nell’edificio dove Quinn è tenuto…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori