I FATTI VOSTRI/ Riassunto ultima puntata: come scegliere le noci e i cibi che contrastano l’invecchiamento, video (oggi, 10 novembre 2015)

- La Redazione

I Fatti Vostri torna sul piccolo schermo di Rai 2 anche oggi – martedì 10 novembre 2015 – con una nuova puntata: nell’attesa, ecco il riassunto di ieri e i video relativi ad alcuni momenti

i_fatti_vostri_rai2_R439
I Fatti Vostri

Oggi, martedì 10 novembre 2015, Giancarlo Magalli si prepara a tornare sul piccolo schermo di Rai 2 con una nuova puntata de I Fatti Vostri: in attesa di scoprire di che cosa si occuperà oggi il varietà del secondo canale nazionale a partire dalle 11.00, diamo uno sguardo a quanto successo ieri. La rassegna stampa è stata curata da Adriana Volpe e dal giornalista Paolo Gambescia. Una delle notizie in rilievo è quella dei due fidanzati che hanno ucciso i genitori di lei. Il padre della ragazzina ora è in coma irreversibile e la madre è morta. I giovani avevano tentato anche di uccidersi prima di compiere gli omicidi. I ‘no’ devono essere detti con autorevolezza ma non con autorità. Infatti è preoccupante il fatto che per questi ragazzi il ‘no’ si poteva contrastare solo con la loro morte o con quella delle persone da cui era partito. In prima pagina sul Corriere della Sera c’è la domenica da leoni di Valentino Rossi che, nonostante la rimonta, non ce l’ha fatta a vincere. Ieri c’è stato il biscottone da parte dei tre spagnoli, che tra l’altro appartengono a case automobilistiche diverse. Sicuramente ha perso lo sport. Su Repubblica si parla anche dei turisti della salute, che vengono a curarsi in Italia e spendono fino a 70.000 per acquistare un pacchetto completo per le cure e la vacanza. Questo riguarda sopratutto i ricchi. Tutto questo mentre gli italiani vanno all’estero per risparmiare. Il signor Renato Maffia è venuto in trasmissione a raccontare come la burocrazia gli stia vietando di curare suo figlio. Il piccolo si trova nelle Filippine e ha bisogno di cure e controlli periodici che lì deve pagare, mentre in Italia non pagherebbe. Il problema più grosso è il passaporto che necessita del certificato di paternità del signore. Il suo comune dovrebbe dunque trascrivere tale certificato, che già esiste nelle Filippine. Si tratta di un caso di paternità negata, che è unico al mondo e che è dovuto al fatto che la moglie del signore era stata precedentemente sposata. Siccome nelle Filippine non esiste il divorzio, questo signore potrebbe un giorno rivendicare qualcosa. In cucina si è parlato oggi di cibi che rallentano l’invecchiamento. In studio c’erano sia il professor Pietro Migliaccio che lo chef Renato Bernardi. Il professore ha spiegato che l’invecchiamento è un processo naturale ma a tavola si può fare qualcosa per cercare di rallentarlo. Le cellule hanno un processo di invecchiamento continuo e noi tutti con il nostro metabolismo produciamo radicali liberi e per bloccarli dobbiamo seguire un’alimentazione corretta che apporti gli antiossidanti. Importanti sono frutta e verdura, in particolare frutti di bosco e olio di oliva. Fondamentale è poi l’esercizio fisico e non fumare. Lo chef ha preparato le cosce di pollo con purè e spinaci con frutti rossi (clicca qui per vedere il video direttamente da Rai.tv). Per la rubrica dedicata alla spesa sicura, Adriana Volpe si è occupata delle noci e l’esperto ha spiegato che esiste l’obbligo dell’indicazione della provenienza. Sulle noci sgusciate, invece, o che possiamo trovare all’interno di prodotti trasformati, non esiste l’obbligo di etichettatura. Le noci vanno conservate in temperatura ambiente ma c’è anche chi le conserva in freezer (clicca qui per vedere il video direttamente da Rai.tv). Joan Peter Sloan ha tenuto oggi una nuova lezione di inglese per i telespettatori de ‘I Fatti Vostri’. L’argomento di oggi sono le parole di cui tutti noi conosciamo il suono ma non la giusta ortografia. La giornalista Arnalia De Simone è venuta oggi in trasmissione per spiegare a Magalli la vicenda del convento i cui ci sarebbero state addirittura delle torture. Se ne sta parlando tanto in questi giorni perché la notizia ha fatto giustamente scalpore. Ora si dovrà indagare per capire come stiano realmente le cose.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori