AMERICAN SNIPER / Il pubblico e la critica si dividono. Il film di Clint Eastwood nominato per il Miglior Montaggio agli Ace Eddie Awards

Il 1 gennaio 2015 è uscito nelle nostre sale l’ultimo film di Clint Eastwood, American Sniper, con protagonista Bladley Cooper. Le polemiche, le analisi e le opinioni della critica

02.01.2015 - La Redazione
American_SniperR439
Una scena del film

Sono state rivelate oggi le nomination degli Annual Ace Eddie Awards: i riconoscimenti per il migliore montaggio assegnati dallAmerican Cinema Editors ACE. Tra i film nominato anche American Sniper, il nuovo lavoro del Premio Oscar Clint Eastwood, che ha debuttato ieri nelle sale italiane, per il Miglior Montaggio in un film (Drammatico). In altre categorie competono anche The Lego Movie, diretto da Phil Lord e Christopher Miller che è in gara per il Miglior Montaggio di un film danimazione e Vizio di forma (Inherent Vice) ,settimo e attesissimo nuovo fim di Paul Thomas Anderson che uscirà da noi il 26 febbraio 2015 che è stato nominato per il Miglior Montaggio in un Film (Commedia/Musical). I film vincitori, per ogni categoria, saranno premiati il prossimo 30 gennaio al Beverly Hilton

Il 1 gennaio 2015 è uscito nelle nostre sale l’ultimo film di Clint Eastwood, American Sniper, con protagonista Bladley Cooper. Come ogni film del regista e attore statunitense che si rispetti non ha mancato di suscitare polemiche in patria così come all’estero. La pellicola è infatti basata sull’omonima autobiografia di Chris Kyle, il cecchino “sniper” più letale della storia d’America che ha operato durante la guerra in Iraq ed è morto poco dopo l’uscita del suo libro. Si tratta dell’ennesimo film di guerra di Clint Eastwood che aveva già trattato l’argomento in Flags of our Fathers e Lettere da Iwo Jima ma che qui si tinge di contemporaneità. Sono proprio i concetti di “guerra”, “pace”, “patria”, e “vita” quelli a far discutere maggiormente i critici americani ma anche quelli del Belpaese. Secondo alcuni si tratterebbe dell’ennesimo capolavoro del maestro che si inserisce di diritto in quel filone di opere d’arte di cui fanno parte “The Hurtlocker”, il film che valse a Kathryn Bigelow il premio Oscar e “Full Metal Jacket” di Stanley Kubrick, per restare in tema di maestri. Salvo qualcuno che ha storto il naso per la visione della guerra proposta da Chris Kyle e da chi ha definito il film fin troppo “patriottico” la critica americana ha generalmente apprezzato American Sniper ritenendolo uno dei migliori film di Clint Eastwood degli ultimi tempi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori