10.000 a.C./ Stasera su Italia Uno il film con Steven Strait e Camilla Belle

- La Redazione

10.000 a.C. va in onda stasera su Italia Uno in seconda serata. Per la regia di Roland Emmerich con gli attori Steven Strait, Camilla Belle, Cliff Curtis. Vediamo la trama. 

Foto-Mediaset
Mediaset

10.000 a.C. va in onda stasera su Italia Uno in seconda serata. Per la regia di Roland Emmerich con gli attori Steven Strait, Camilla Belle, Cliff Curtis, Joel Virgel, Affif Ben Badra, Mo Zinal, Nathanael Baring, Mona Hammond, Marco Khan, Reece Ritchie, Joel Fry, Omar Sharif, Kristian Beazley, Junior Oliphant, Louise Tu’u. Si tratta di una pellicola epica del 2008. Il lungometraggio è uscito nelle sale negli Usa il 7 marzo 2008, mentre in quelle italiane il 14 marzo dello stesso anno. Vediamo la trama. Il protagonista della vicenda è un giovane cacciatore di nome DLeh, innamorato di Evolet, la ragazza dagli occhi blu, allevata dallanziana del villaggio. Il loro sogno un giorno viene interrotto: la ragazza, insieme ad altri membri del villaggio, viene rapita da misteriosi guerrieri a cavallo. Così il giovane cacciatore, insieme al gruppo di amici, tra i quali Tic-Tic e Baku, si mette sulle tracce dei malviventi. Si troverà a combattere contro uno smilodonte e dei fororaci, scoprirà terre a lui sconosciute, scoprendo anche unaltra civiltà più evoluta di quella del suo villaggio. Si tratta di un popolo affine agli Egizi, guidato dal Dio della Piramide, forse lultimo re degli Atlantidei, arrivato sul continente dopo la distruzione della sua isola, e si scoprirà che i rapitori sono stati mandati da lui. Da qui la battaglia, che vedrà DLeh vincitore, che trafiggerà il Dio della Piramide, liberando gli schiavi che potranno tornare ad essere liberi. Ma sul finire della battaglia Evolet viene ferita mortalmente dal capo dei mercanti di schiavi, che si era innamorato della giovane. Il cacciatore a questo punto si vendica e lo uccide. La giovane verrà salvata dallanziana del villaggio, che le donerà la vita. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori