ANATOMIA DI UN OMICIDIO/ Su La7 il film giallo con James Steward e Arthur OConnell. Il video trailer

- La Redazione

La7 manda in onda stasera Anatomia di un omicidio: è un film di genere giallo-drammatico prodotto nel 1959 con James Steward e Arthur OConnell. Vediamo la trama

la7-logo
Il film è in onda su La7 in prima serata
Pubblicità

La7 propone questa sera un vero capolavoro. Ovvero Anatomia di un omicidio di Otto Preminger che, insieme a La parola ai giurati di Sidney Lumet è considerato uno dei migliori legal drama. All’epoca della sua uscita nelle sale cinematografiche americane, suscitò un vero scandalo in quanto era la prima volta che si usavano parole come “mutandine” e per questo la pellicola subì un attacco da parte dei puritani che consideravano il film “sporco”. Otto Preminger dovette difendere il suo film dai tagli che le televisioni volevano fare per la messa in onda. Ecco il trailer del film:

Il film di Otto Preminger Anatomia di un omicidio, stasera in onda su La7 ha subito a suo tempo un duro ostracismo da parte della critica benpensante. Chi si schierò in sua difesa fu Roberto Rossellini che non voleva che il film venisse diffuso nella sua versione censurata bensì che quella originale pervenisse intatta al pubblico. In realtà il film è una gemma che con sottile e arguta ironia sfoggia dei dialoghi pieni di verve e al contempo di amarezza basati su un plot e una sceneggiatura ineccepibili, opera a quattro mani di John D. Voelker e Wendell Mayes, Un film raffinato come potete notare già dai titoli di testa:

Questa sera andrà in onda su La7 il film di Otto Preminger Anatomia di un omicidio, storia di un abile avvocato che difende un tenente dell’esercito accusato di aver ucciso un corteggiatore della moglie. Il giudice dovrà capire se si tratta di un dramma della gelosia oppure di omicidio a sangue freddo? La sentenza sarà molto più difficile del previsto ma l’avvocato è talmente scaltro da riuscire comunque a farlo passare per delitto d’onore. Ottimo prodotto commerciale di Preminger, un grosso successo per vigore del dibattito processuale. Ecco la scena dellincontro tra lavvocato e la moglie del suo assistito:

Pubblicità

La7 manda in onda stasera Anatomia di un omicidio (il titolo originale è Anatomy a Murder): è un film di genere giallodrammatico prodotto nellanno 1959 e il cui soggetto è basato sullomonimo romanzo scritto da Robert Traver. La sceneggiatura invece porta la firma di Wendell Mayes e dietro alla cinepresa cè stato il regista Otto Preminger. Nel cast figurano Kathryn Grant, Orson Bean, Russ Brown e Muray Hamilton. Il film ha ottenuto diversi riconoscimenti: ben sette nomination ai Premi Oscar del 1960, tra cui quella prestigiosa per il miglior film ed altre quattro nomination ai Golden Globe dello stesso anno. Ecco la trama. Ci troviamo in una piccola cittadina ubicata nella parte superiore dello stato del Michigan, dove un avvocato di provincia di nome Paul Biegler (James Stewart), tra laltro ex procuratore distrettuale incapace di essere rieletto per via di una vicenda che gli ha lasciato tanto amaro in bocca , trascorre la maggior parte del proprio tempo a pescare, a suonare il pianoforte ed a dedicarsi ad uscite con il proprio amico e collega Parnell McCarthy (Arthur O’Connell) peraltro alle prese con dei continui problemi derivanti dal suo eccedere nel bere. Lo stesso Biegler anche grazie al supporto che gli viene dato dalla segretaria Maida Rutledge (Eve Arden), si occupa di piccoli casi giuridici nelle vesti di avvocato difensore. Un giorno Biegler viene contattato da una donna di nome Laura Manion (Lee Remick), moglie dellex tenente del corpo dei Marines, Frederick Manion (Ben Gazzara), che è stato arrestato per l’omicidio di primo grado avendo ucciso il locandiere Barney Quill. Manion non nega l’omicidio, ma sostiene che la moglie è stata violentata da Quill. Tuttavia anche con una simile motivazione, sarebbe difficile ottenere per Manion la cancellazione dellaccusa di omicidio. Inoltre lo stesso Manion afferma di non avere memoria dell’evento, suggerendo che possa beneficiare di una difesa processuale basata sul fatto che in quei terribili non appena è stato messo al corrente dalla moglie di quello che aveva subito da Quill, sia stato vittima di un irresistibile impulso di far giustizia per cui si potrebbe far leva su una temporanea infermità mentale. Inizialmente Biegler non sembra interessato al caso ma in seguito spinto anche da Parnell e dalla stessa Maida, decide di accettare. Mentre si accinge a preparare la linea difensiva per caso, Biegler trova Laura Manion intenta nel ballare con altri ufficiali dell’esercito nel corso di una festa. Una situazione che lascia molto pensare il legale che infatti lammonisce, invitandola nello stare lontana da altri uomini e di avere un comportamento più consono e che quindi non possa essere ritenuto provocatorio. La donna accetta di indossare vestiti meno conturbanti soprattutto quando sarà in tribunale per il processo in maniera tale da non rendere la posizione processuale del marito peggiore di quanto già non sia.

Pubblicità

Infatti, il processo si presenta come molto complicato anche per via del fatto che la pubblica accusa è affidata al procuratore distrettuale locale (Brooks West) che a sua volta viene assistito da un procuratore di grande spessore, che arriva dalla grande città ed il cui nome è Claude Dancer (George C. Scott). Inoltre, l’accusa cerca in ogni caso di bloccare qualsiasi menzione sulla motivazione che ha spinto Manion nelluccidere Quill. Biegler con grande abnegazione alla fine riesce ad ottenere che venga riconosciuto dal giudice e dalla corte che sia stato commesso uno stupro ai danni di Laura Manion. Nel complicato caso fanno la loro comparsa anche degli psichiatri che offrono il loro contributo, proponendo il loro giudizio da periti per sottolineare lo stato di conflitto in essere nellanimo di Manion al momento in cui ha ucciso Quill. Il processo va avanti con le due opposte fazioni che si danno battaglia da un punto di vista legale proponendo arringhe differenti, che propongono al giudice ed alla giuria chiamata a decidere sulla vicenda, diverse chiavi di lettura dellomicidio al fine di arrivare al rispettivo obiettivo. Biegler sembra aver ritrovato di colpo lo smalto di un tempo non solo per effetto della voglia di arrivare a rendere meno pesante la posizione del proprio assistito ma anche per la volontà di rivalsa nei confronti di colui che ha preso il proprio posto di procuratore distrettuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori